5 giugno 2016

KartoffelSalat-Insalata di patate alla maniera bavarese






La Kartoffelsalat è un po’ come la Titina: la si cerca ,la versione tradizionale, ma non la si trova.
Perché parte della Germania che vai , insalata di patate che trovi.
Con la maionese , senza la maionese.
Con la panna , senza la panna.
Col cetriolino, senza cetriolino.
Dipende dall’etnia e penso anche dal gusto personale e dalla disponibilità del frigo.
Due cose vi posso dire con sicurezza.
La prima è metteteci un bel wurstel accanto oppure una bella Wiener Schnitzel.
E la seconda è che questa insalata di patata come è, è.
Ovvero l’è bona, ma tanto bona.
Soprattutto ora che il palato cerca refrigerio e pietanze preparate in anticipo per non sudare poi sotto il sole del mezzodì.
C’è anche una versione “spuria” della Kartoffelsalat che viene dritta dritta da quel di Thurgau, ovvero il cantone svizzero-tedesco dove vive mia sorella.
Mio cognato adorava la Kartoffelsalat.
La sua però era pura rivisitazione.
Il procedimento quello che tra poco vi illustrerò ma gli ingredienti… tutti di testa sua.
Servelade e scaglie di emmenthal come se piovesse, cipollina fresca, aneto e maionese a gogo.
Eretica diamine, quasi un foodporn..ma era ed è una bontà.
Ovviamente il tutto innaffiato dall’immancabile Bier.
Prosit!

La versione che vi propongo dovrebbe avvicinarsi molto a quella della Germania del Sud, per la precisione l’insalata bavarese.
Spartana, semplice.
Io vi do la versione base cosi come la faceva la mamma di una mia amica bavarese doc..jawhol  J
Voi poi aggiungetevi quello che vi pare.
Perchè va soddisfatto il palato, pur conoscendo la tradizione

Il brodo che andrete a versare sulle patate deve essere caldo
Uno degli ingredienti essenziali è la cipolla.
Fa la differenza ma se proprio non la tollerate non mettetela .
Fa nulla, viene bene lo stesso la ricetta
Io odio un luogo comune senza senso ovvero mi fa morire dal ridere quando tu non mangi qualche ingrediente perché non ti piace e ti rispondono “ però…non sai cosa ti perdi”
Non mi perdo nulla capperi se quella cosa non mi piace o no?
Tornando a noi, eccovi la versione base.
La Frau bavarese diceva che il brodo indicato dalla ricetta deve essere realizzato esclusivamente con il dado.
Voi regolatevi di conseguenza.
Io non dovrei dirlo, però ehm…col brodo di dado è vero viene meglio  J



 Ovviamente questa ricetta fa parte della raccolta: Un libro, una ricetta. Stavolta è stata ispirata dalla lettura e recensione di “Incubo” di Wulf  Dorn. Recensione che potete trovare QUI)

KARTOFFELSALAT – Insalata di patate alla maniera bavarese

1 kg di patate
250 millilitri di brodo vegetale
1 cipolla
1 cucchiaino di senape
2 cucchiai di aceto
2 cucchiai di olio
Pepe
Erba cipollina per guarnire
(eventuali aggiunte non previste dalla ricetta tradizionale: maionese, formaggio, prezzemolo,cubetti di prosciutto o tutto quello che la fantasia vi suggerisce)

Fai bollire le patate con la buccia e toglile quando saranno cotte ma ancora sode.
Falle freddare.
Intanto prepara il brodo come preferisci .
Fai bollire la cipolla tagliata finemente nel brodo (se proprio non ti piace non la usare per niente).
Prepara una vinaigrette sbattendo olio, aceto senape, sale e pepe.
Sbuccia e taglia le patate a rondelle.
Quando il brodo sarà a bollore, spegni il fuoco e versalo insieme alla vinaigrette sulle patate.
Fai riposare il composto almeno per due ore (il brodo verrà completamente assorbito dalle patate)

Aggiusta di sale e pepe, decora con l’erba cipollina e servi!
15 Comments

15 commenti:

  1. E infatti mi sa che è buona sempre.. con o senza maionese, con o senza panna.. Fatto sta che la tua versione mette fame.. Buona domenica cara! :-*

