Visualizzazione post con etichetta Ricette Americane. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Ricette Americane. Mostra tutti i post

I Muffins alla zucca - La ricetta definitiva, quella perfetta!


colazione zucca breakfast



Questi muffins alla zucca, morbidi e profumati, sono l'ideale per iniziare con il piede giusto la nostra giornata. La morbidezza della zucca, la carica delle spezie, l'assoluta perfezione di un'alchimia di ingredienti che creano un dolcetto che non ha bisogno di altro, né di zucchero a velo o frosting particolari.

Il mondo si divide in due grandi fazioni: c'è chi ama la zucca e chi la odia. Beh, questi dolcetti sono il calumet della pace. Perfetti per chi adora la semplice complessità di questo vegetale, sono ideali anche per chi proprio non la sopporta. Il sapore non si sente affatto ma la sua presenza è quel quid necessario per fare di questi muffins delle tortine speciali, che non devono mancare sulla nostra tavola autunnale.

Per quello che mi riguarda, questi muffins sono i migliori che io abbia mai provato. E ve lo dice una che, pur adorando la zucca, ha sempre guardato con occhio perplesso i dolci fatti con questo ortaggio meraviglioso. Ho avuto modo di assaggiarli grazie a un'amica di mia figlia, una deliziosa adolescente che sa davvero mettere le mani in pasta. Assaggiarli e chiederle le dosi è stato un tutt'uno. Del resto, la provenienza della ricetta è una garanzia di riuscita assoluta, perché è di Sonia Peronaci!



Ne ha fatta di strada questa simpatica palla arancione, diventata uno dei simboli per eccellenza di Halloween. Pensate che quando gli Europei arrivarono in America, guardarono con un certo senso di superiorità questo ortaggio le cui origini si perdono nella notte dei tempi. Però portarono una manciata di semi di zucca in Europa e qui accadde il miracolo. 

In poco tempo la zucca colorò di arancione anche i campi del vecchio continente. Ma anche allora la gente si divideva in due grandi fazioni. C'era chi la considerava il simbolo della natura indomita del Nord America e di una vita contadina semplice e frugale, e chi invece pensava fosse un simbolo della lussuria e della mancanza di civiltà, il vessillo dei poveri e dei nullatenenti.


Negli Stati Uniti all'inizio non ebbe nemmeno un grande valore commerciale. Le cose iniziarono a cambiare quando alcuni poeti (John Greenleaf Whittier, Sarah Josepha Hale, Lydia Maria Child) cominciarono a celebrarla. Crebbe il suo valore come coltivazione agricola in grado di sfamare senza molto impegno economico. In pratica, la zucca era apprezzata più che per il suo sapore per il suo aspetto e il significato recondito!

Nel secolo scorso Jack O'Lantern compie il miracolo e la zucche lentamente diventa un must ovunque. Negli Stati Uniti ogni americano si reca personalmente nei campi per scegliere la sua zucca, la migliore. E non si tratta di vincere soltanto la gara come miglior decorazione di Halloween. C'è tutto un tentativo sotterraneo di recuperare, secondo gli studiosi di costume oltreoceanico, un passato contadino semplice, ancestrale, un passato che lentamente sta sparendo!

Torniamo alla nostra ricetta. Sonia ne realizza dei divertenti cupcakes. Io vi dico che potete lasciarli così come sono perché sono realmente perfetti. Ha saputo tirar fuori dal cappello una ricetta in cui tutti gli elementi insieme funzionano alla grande, fondendosi in un impasto che ha la capacità di rimanere morbido per qualche giorno. Vi rimando alla sua ricetta se volete creare dei divertenti dolcetti (cliccate QUI). Io ho sostituito il bicarbonato con il lievito (lei utilizza 5g di bicarbonato di sodio) e ho cotto la zucca semplicemente a vapore.




