La Torta Slava e "anta" versus venti




A vent'anni avevo due nemici dichiarati.Il giallo e il limone.

Oggi uno è il mio colore preferito e le ricette a base di limone mi piacciono tanto.




A vent'anni era convinta che per essere bella il rossetto rosso fosse un must.
Oggi le mie labbra sono sempre naturali,al massimo rosa.




A vent'anni per mantenermi all'università facevo un pò la fotomodella per un fotografo un pò pazzo e un pò la sua assistente.E quando arrivavano le modelle ,ma quelle vere,mi dicevano sempre:"Uff,la parte più brutta di me sono i piedi".
E io mi massacravo in estenuanti sedute levacalli pensando che l'essenza della bellezza fosse tutta nell'alluce & Co.
Oggi penso che l'essenza dello charme in una donna sia una bella e sana risata.




A vent'anni pensavo che parlare di Kant e Hegel fosse essenziale e imprescindibile.
Oggi penso che anche Topolino sia essenziale e imprescindibile.




A vent'anni pensavo che la politica dovesse essere importante tanto quanto il deodorante sotto le ascelle
Oggi posso vivere anche senza, pur conservando una mia precisa identità ideologica.




A vent'anni pensavo che i film di Fellini non mi piacessero perchè ero un pò stupidina.
Oggi penso che non c'è niente di male se tra Fellini e Jack Sparrow,mi piace più quest'ultimo ^_^




A vent'anni pensavo che il tacco 12 facesse tanto chic.
Oggi penso che il tacco 12 sia una tortura medievale inventata da qualche sadico senza figli piccoli da scarrozzare per la città.




A vent'anni pensavo che a quaranta sarei stata una seria donna con tailleur e chignon
Oggi a quota quasi quarantacinque (oh my God) di serio ho solo i sentimenti e lo chignon ancora non so come si fa ^_^

Tornereste indietro?Vorreste essere come eravate?Io no.
A vent'anni mi sembrava di dover dimostrare chissà che cosa.Oggi non devo dimostrare più nulla.L'età mi ha concesso un grande regalo:il gusto di vivere.Tutto qui.E non mi sembra poco!

Queste le riflessioni arrivate in un giorno un pò nuvoloso e un pò no mentre sistemavo le foto per il giveaway di Simona.Un compleanno importante il suo.merita una delle mie torte preferite.
Le crostate sono la mia passione.
Le meringhe il mio paradiso personale.
La torta slava le riunisce entrambe in un sol colpo.
Uno strato di frolla,uno di confettura ,l'ultimo di soffice meringa.

Varie sono le ricette in rete,ne ho sperimentate tante fino ad arrivare a dosi che per me sono perfette perchè il rischio di questo dolce è annegare nella troppa presenza di zucchero.
L'ideale è utilizzare una confettura scura per l'effetto cromatico ma ovviamente il mio consiglio è usate quella che più vi piace!




LA TORTA SLAVA

per la base di frolla:

300 grammi di farina
3 tuorli (da uova medie e non grandi)
100 grammi di burro sciolto
vaniglia
1 scorza di limone grattugiata
1 cucchiaino raso di lievito
50 grammi di zucchero

per la meringa:

3 albumi
70 grammi di zucchero

confettura a scelta

Come prima cosa sciogli il burro a bagnomaria o nel microonde e fallo raffreddare

Monta gli albumi per due minuti nel mixer elettrico.
Aggiungi lo zucchero fino ad ottenere un composto ben fermo.
Metti in frigo



In una ciotola metti tutti gli ingredienti per la frolla compreso il burro sciolto che avrai fatto raffreddare (se il composto dovesse risultare poco lavorabile unisci poca acqua naturale)

Prendi uno stampo rettangolare,rivestilo di carta forno e stendi lo strato di frolla,cercando di renderlo uniforme



Spalma la confettura sullo strato di frolla  e successivamente spalma sulla confettura gli albumi montati a neve,fino a ricoprire tutto lo stampo




Inforna a 160 gradi per circa 35 minuti,tenendo lo strato di meringa coperto con un foglio di carta forno per i primi dieci minuti.la meringa diventerà marroncina,non ti preoccupare è normale.Devi solo far attenzione che non bruci.
Il tempo di cottura è indicativo.Controlla sempre prima di spegnere il forno.
Una volta cotta falla riposare in forno spento per circa dieci minuti.
Tirala fuori, aspetta che sia completamente fredda,spolvera con zucchero a velo e taglia a quadrotti!