    RispondiElimina
  2. vero, un must. io l'ho mangiata varie volte in Germania nei ristoranti, ma la preferisco gustata in casa, non c'è niente da fare piuttosto buttano la madre sotto le rotaie di un treno ma se anche chiedi: per piacere non mettermi la salsina (molto liquida, una via di mezzo tra maionese allungata con panna acida e aceto..e succo di cetriolo che a me NON piace) dicevo.. piuttosto muoiono, allora chiedi di metterla a fianco nel piatto ma no, ti inondano le patate.. ma perchè mi chiedo? come se a un nostro pizzaiolo chiedessero una pizza senza pomodoro e lui, per dispetto, glielo ficcasse lo stesso. Ergo: w la kartoffelsalad .. preparata possibilmente da una persona del posto ma... a casa!!! :-) brava carissima: ottima esecuzione e ottima spiegazione (poi diciamolo... le patate, la qualità della patate in Germania è speciale!)

    RispondiElimina
  3. Mi piace tantissimo questa insalata, facile e golosa.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Durante tutto il tempo che ho trascorso in Germania non mi è mai capitato di ordinarla al ristorante, a casa faccio spesso l'insalata di patate ma l'utilizzo del brodo non l'avevo mai visto prima, sono curiosa di provare e con l'arrivo dell'estate non mancheranno le occasioni! Baci e buona notte.

    RispondiElimina
  5. Sia la versione base e la versione diciamo arricchita di questa insalata, è sempre buona.

    RispondiElimina
  6. Non conosco la ricetta originale ma mi fido ad occhi chiusi della tua :)

    RispondiElimina
  7. Ciao Monica, ti ringrazio per aver partecipato alla mia 'festa dell'amicizia' e per esserti unita ai miei lettori, ricambio e con vero piacere.
    A presto!
    Marina

    RispondiElimina
  8. sembra ottima!
    Sono arrivata al tuo blog grazie alla festa dell'amicizia e mi piace molto, infatti mi sono aggiunta ai tuoi lettori fissi! Lifen

    RispondiElimina
  9. La voglio provare assolutamente :) Mi sono aggiunta ai tuoi lettori fissi, se ti fa piacere puoi ricambiare :) a
    A presto, un bacio!

    http://myspaceofbeautybygiada.blogspot.it

    RispondiElimina
  10. Io preferisco di gran lunga questa versione base, anche perché ad esempio non amo la maionese, ma mi intriga anche la versione con il cetriolino o la panna!
    Arrivo anch'io dalla festa dell'amicizia e mi sono unita ai tuoi lettori fissi sperando che ricambierai l'iscrizione sul mio blog. Ciao :)
    My Tester Mania

    RispondiElimina
  11. La mangio spesso quando vado in vacanza in Alto Adige! Che brava che sei, complimenti! Arrivo grazie alla festa dell'amicizia; ciao da Franca di https://cannellaegelsomino.blogspot.it

    RispondiElimina
  12. Questa del brodo non la sapevo! Interessantissima ricetta, e io che pensavo andassero solo bollite e condite... Io ho mangiato una versione con le mele, la mia coinquilina era delle parti di Francoforte, ma non so se fosse una ricetta della zona, della famiglia o del frigorifero di quel giorno ;)
    La festa dell'amicizia della Cuochetta sta mietendo vittime, buona serata!
    Elle

    RispondiElimina
  13. Ma davvero nonostante le patate sono già cotte assorbono tutto il brodo????
    Ho visto che anche te sei tra i partecipanti alla festa dell'amicizia, beh chi passerà a trovarti scoprirà tante stupende ricette, e poi (almeno io) con tanti post mi sono fatta un sacco di risate!!!!
    Buona giornata e buon week end

    RispondiElimina
  14. Ciao Monica,
    partecipo anch'io alla Festa dell'Amicizia e sono passata da te. Ho già iniziato a curiosare fra i tuoi piatti e tutto mi piace molto. Questa insalata di patate fra l'altro mi fece impazzire durante un soggiorno in Baviera molti anni fa, è deliziosa...
    Se ti va, passa da me!
    Un abbraccio da Anna

    RispondiElimina

Followers

Visualizzazioni :

Google+ Followers

Search This Blog

Popular Posts

Pages

monicapennacchietti@l'emporio21. Powered by Blogger.

Buzzoole

buzzoole code

histats

Follow by Email

Se vuoi contattarmi:



Collaboro con:

Translate

Follow us

Instagram