Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2013

I taralli con la granella e il fallo della Nasa

Era una giornata come tante e lui un uomo come tanti se non fosse stato per il luogo del suo impiego:la Nasa.Il signor Smith,John Smith,soprannominato il medio dai colleghi.Media statura,media panza,occhi castani ,capelli con calvizie incipiente e occhialetti tartaruga perennemente scesi sul naso.
La giornata era una come tante,grigetta,mediamente fresca.Prima di uscire aprì le finestre.Troppa birra e rutto libero avevano lasciato il segno.Bisognava cambiare l'aria.E anche l'acqua a Fish visto che nella boccia c'era solo melma geneticamente modificata ormai-
Il cerchio alla testa non gli dava tregua.E non era solo il post sbronza ma anche la telefonata di Mary ,la sua ex moglie.Era una specie di reazione allergica la sua.Come vedeva il numero iniziava a sentire uno strano prurito nelle mani,nelle braccia e un desiderio insopprimibile di stringerle le mani intorno al collo.Ovviamente non per accarezzarla.
Il cerchio alla testa unito alle richieste economiche di quella baldracc…

La pizza col cornicione ripieno

Mi piacerebbe tanto appartenere al gruppo delle super-organizzate.Quelle alle quali se chiedi un appuntamento ti rispondono:"Aspetta che devo guardare l'agenda,vediamo... ti inserisco tra la ceretta  alle ascelle e il corso di danza del ventre".E veramente ti inseriscono lì e riescono a rispettare in maniera quasi maniacale quella maledetta scaletta.
Io l'agenda ce l'ho discretamente piena,tra impegni mattutini,lavoro pomeridiano e miei sacrosanti svaghi.Ma mantenere l'esatto ordine cronologico dei miei impegni è una Mission Impossible degna del miglior Tom Cruise.E' più forte di me,sono sovversiva nel midollo,nei pori e pure nell'ombelico.Ed il bello è che applico un autosabotaggio proprio nei miei confronti.Ed ecco che una giornata con incasellati numerosi impegni salta,anzi Zompa per dirla alla romana come una mela che incontra la dinamite.E la dinamitarda sono sempre e solo io.Colpa dell'astrologia?Sono una Gemelli,svagata e fantasiosa per natu…

La torta fragole e chantilly e l'ecologia

Ho rispetto per l'ambiente.Sissignore. Non butto le cartacce a terra. Sissignore. Non butto le gomme a terra. Sissignore Il buco dell'ozono mi inquieta tanto quanto i cinghiali radioattivi di qualche settimana fa. Quindi nell'ordine ho eliminati gli spray dannosi ,butto le batterie nei contenitori appositi e osservo un minuto di silenzio per il destino di suddetti cinghiali. Ho cercato anche di eliminare gli insetticidi chimici.Citronelle ,gerani e piante di melissa ornano i miei balconi.A volte ci ungo le mie figlie. No,non sono consenzienti. Ma a casa mia vige la democrazia. Io sono la madre e decido. Punto. Ho messo il geranio zonale e quello parigino. Ho piantato il basilico e sistemato anche tutti i miei cactus vicino le finestre. No,non sono repellenti per le zanzare..ma hai visto mai che passando si pigliano una bella spina tra il pancreas (ma ce l'hanno il pancreas le zanzare?) e la cistifellea. Sono preparata nevvero? Ecco,l'unica nota stonata è che tra i vari insetticidi…

I Twabaa e la pigrizia dell'homemade

A volte capita.
Ma no,non a volte.
Non è che perchè si è foodblogger si abbia una specie di investitura papale.La foodblogger può anche aver voglia di non cucinare.E vista l'appartenenza al cromosoma XX  può non aver voglia di cucinare ma contemporaneamente aver un certo languorino,"non proprio fame ma voglia di qualcosa di buono".
Ma la qui presente e nullatenente Emporio 21 non ha a disposizione il mitico Ambrogio della pubblicità dei Ferrero Rocher,quindi deve :o far finta di nulla(ma mentre nella maggior parte delle case vige il detto:Al cuor non si comanda,a casa mia va per la maggiore:Alla pancia non si comanda) oppure alzare le molto onorevoli terga e realizzare qualcosa con le proprie sante (giammai) manine.
E allora tre uova svogliate incontrano una ciotola sonnacchiosa.Non peso nulla..uso un bicchiere per l'olio e lo zucchero e poi giù tanta scorza di limone come se piovesse .Arriva la farina,la unisco mano mano finchè gli altri ingredienti ne hanno abbastanza …

