Laskiaispulla, il maritozzo scandinavo che amerete alla follia!




Laskiaispulla

Sarà il mio segno zodiacale, sarà il voler vivere dieci, cento, mille vite o semplicemente una forma di pazzia che mi accompagna sin dalla prima valigia riempita...Fatto sta che oscillo in modo vertiginoso tra il voler vivere a Spaccanapoli, in uno di quei condomini dove tutti si conoscono, dove la porta è sempre aperta e la caffettiera sul fornello e il rintanarmi nel mio amato Nord Europa. Caldo e freddo, neve e sole, chiasso e silenzio. Vivo di dicotomie.

Qualche giorno fa mi è capitato di vedere un film bello e spontaneo, semplice e divertente "Troppo napoletano" con Serena Rossi. Era una giornata particolare, di quelle che te ne vuoi stare rintanata nel tuo guscio perché ti rendi conto che il mondo là fuori gira al contrario e le persone non sono mai quello che sembrano. Apro Netflix e clicco a caso sul primo titolo. Poche scene e nella mia mente avevo già fatto la valigia per Napoli. 

Qualche ora più tardi capito per caso su Youtube e il mio sguardo viene attirato da un video sulla vita in Finlandia. Eccolo il mio Nord...Si parla di colazioni gustose e corroboranti, perfette per affrontare il grande freddo. Dopo qualche scena arriva lei, la Laskiaispulla che non è una parolaccia ma un panino dolce che potete mangiare così oppure farcirlo con panna montata. Una sorta di maritozzo scandinavo, tanto per intenderci!

Mi si è aperto un tassello della memoria e il ricordo di questo panino ha invaso la mia mente. Saranno vent'anni che non ne mangio uno e poi... nel blog non c'è! Non ho mai condiviso questa splendida ricetta!

Ecco, da Napoli sono finita in Finlandia, senza nemmeno fare il check-in!

Cos'ha di speciale la Laskiaispulla? Che questo non sarebbe il periodo più indicato per mangiarla perché è il panino del martedì grasso, quando i bimbi per festeggiare il Carnevale, prima del periodo quaresimale, prendevano slittini e merende sostanziose prima di lanciarsi a capofitto sulla neve.

Oggi le cose sono un po' cambiate. In Finlandia la trovate nel bancone dei surgelati. La portate a casa, la cuocete e la farcite per mangiarla quando volete. Ed è un bene perché è veramente buona. Ora noi non la troviamo tra una scatola di piselli Findus e una di bastoncini del Capitano ma possiamo rimediare...facendola noi. 

Semplice e abbastanza veloce, la preparate la sera e la farcite la mattina. Se volete essere scandinavi DOC dovete farcirla con la panna e con una soffice confettura di lamponi o fragole, il top.

Nell'impasto trovate il cardamomo ed è la spezia che fa la differenza però non a tutti piace e magari, se il vostro palato non è abituato, potrete trovarla troppo forte. Quindi, o la togliete sacrificando il sapore reale del panino, oppure diminuite leggermente la dose. Pronti?



La ricetta originale viene da uno dei sancta sanctorum della cucina finlandese, il blog Kaakao kermavaahdolla. Io ve la propongo nella versione semplificata e adattata alle nostre misure di Anna, simpaticissima proprietaria del blog Profumo di follia. Posso dirvi che il risultato si avvicina tantissimo, anzi è lo stesso di quelle che trovate nella fredda ma meravigliosa penisola scandinava.


Laskiaispulla

500 g farina
100g burro
1 uovo
250 ml latte intero
1/2 cucchiaino di cardamomo in polvere (non vi piace? non lo usate oppure sostituitelo con la cannella)
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito di birra secco
vaniglia (nel modo in cui la preferite, non sono una talebana del gusto😀)

per la superficie

zucchero a velo
granella di zucchero
1 uovo
5 cucchiai di latte

per farcire

panna montata fresca
confettura di lamponi o fragole


Se hai una macchina del pane metti tutti gli ingredienti nel cestello, partendo da quelli liquidi, e avvia il programma impasto e lievitazione (io ho quella della Silvercrest e utilizzo il programma numero 10).

Non hai la mdp? Procedi in questo modo. Prendi la planetaria, scalda leggermente il latte e mettilo nella ciotole insieme allo zucchero, cardamomo, sale e uovo. Mescola con cura.

Aggiungi la farina, il lievito e il burro morbido e lavora con il gancio a foglia. Quando l'impasto è compatto e ben lavorato, spegni la planetaria e lascialo lievitare fino al raddoppio.

Prendi il tuo impasto, lavoralo brevemente per sgonfiarlo e stacca dei piccoli pezzi di circa 60 grammi l'uno. forma delle palline e mettile distanziate sulla placca rivestita di carta forno. Lascia riposare per altri 30 minuti, spennella la superficie con l'uovo sbattuto con i 5 cucchiai di latte e cospargi con la granella di zucchero.

Metti nel forno già caldo e cuoci, con la superficie coperta da un foglio di carta forno a 200°C per circa 25 minuti (controlla sempre il grado di cottura, ogni forno è diverso). Dopo il primo quarto d'ora, scopri i tuoi panini e termina la cottura.

Lasciali raffreddare e tagliali a metà per poterli farcire con la panna e,se vuoi, anche la confettura. Spolvera con lo zucchero a velo.



1 commenti