MUFFINS ALLA ZUCCA

230 di polpa di zucca
110 g zucchero di canna
200 g farina
160 g di burro morbido
80g miele
1 uovo
5 g lievito
cannella e noce moscata (a piacere, io abbondo sempre perché adoro le spezie!)




Con questa dose ricavi circa 12 muffins.

Cuoci la zucca a vapore e, una volta morbida, falla scolare in uno scolapasta per circa una mezz'ora e poi frullala fino a ottenere una purea omogenea.

Monta con le fruste elettriche il burro morbido e, una volta ottenuta una consistenza morbida, aggiungi lo zucchero e lavora per qualche istante. Aggiungi il miele, la zucca e l'uovo.


Dopo aver setacciato la farina con le spezie e il lievito aggiungile al mix di burro. Lavora ancora per qualche minuto e trasferisci il composto (puoi aiutarti con una sac-a poche) nei pirottini di carta. Cuoci a 180° per 20/25 minuti. Prima di tirarli fuori dal forno controlla il grado di cottura.


Hawaiian Bread Rolls






Perché viaggiamo con lo spirito oltre che con passi lenti ma sicuri
Perché il confine ci va stretto come un abito di due taglie inferiori.
Cerchiamo davanti al nostro naso ma sappiamo che la realtà è altrettanto bella 
oltre l’ orizzonte






Perché siamo viaggiatori che vorrebbero avere il sapore di ciascun luogo di questa Terra e anche  oltre ( ve lo ricordate Toy Story? Verso l’infinito e oltre!!)
Perché non ci bastano tre vite per andare in tutti i luoghi che solleticano i nostri sensi.
Perché viaggiamo anche attraverso un piatto , una spezia.
Perché  sappiamo che quel determinato piatto è la cultura di un popolo.
E la conoscenza , la comprensione ..quella che parte dalle cose elementari …acqua, terra,sole, vento può portare solo cose belle.
E mai il baratro.


Oggi vi porto con me a respirare aria d'Oceano, di vulcano, di ananas e cocco
Le Hawaii, un paradiso in terra.
E questi panini, presenti in tutti gli scaffali dei supermercati statunitensi, ne sono l’emblema.
Hawaiian Bread Rolls che poi, sembra li abbiano portati gli immigrati portoghesi arrivati sull’isola.
Il succo d’ananas l’ingrediente che ha catturato il mio interesse.
E  la convinzione di trovarmi di fronte ad un pane dolce.
Niente di più sbagliato.,
L ’hawaiian Bread Rolls è un po’ come il beige.
Lo si mette ovunque.
E voi provatelo con qualsiasi cosa.
Creme al cioccolato, pietanze salate e la morte loro: il gelato.
Possibilmente al cocco.
Perchè nella parte dei viaggiatori senza confine noi, ci caliamo fino in fondo
(fonte ricetta:Handle the eat)




Hawaiian Bread Rolls

½ tazza di succo d’ananas
½ tazza di latte intero tiepido
60 grammi di burro fuso e tiepido
2 uova leggermente sbattute
6 cucchiai di zucchero semolato o di canna
1 bustina di lievito di birra
550/600 grammi di farina

Fate intiepidire il latte e sciogliere il burro.
Nella planetaria o in un mixer unite tutti gli ingredienti tranne il latte.
Iniziate a mescolare e unite a filo il latte. Fermatevi quando il composto sarà formato e non più appiccicoso.
Può darsi che non abbiate bisogno di tutta la mezza tazza del latte. Regolatevi ad occhio, alcune farine assorbono più liquidi delle altre.
Una volta formato il composto mettetelo a lievitare fino al raddoppio.
Riprendetelo, dividetelo in circa  15 parti uguali.
Formate delle palline e mettetele nella teglia rivestita di carte forno.
Fate lievitare per circa  45 minuti.
Cuocete in forno caldo per circa mezz’ora.
I primi dieci minuti coprite la superficie  dei panini con la carta forno.