Con questa ricetta partecipo al giveaway di Batuffolando Ricette "Le primavere"



CONVERSATION

14 commenti:

  1. A vent' anni c'era un piccolo neo nella mia vita, non averti conosciuta <3

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. me la sono praticamente dimenticata ^_^.Corretto l'errore,sono 300 grammi

      Elimina
  3. si io tornerei indietro ma solo per darmi qualche botta in testa che renda quello che ho ora non cosi complicato.
    FAvolosa questa torta

    RispondiElimina
  4. Poco zucchero e poco burro.. perfetta! Eh già.. perchè quello che a me manca, personalmente dei miei 20 anni.. è il metabolismo e la tiroide funzionante (ma anche a 40 in realtà e pure a 45 funzionava ancora - sigh...) bellissimo il tuo racconto 20 Vs. .. anta io non credo cambino poi così tanto i "tempi" quelli penso siano ciclici.. cambiano le prospettive, le priorità, le possibilità. Potrei parlarne per ore.ma pur essendo una grandissima chiacchierona, la riservatezza prevale. Grazie a Dio c'è invece chi ne parla e chi legge molto volentieri :-)
    grazie per questa fantastica torta che non conoscevo (amo meringa soffice e amo frolla..fai un po' tu...) un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Vorrei tornare a vent'anni con la testa di adesso, ma non si può...
    Non conoscevo questa torta, deve essere deliziosa.

    RispondiElimina
  6. e beh a 20 anni.....ma anche a 30,a 40 a 50 siamo ai limiti non vorrei tornare indietro, ma non so se voglio andare
    avanti,un poco poco e poi fermarmi per un pò,fantastica questa torta mai provata,grazie

    RispondiElimina
  7. A vent'anni mi sono divertita e mi sentivo nei miei vent'anni, ne un anno in più ne uno in meno. Sulla soglia dei 40 (quasi 39 ma a chi mento, stiamo li!) Mi sento un pochino più giovane, diciamo sui 30, forse perché i 30 non li ho vissuti veramente...dietro a problematiche che, secondo me, nessuna donna dovrebbe provare, e vivere. Però non tornerei mai indietro, questo mai, vivo il presente e me la godo come mi godrei questa torta slava ^_^

    RispondiElimina
  8. Ieri ne ho appena compiuti 41 e come ogni anno mi ritrovo a guardarmi indietro e pensare a quello che ho fatto ma soprattutto a quello che avrei voluto fare e che non son riuscita. Ogni volta mi chiedo: potessi tornare indietro cambierei questo e quello ... ma in realtà non so se poi cambierei davvero perchè in fondo non i dispiace come sono e quello che alla fine ho ottenuto, anche se diverso dalle aspettative. Grazie per la tua riflessione. Come al solito sei una boccata di ossigeno. Ciao, Manuela

    RispondiElimina
  9. Ricordo che a 20 avevo un sacco di sogni ed ora che ho superato i tuoi 45 (per fortuna non di tanto) mi chiedo cosa aspetto a realizzarli o a svegliarmi!!!!
    Meglio amngiarsi una fetta della tua torta

    RispondiElimina
  10. Questa torta mi piace da matti!!!!!! Anta tutta la vita!!!! Vorrei fermare il tempo ad oggi!

    RispondiElimina
  11. Bellissimo il tuo post mi fa tornare indietro ai miei 20 anni e penso che tutto sommato sono felice del percorso che ho fatto ma a 48 sto pensando che devo crescere ancora. Brutto segno? Comunque mi hai fatto venire voglia di assaggiare questa torta meravigliosa che non ho mai mangiato. Grazie a te a questo bellissimo contest nel quale sto visitando dei bellissimi blog che non conoscevo. ;) <3

    RispondiElimina
  12. bellissima ricetta, e belle riflessioni.
    io a vent'anni ci tornerei anche, ma faccio le tue stesse riflessioni sull'adolescenza. periodo orrendo ricco di infelicità.
    comunque anch'io amo follemente la meringe, e questa torta non me la lascerò sfuggire.

    RispondiElimina

SLIDE3

Hercules Design
@billykulpa Please contact us via info@hercules-design.com

06 May 2014