Girasoli simil Mulino Bianco,l'Emporio e gli chef

Imperfetto.
Questo sarebbe stato il nome più adatto a questo blog.
Ma ormai da quasi un anno si chiama Emporio.
Emporio perchè c'è di tutto.Perchè accanto ad un discorso strappalacrime c'è la ricetta di un ciambellone,ci sono storie strampalate,le mie e ci sono storie vere,ci sono amiche, gatte,figlie e mariti (oddio correggo marito che di quello uno basta e avanza ^_^ ).
Emporio come il negozietto che c'era in quel piccolo paesino in Umbria,il negozietto della Cesarina.La Cesarina vendeva  negli anni settanta profumi francesi accanto a filoni di pane sciapo tipico ternano e accanto a mangime per le galline .Una volta c'ho comprato un paio di pantaloncini a righine bianche e celesti.Erano messi in bella vista sopra un prosciutto e non scherzo,credetemi.
Disordinato senza dubbio.Ma c'era un calore dalla Cesarina.Le donne del paese andavano a trovarla a targhe alterne per non lasciarla mai da sola.
Per umanità?Certo. Ma anche per sapere tutto di tutti.Ma mica per cattiveria.Per tenersi informate.Una specie di Novella 2000 antelitteram.Ricordo ancora giorni e giorni di pettegolezzi su una ragazza che doveva sposarsi ed era scappata all'ultimo momento "p'annà a fà la bona donna a Orvieto con n' avvocato".Michela si chiamava sta poverina.Me lo ricordo ancora.E io mentre ero intenta a girare con la mia biciclettina pensavo "E che male c'è a fare la bona donna?"
Il concetto ,velato tra le righe,ancora non mi era chiaro.
Ci trovate di tutto qui dentro.Soprattutto le imperfezioni,le sbavature.A volte le strisciate d'unghia sulla lavagna.
Parliamoci chiaro.Io non sono nè una chef,nè una pasticciera nè una favolosa cake-design.Non lo sono e non potrei proprio esserlo.Cucino per amore perchè così mi è stato insegnato.
Sono cresciuta messa su uno sgabello per arrivare al bancone in svariati ristoranti romani.Uno di questi si affacciava proprio su piazza S.Giovanni.Vedevo gli chef all'azione,tra i quali mio fratello,la fatica,le soddisfazioni,l'agitazione delle ore di punta,le riunioni al mattino (e questo non lo scorderò mai) di fronte ad una frappa.Si,proprio una frappa.Tre mucchietti, tre diverse calibrature di zucchero,tre diversi modi di aggiungere il lievito.Uno mi divertiva un sacco.Un mezzo bicchiere di latte dove veniva versato il cremor tartaro.Una pozione magica!Bollicine a non finire....E alla fine l'assaggio e la decisione su come e quale versione presentare.Chef che avevano studiato,girato svariate cucine,chef imbarcati sulle navi,chef che andavano a fare le varie stagioni.....Poi in Svizzera,nel locale di Selim,chef turco emigrato con dolore che all'epoca faceva il miglior kebab della città e sognava i profumi e i colori e i suoni della sua terra mentre fuori regnava il silenzio più assoluto....
Insomma,qui non troverete piatti perfetti,curati.Ci metto impegno,ma non ce la faccio ad essere perfetta.O magari non voglio.O magari non posso.O magari la perfezione la lascio a chi lo fa perchè quello è il suo destino
Vi prego solo di accettarmi per quella che sono.
Una foodblogger deliziosamente (spero) imperfetta.
Con affetto.

Vi propongo la merenda che oggi ho dato ai bimbi che fanno lezione da me.Tra un problema di matematica e uno di geometria ci abbiamo infilato un simil girasole,che ricorda molto quello del Mulino Bianco.Forse anche migliore,e lo dico senza temere di essere superba.La ricetta non è mia quindi manco il merito ^_^.L'unica variante è che io non ho usato vanillina e ho abbondato con il limone
(ricetta originale Il Dolce mondo di Sara)

Girasoli tipo Mulino Bianco

per la pasta:

400 gr farina
100 gr zucchero
100 ml latte
50 gr burro morbido
1 bustina lievito di birra
1 uovo
1 pizzico di sale
scorza di 1\2 limone grattugiata

per la crema:

300 ml latte
80 gr zucchero
55 gr farina
vanillina (io non l'ho usata)
scorza grattugiata di un limone.