I biscotti Thin Mints tradizionali e in versione furba!!



Coraggio,compassione,onestà,sorellanza,sicurezza e carattere.Questi i valori insegnati nelle Girl Scout americane e sicuramente nei gruppi scout a qualsiasi latitudine.
Mi ha sempre affascinato il loro mondo.
Un pò meno le loro ginocchia scoperte con la tramontana di gennaio.
Invano ho tentato di invogliare le mie figlie,coadiuvata da un marito ex-scout.
Non c'è stato niente da fare.
Per questo mi è piaciuta tanto la storia dei biscotti delle Girls Scout americane.
Avete presente quei gruppi di scout che trovate nei film statunitensi?Quelli con il banchettino fuori dal supermercato ?O quelli che vi vengono a bussare a casa con in mano dei coloratissimi pacchetti?Ecco,vi stanno vendendo proprio quei biscotti,biscotti di cui i Thin Mints che oggi vi propongo sono i capostipiti.
Gli Americani li adorano,li cercano,li comprano senza problemi proprio perchè con il ricavato si vanno a sovvenzionare numerose opere di beneficenza.
Mi piace quest'idea della ragazzina scout che vende porta a porta.
L'ho detto a mia figlia grande.
"Pensa che bello Tati,andare a bussare alla porta della gente e vendere questi biscotti.Ti piacerebbe?"
"Ma stai scherzando?E metti che ti apre Jack lo Squartatore,o Freddy Krueger o peggio ancora un serial killer?"
Ho capito due cose quindi:
- mia figlia non farà mai la girl scout
-forse è il caso di farle vedere meno Criminal Minds!!!!

In realtà vi propongo due versioni di Thin Mints.La prima è quella canonica,da brava foodblogger sempre presente,sempre desiderosa di fare e mai stanca.L'altra è la versione...ehm...con la scorciatoia.La versione della foodblogger nelle giornate no,quelle giornate in cui si guardano in cagnesco mestoli e affini. Perchè a me capitano queste giornate,molto spesso direi e quindi ben vengano anche le versioni furbe!!
ovviamente la caratteristica di questi biscotti è il connubio tra cioccolata e un leggero sentore di menta.Nulla vi vieta però di realizzare la ricetta omettendo la menta stessa.Ovviamente non saranno più gli stessi biscotti ma...de gustibus non est disputandum.Gli americani consigliano di tenerli in congelatore una volta preparati perchè più sfiziosi.Io non ho provato.So solo che il giorno dopo sono ancora più buoni!!

Thin mints versione tradizionale:



Preparazione:

In una ciotola mettete la farina,l'amido di mais,il cacao e il pizzico di sale..In un altro contenitore mettere il burro con lo zucchero e lavorarli a crema.Aggiungere il latte e la menta e la vaniglia.mescolare con le fruste elettriche ed aggiungere il composto preparato prima con la farina.Lavorate il tutto brevemente con le mani e date la forma cilindrica al composto.Avvolgerlo nella pellicola e tenerlo in freezer per una ,due ore.Trascorso il tempo necessario,toglietelo,tagliatelo a fette non troppo spesse e i biscotti cosi ottenuti sistemateli su una teglia foderata di carta forno.Cuocete in forno caldo,funzione statica,180 gradi per non più di un quarto d'ora.Una volta cotti tirateli fuori e fateli raffreddare completamente prima di immergerli nella glassa.
Preparazione della glassa:
sciogliere il cioccolato con la menta.Immergervi i biscotti ed appoggiarli su una gratella per farli rapprendere.


Thin mints con il trucco

Ingredienti:

1 scatola di Ritz
300 gr cioccolata fondente
1 cucchiaino di sciroppo di menta (o estratto di menta per uso alimentare)

Far sciogliere al microonde o a bagnomaria il cioccolato fondente con la menta.Immergervi i Ritz,ricoprirli interamente e metterli a raffreddare.Tutto qui!!