Grissini alla pancetta affumicata e i cicli della vita

E poi all'improvviso arriva quel giorno.Si,proprio quello che ti mette di fronte aslla realtà.Quello che ti fa capire che quel famoso cambiamento di vita sta arrivando.Non più nebuloso,perso tra chiacchiere e supposizioni.E' qui,tra un pò sarà concreto.E allora le chiacchiere diventeranno affondi a gamba tesa nel futuro,diventeranno magari cambi di residenza,volture di bollette,scatoloni e vagoni di cose da portare con sè o da buttare.
Arriveranno nuovi volti,nuovi profumi,nuove chiacchiere.Nuovi modi di reinventarsi la vita.
Arriva il cambio di caserma del marito.Arriva galoppando.Arrivano nuovi pensieri,arrivano i tentativi di far cambiare residenza all'amica del cuore.Perchè lei lo sa che io mi ci metto d'impegno per suggerirle l'impensabile,per tentarla.Ma sa anche che l'unica cosa che non ci manca è la capacità di reinventarci ogni volta.
Magari invece alla fine sceglieremo di rimanere qui.Ma allora metteremo radici serie finalmente.Altre mura ...chiuderemo q…

Victoria Sponge alle fragole

A quella le son cadute le tette.
A quell'altra le chiappe.
Non ci sono più le mezze stagioni.
Ammazza quanto fa caldo.
E ma se continua così sarà  un'estate torrida.
Ma che "nun ce lo sai che er trence ce lo devi da avè indentro l'armadio?"
"E che non ce lo sai che er panterato va sempre de moda?ma che devi fà a burina?"
E no che "nun ce lo so " e per fortuna aggiungerei anche.Off corse.
Mamma,ma non è che te mori per un mal di schiena?
Mamma,ma oggi niente dolcetto?
Porca paletta,ma devo lavorare.Va beh,oggi ripetizioni pomeridiane con me stesa sul divano che fa tanto Paolina Bonaparte.
"O ma che stai a fà e che me 'nsegni l'itagliano sur divano?Allora io me stenno sur tappeto pe scrivè"
Si,te stendi ma devi studiare non devi dormire.Il concetto non gli è molto chiaro.Ariporcapaletta.
A Mò,prepara le terga che sta arrivando la mega iniezione.
Iniezione che poi ha un suo perchè.Senti talmente tanto male quando arriva il liquido che la lomb…

Torta al cocco e limone

C'è una domanda che mi ha sempre affascinato:quanto siamo liberi? Siamo noi a fare il nostro destino? O è Dio o chi per lui? Oppure è il caso?Ma quest'ultimo è beffardo. Guardatelo nella sua composizione letterale. Caso. Ora anagrammatelo. Cosa vien fuori? Il caos. Perchè a volte lasciare fare al caso porta un gran bordello nelle vite di ognuno di noi. Un anagramma beffardo,non trovate? Ora chi è che decide? A me piace pensarla così: Un uomo va dal suo re e gli chiede. "Sire,esiste la libertà nella vita?" "Certo...Quante gambe hai?" L'uomo si guarda sorpreso dalla domanda. "Due,mio signore" "E sei capace di stare solo su una?" "Certo" "Prova allora.Decidi su quale." L'uomo pensa un pò.Poi tira su la sinistra,appoggiando tutto il proprio peso sulla gamba destra. "Bene" dice il re "E ora tira su anche l'altra" "Come?E' impossibile mio signore?" "Vedi?Questa è la libertà.Sei libero,ma solo di p…