Prepariamo tutti gli ingredienti per il ripieno sulla spianatoia infarinata,impastiamo fino ad ottenere una palla a facciamo lievitare per un'ora e mezzo,due (possiamo anche utilizzare la macchina del pane,programma lievitazione e impasto)
Intanto  prepariamo la crema.Scaldiamo il latte la scorza di limone grattugiata.In un altro pentolino mescoliamo farina,zucchero,limone e vanillina (io l'ho omessa),aggiungiamo il latte caldo lentamente,poniamo sul fuoco e facciamo addensare.Al primo accenno di bollore togliete,altrimenti diventerà troppo densa.
Facciamo raffreddare.
Trascorso il tempo di lievitazione,prendiamo l'impasto,lavoriamolo brevemente e stendiamolo a rettangolo.
Spalmiamo la crema che avevamo messo da parte,arrotoliamo,e tagliamo a rondelle non molto alte altrimenti lievitano tantissimo.
A questo punto mettiamole su una teglia foderata da carta forno (io le ho inserite dentro alla teglia dei muffins per non far perdere loro la forma)
Facciamo lievitare per una mezz'ora e cuociamo a forno caldo (180 gradi) fino a leggera colorazione(all'incirca ci vorrà un quarto d'ora)





Commenti

  1. Per quanto mi riguarda questa tua deliziosa (confermo!) imperfezione è proprio ciò che mi piace!
    Seguo molti blog di ricette, ma solo 3 hanno l'icona sul mio cellulare, e tra questi c'è il tuo.
    Non solo per le ricette, perchè sono sempre buone e deliziose, ma io (come anche questi bellissimi girasoli...io quelli del Mulino li adoravo!!!) il più delle volte so di non poterli riprodurre con le mie farine mongoline...
    e allora perché? per i tuoi racconti, per il tuo calore, perché anche se sono via tutto il giorno e non riesco a toccare il computer (ogni mercoledì in pratica), sul treno posso almeno godermi le tue storie...
    Non posso commentarle perché se ci provo il cellulare si spegne, fa schermo nero, e probabilmente esploderebbe, ma sappi che una delle visualizzazioni è la mia..
    Il tuo non è solo un blog di cucina, è un blog di letture, di racconti, di opinioni,di un sacco di cose, e sì, anche di cucina...
    Il titolo mi sembra azzeccatissimo perciò...
    Senza nulla togliere alle tue ricette, anzi... (il tiramisù alle fragole e cocco è da un po' che voglio farlo...aspetto solo le fragole del giardino...)
    un abbraccio imperfetto
    sara

    RispondiElimina
  2. Cara Monica,il tuo blog è bello così com'è.
    Ricette fatte con amore e semplicità.Qui ci si sfoga,si scambiano opinioni e ci si confronta,penso che meglio di così non poteva essere!!!!
    Belli i tuoi girasoli e ho l'impressione anche molto buoni!
    Brava come sempre!!:-)

    RispondiElimina
  3. Ehi Monichetta! Io ci sono cresciuta con i biscottini mulino bianco.. adoro:) e adoro gli empori, mi sanno da bei negozi di tante cose che ormai non esistono più:)
    A presto cara:*

    RispondiElimina
  4. Io amo gli empori, ormai non esistono più, solo qualche drogheria che come una volta ha qualunque cosa ti venga in mente.....e qui è così!! Il tuo è uno splendido emporio guidato da una saggia ragazza con una spiccata capacità dialettica e con brillanti idee editoriali!!!!
    Non potrebbe essere diverso, secondo me, il blog della Pennacchietti....tu sei un vulcano di idee e non puoi limitarti alla cucina perchè hai un sacco di cose da dire che fanno riflettere nel bene e nel male.....quindi stella continua così!!! Mi levi una curiosità??!! Ma da cosa è stato ispirato questo post???

    Un abbraccio stellina e buon fine settimana
    monica

    RispondiElimina
  5. Ciao Amica!!!
    Perfezione??? per quel che mi riguarda questo blog è già perfetto così com'è, questo blog sei tu con i tuoi racconti, le tue ricette casalinghe ma sempre originali, la tua simpatia!
    Echissenefrega della perfezione?...a me non è mai piaciuta poi!
    Io ti voglio bene così come sei, e il tuo emporio è un perfetto luogo d'incontro, scambio e chiacchiere!
    BRAVA!!!! NON HAI USATO LA VANILLINAAAAA!!!! Ma l'hai trovata la polvere di vaniglia???
    Bellissime queste briochine con la crema!!!
    Un abbraccio stretto stretto..mamma, meno male che è venerdì, sono devastata..:-/
    Roberta <3

    RispondiElimina
  6. Sai che la perfezione è un difetto?
    Rimani come sei con il tuo blog bello da seguire e le tue ricette che molte di noi possono ripetere senza sentirsi inadeguate a presto

    RispondiElimina
  7. Eccerto che ti accettiamo così... nella tua imperfezione sei perfetta per noi no? :-)))) un abbraccio.. e ti rubo anche un girasole.. un bacione e buon w.e. :-)

    RispondiElimina
  8. Wow che bel nuovo look ha il tuo Emporio! Secondo me il nome che hai scelto per il tuo blog è perfetto, non potevi adottarne uno migliore! E che buoni questi dolcetti...sono grande ma....posso venire anche io a lezione da te se mi vizi con queste bontà!!!! Buon sabato!

    RispondiElimina
  9. ciaoooo!!! bellissimo il nuovo look!!! e attraenti i tuoi scritti, avvolgenti , puntuali e ironici al punto giusto!!!
    ottima questa ricetta e perfetta l'idea di metterli negli stampi per i muffin!!!!
    bravissima come sempre!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari