Visualizzazione post con etichetta ricette con legumi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta ricette con legumi. Mostra tutti i post

27 giugno 2017

Insalata di grano saraceno




Riaprire le pagine di un blog è un po' come tornare a casa dopo un lungo viaggio di lavoro. Apri la porta, respiri l'aria familiare resa solo leggermente più acre dall'odore di chiuso. Appoggi la tua borsa sul tavolo, le chiavi, gli occhiali da sole e ti guardi intorno. Sei tornata, finalmente.
Dopo due mesi di buio e problemi, eccomi di nuovo qui a raccontarvi le mie strampalate avventure, culinarie e non.

Forse sarebbe il caso di vivere seguendo il principio delle doppie possibilità perché non sempre è buona la prima. Un odore, un sapore, una persona possono non piacerci un granché nell'immediato. Questione di pelle, premonizione o semplice indisposizione transitoria.
Le cose cambiano però. Cambiamo noi, i nostri pensieri, i gusti. Prendete me ad esempio. A vent'anni odiavo il giallo e Titti il canarino. A quarantasei odio sempre Titti (forza Silvestro) ma il giallo è uno dei miei colori preferiti perché gli ho dato una seconda possibilità.

Io e il grano saraceno non abbiamo mai avuto un gran rapporto. Ci siamo studiati da lontano, ci siamo avvicinati, scrutati, provati e poi, come un rapporto dove entrambi i protagonisti pensano di aver dato tutto, ci siamo salutati e allontanati.

L'ho incontrato di nuovo ma stavolta nella sua forma primordiale: i chicchi. E ho deciso che forse era il caso di provare di nuovo. E ho fatto bene, è nato un amore. Con la calura estiva, l'insalata a base di questo falso cereale è non solo buona, ma una miniera di sostanze nutritive.




Senza glutine, energizzante, utile per la pressione, controlla il livello di zuccheri nel sangue, è ricco di flavonoidi, necessari per prevenire l'invecchiamento cutaneo. La qualità che lo rende assolutamente necessario in estate è l'alto contenuto in magnesio e potassio, sali minerali che si disciolgono come un Calippo al sole appena iniziamo a sudare.

Ve lo propongo in due versioni. La prima è quella basic, senza tanti fronzoli. la seconda è la stessa ma impreziosita da una chicca della quale ormai non posso più fare a meno in cucina ovvero la Mousse di cipolla di Delizie Vaticane di Tropea.







INSALATA FREDDA DI GRANO SARACENO

dose per 1 persona

50 grammi di grano saraceno
2 cucchiai di lenticchie già lessate
1/2 carota
1/2 gambo di sedano
2 cucchiai di mais
1 punta di paprica affumicata
2 foglie grandi di basilico
1/2 spicchio d'aglio (anche meno)
olio sale e pepe

Lava il grano saraceno e fallo cuocere per venti minuti. Nel frattempo con il mixer frulla le foglie di basilico, l'olio, il sale, il pepe e l'aglio e metti da parte. Scola il grano saraceno, fallo raffreddare e sistemalo in un piatto da portata. Unisci le lenticchie, la carota e il sedano puliti e tagliati a dadini, il mais. Condisci con l'emulsione e metti in frigo per almeno due ore.

Servila così oppure, se vuoi una marcia in più, utilizza la Mousse di Cipolla Delizie Vaticane di Tropea.



Continue reading

No comments

14 settembre 2016

Pasta al sugo di lenticchie facile e saporito


legumi-lenticchie-pasta-veloce-facile-economico


A volte penso proprio di essere limitata.
Ho le visioni a senso unico .
Se mi dite pasta e legumi io ve la interpreto in una sola maniera: zuppa.
E visto che ormai ovunque si raccomanda di sostituire le proteine vegetali a quelle animali soprattutto con l’ ausilio dei legumi beh, io rischio di far mangiare la zuppa ai miei consanguinei in media tre/quattro volte a settimana. Il che a dicembre può essere anche confortante, ad agosto è causa di separazione con addebito.
L’ ho detto, sono tarata.
Fortuna che esiste la mia spacciatrice di pasta preferita che mi dà idee e spunti che mi piacciono molto, soprattutto riguardo i primi, argomento nel quale non sono molto ferrata.
Io campo a marshmallows e proteine come se piovesse.
La pasta la salto a piè pari.
Rischiando anche qui una separazione fulminea vista la dedizione totale del mio consorte ai carboidrati.
Questa è una pasta buonissima.
Pure golosa.
Consente di mangiare legumi anche a, va beh, non dico ad agosto ma a giugno sicuramente.
Ci vuole poco se partite dalle lenticchie in scatola.
Lo so, vi dovrei dire da brava foodist, che dovete lessarle voi.
Ma io non sono brava.
Sono pratica.
E le lenticchie in barattolo oggi vengono prodotte da fior di marche che ci garantiscono (forse) sonni tranquilli.

(ricetta tratta e modifcata dal blog "La lifferia")


PASTA AL SUGO DI LENTICCHIE FACILE E SAPORITO

400 gr di passata di pomodoro
1 barattolo di lenticchie lessate
100 gr pancetta affumicata
Salvia
1 carota
1 cipolla
1 sedano
prezzemolo tritato
parmigiano


Tritate la carota con il sedano e la cipolla e la pancetta insieme alla salvia.
Mettile a rosolare con un po’ di olio in una padella.
Aggiungi la passata e fai cuocere per una decina di minuti circa.
Regola di sale e di pepe.
Scola le lenticchie dal loro liquido di conservazione e sciacquale, aggiungile al sugo e fai insaporire per cinque minuti.
Aggiungi 1 cucchiaio di olio extravergine  e del prezzemolo tritato
Scola la pasta, tieni da parte dell’acqua di cottura.

Condisci la pasta e se dovesse risultare troppo asciutta unisci qualche cucchiaiata di acqua di cottura  e servi ben caldo

Continue reading

4 Comments

Followers

Visualizzazioni :

Google+ Followers

Search This Blog

Popular Posts

Pages

monicapennacchietti@l'emporio21. Powered by Blogger.

Buzzoole

buzzoole code

histats

Follow by Email

Se vuoi contattarmi:



Collaboro con:

Translate

Follow us

Instagram