Panna di cocco e le intolleranze

Io e una delle mie figlie siamo portatrici sane di intolleranza al lattosio.
Portatrici sane perchè ci basta fare una dieta a rotazione e ci salviamo dagli effetti malefici di questa intolleranza. Perchè brutta è brutta. Io l'ho sempre avuta,insieme a quella per il cioccolato,ahimè e insieme a quella per il pomodoro. Se ne è accorta una dottoressa indiana specializzata in ayurveda un venticinque anni fa in Svizzera.Se ne è accorta da un linfonodo ingrossato.Niente analisi,niente prelievi e successivi  miei svenimenti.Uno sguardo e un lieve tocco di mano.E manco il linfonodo era in chissà quale posto nascosto.Era dietro al collo. Due minuti e aveva già in mano diagnosi e terapia.Ed io nella patria del cioccolato migliore al mondo mi sono trovata a doverlo eliminare per un pò! Poi ho imparato a conviverci.Ad abusare delle sostanze che mi fanno male e a privarmene per un periodo di conseguenza. Ma quando è stata diagnosticata a Martina ho attuato una mia personale guerra al lattosio.Passavo…

Girasoli simil Mulino Bianco,l'Emporio e gli chef

Imperfetto.
Questo sarebbe stato il nome più adatto a questo blog.
Ma ormai da quasi un anno si chiama Emporio.
Emporio perchè c'è di tutto.Perchè accanto ad un discorso strappalacrime c'è la ricetta di un ciambellone,ci sono storie strampalate,le mie e ci sono storie vere,ci sono amiche, gatte,figlie e mariti (oddio correggo marito che di quello uno basta e avanza ^_^ ).
Emporio come il negozietto che c'era in quel piccolo paesino in Umbria,il negozietto della Cesarina.La Cesarina vendeva  negli anni settanta profumi francesi accanto a filoni di pane sciapo tipico ternano e accanto a mangime per le galline .Una volta c'ho comprato un paio di pantaloncini a righine bianche e celesti.Erano messi in bella vista sopra un prosciutto e non scherzo,credetemi.
Disordinato senza dubbio.Ma c'era un calore dalla Cesarina.Le donne del paese andavano a trovarla a targhe alterne per non lasciarla mai da sola.
Per umanità?Certo. Ma anche per sapere tutto di tutti.Ma mica per cattiveri…

Il Cupolone alle fragole e Mr.Dukan

Devo correre ai ripari.
Le cure ormonali di quest'inverno ormai sono evidenti.Le benvenute perchè mi fanno stare meglio ma ormai l'amicizia stretta tempo fa tra me e la ritenzione idrica è diventata una fratellanza.
Anche la conseguente ciccettina.
Basta,ho deciso.
Ho incontrato il mio mentore.E' lui,è Dukan.
Stamattina mi sveglio,solito saluto al Sole con ossa che fanno crik e crok e poi via verso un'entusiasmante colazione.Cosa c'è di meglio di una fantastica fetta di bresaola appena svegli?
E visto che ci sono ci abbino anche un meraviglioso yogurt magro.Bianco candido con una consistenza beh...sembra acqua.
Ma io sono convinta e mentre mando giù bocconi acidi mi appello mentalmente al mio santo protettore.Sempre lui,Mr.Dukan.Aiutami,dammi la forza tu che puoi.
A metà mattina,ma si vada per un'altra fetta di bresaola.
Del resto la prima settimana è la più dura,è la fase di attacco.E attaccare è la cosa che mi riesce meglio.
Già mi vedo agghindata come Penelope Cruz ne…

Le Girandole di mele e grazie per avermelo chiesto

Mi hai chiesto di raccontarti le mie figlie.Hai detto che ti mancano.
Ci provo.A modo mio. Sara. Sara ora ha sei anni.Commercialista nel Dna.Seria e puntuale come un orologio svizzero.Attenta ai dettagli e scassaminkia ad oltranza.Sembra te in miniatura,molte volte.Tutto sotto controllo,tutto in ordine.Lei ha certezze e mai insicurezze.Io sono la più bella,la più brava e la più in gamba.Sempre.Attendiamo lo tsunami adolescenziale anche in lei per vedere se le sue convinzioni resisteranno. Ora è seriamente impegnata da due,tre mesi a questa parte ad escogitare un piano per accoppare la gatta,ma ancora non ha messo a punto una strategia che le consenta di farlo: -senza spargimento di sangue -evitando anche la ingente punizione che l'aspetta dietro l'angolo Martina l'Artista,l'undicenne.Ha deciso che è molto più charmant dire che ha dodici anni anzichè uno in meno e quindi sono all'incirca due-tre mesi che ha spostato l'asse anagrafico in avanti. A mia domanda:ma ad ottob…

Conchiglioni gratinati-lasagne zucchine e pancetta

Pasta.Di quella che piace a me. Goduriosa, Piena di sapori e amica della ciccia sui fianchi ad oltranza!

Gratin di conchiglioni ripieni di patate e pancetta

300 gr conchiglioni
4 patate medie
2 vaschette di pancetta affumicata a dadini  Furlotti
1 cipolla
1 scamorza
1 ciuffo di prezzemolo
sugo di pomodoro
besciamella fluida
parmigiano grattugiato
vino bianco

In una padella fate rosolare la cipolla tagliata a dadini.Aggiungetevi le patate tagliate a dadini.fate rosolare,sfumate con del vino bianco e fate cuocere,aiutandovi magari con delle piccole aggiunte di acqua calda per evitare che si brucino.Cinque minuti prima della fine della cottura unit la pancetta e fate insaporire tutto insieme.Spegnate il fuoco e fate raffreddare.
intanto cuocete i conchiglioni,scolandoli quando sono ancora molto al dente.
Al ripieno di patate e pancetta aggiungete la scamorza a dadini e il prezzemolo tritato.Iniziate a riempire i conchiglioni,adagiandoli in una teglia da forno imburrata,dove avrete provveduto a creare …

Il ciambellone ripieno di gelato.di Kush e Kavafis

Questo fine settimana mi ha portato alla scoperta di due artisti.Uno suggerito da Berry.
Lui è Vladimir Kush,pittore e scultore surrealista russo.Bel tipetto (il che non guasta mai ,anche se Berry dice che i russi sono troppo Ice ^_^) con all'attivo delle opere straordinarie...questa è una di quelle che mi hanno incollato gli occhi allo schermo:

L'altro è un poeta e giornalista greco,Konstantinos Kavafis.Un piccolo libretto,una vecchia edizione Einaudi scovata in una bancarella dell'antiquariato tempo fa.Dimenticato poi in un cassetto.Ieri il ritrovamento e la scoperta di un mondo bellissimo.Poesie delicate,a volte disincantate ,un mondo da scoprire.Ve ne lascio una:

Tanto Quanto sia possibile

"E se tu non puoi condurre la vita che vuoi,
cerca almeno di fare qualcosa,
tanto quanto sia possibile.
Non pasticciarla in rapporti mondani,
in troppa agitazione e discorsi.
Non la sciupare impegnandola in tutti i propositi,
portandola ovunque e esponendola alla futilità quotidiana,
fino …

I biscotti al latte e The One

Uno dei miei fratelli diceva sempre:" Se ti senti triste accendi la radio,ascolta un cd,insomma ..usala la musica"
Stamattina ero un pò amareggiata,con mille pensieri che si affacciavano spiacevoli per poi ritrarsi ..senza curarsi però di non lasciare traccia.
Il post odierno prendeva forma nella mia testolina,intanto.
Un post amaro.
Ho acceso la radio.
Sentiamo se una musica può fare,come canta Max Gazzè.
E ha fatto.
Ma non una musica.Una notizia.
Se volete stupida,ma che a me ha fatto viaggiare con i ricordi,mi ha ricordato i miei trascorsi e in fondo chi sono...
Ieri il mio primo,unico ed insostituibile amore ha compiuto trent'anni.
Bello come il sole,forte,invincibile.
Chi è?
Curiosone.
Vi dice nulla alabarda spaziale?
E insalate di matematica?
Ebbene si è lui!


Il mio mitico Actarus.Goldrake....
Che ricordi ragazze!!Avevo otto anni e il cuore mi batteva forte forte quando in Tv scorrevano le prime immagini della sigla...mi aggiustavo i capelli prima dell'inizio,mi sedevo in poltr…

Fragole snack,tortino carciofi e scamorza e la nube tossica

La composizione della nube tossica sta lentamente evolvendosi.Da materiale gassoso si è trasformato in materiale solido tangibile:i visi della gente.
In città sono state notate orde di persone tristi ,grigie,ammutolite.
Gli esperti ritengono che l'effetto perdurerà negli anni se non verrà pianificato un attacco di massa.
I principali sintomi sono:grigiore del viso,ghigno iroso che piega le labbra e consistenti scoppi di ira.
Di chi o di cosa sarà colpa?Smog,buco dell'ozono ,batterie scariche buttate nell'ambiente che provocano esalazioni mortali?
Uno o forse tutti o forse altri motivi.
La situazione,ci dicono i bene informati sta degenerando lentamente.Gli uni contro gli altri armati.pronti al giudizio,alla denigrazione,alla critica.Appollaiati come corvi ad aspettare un passo falso,un piede appoggiato di sbieco anzichè dritto.
Il rimedio,dopo accurate ricerche scientifiche condotte da un team di esperti internazionali?
Solo uno:

Smile!Sorridiamo.
Non costa nulla,non serve nemmeno l…

Biscottini all'olio d'oliva e agrumi e Furia

Voi la conoscete una Furia?
Furia,la versione femminile singolare niente meno che di :

Io si che la conosco una Furia. E mi fa fare delle grandi risate. Certo le prime volte è stata dura perchè il vaffa era sempre sulla punta della lingua.E credetemi,per me riuscire a stare zitta è impresa titanica. Poi ho imparato a capirla e a comprendere che dietro questo atteggiamento si nasconde una grande insicurezza. L'ultimo episodio oggi. "Mia cara oggi sono libera da impegni,non lavoro e possiamo vederci per quel famoso caffè" "Monica cara ma con piacere.Sei libera alle 14.45?" Ok iniziamo le danze ,penso tra me e me. "E no,devo sfamare la carota grande.Se per te va bene facciamo verso le cinque?" "Giammai,alle 17.05 devo partire per andare a Roma.Facciamo così,la parrucchiera mi viene a far la piega alle 15.00.Calcolando un trentacinque minuti massimo direi che ci possiamo vedere alle 15.45 fino alle 16.00.Poi devo andare a lustrare le ruote della macchina e a me…

La Crostata delizia alle mele e il volo del gabbiano

Quanto è sviluppata la vostra capacità di osservazione visiva?
Ma non la macro osservazione,la micro ,quella delle cose piccole,le cose in secondo piano,le cose che non fanno clamore.
La mia è poco sviluppata.Guardo la scena nel suo insieme.E la maggior parte delle volte mi fermo e non vado oltre.Purtroppo.Perchè mi perdo molto della realtà sfumata.
Una sensazione  provata ieri.
Al mare,seduta sulla sabbia,mentre le bimbe giocavano con il papà.
Ho alzato gli occhi al cielo.Un gabbiano volava basso.Quante volte ho visto un gabbiano volare?Tante.Ma quante volte l'ho osservato veramente?
Il suo volo è un volo incurante,disinteressato.Vola senza traiettorie precise,col muso e il becco alti e fieri.Ma è noncurante all'apparenza.....basta un attimo e quello stesso volo leggiadro ed incurante diventa un'operazione degna di un incursore del battaglione S.Marco.Con una precisione chirurgica si abbassa fino al lambire l'acqua e cattura la preda.Per poi riprendere il suo volo incurante…