Le polpette di zucca e pancetta




Le polpette di zucca mi hanno sempre ricordato gli anonimi. No, non è una coppia di Pechino Express ma quella categoria di persone che immancabilmente dimentichi dopo cinque minuti.

Buone sono buone eh (le polpette)
Affabili sono affabili eh (le persone)
però non c'è niente da fare...non hanno quel quid, quel guizzo che ti rimane impresso nelle trame dei ricordi e che ti fa dire beh adesso le cucino (le polpette), beh adesso la chiamo (la persona).

Parliamoci chiaro. A volte basta uno sguardo, una parola, un modo di dire o semplicemente un vezzo o una cadenza a rendere particolare una persona. per non parlare poi di un'idea, di un modo di fare, di qualcosa che possa fare la differenza tra lei/lui e tutti gli altri.

E non parlo soltanto di rapporti amorosi ma anche di amicizia, di rapporti di lavoro. Vi siete mai chiesti perché vi ricordate di X e non di Y? Io sempre.

E ho capito una cosa.
A me le persone piacciono "saporite" ovvero piene di entusiasmo, di idee, di voglia di vivere. Ma anche cazzute. A una gatta morta che va d'accordo con tutti preferisco l'amica che mi fa le pulci per ogni cosa. Questione di carattere. Al collega che mi offre un caffè e mi informa del tempo nel week-end preferisco quello che mi parla della forma dell'acqua.

Alle polpette di zucca anonime, quasi un po' dolciastre, preferisco quelle dove il brie incontra la pancetta, la paprika e l'aglio. Alla ricetta di polpette di zucca con la solita provoletta incerata del supermercato preferisco quella che al primo boccone mi piglia a schiaffi il palato.

Ecco, se anche voi amate il carattere del brie addolcito dal tocco vellutato della zucca, questa è la ricetta giusta per voi. Se non amate questo formaggio, sostituitelo con un altro che vi piace.

L'importante è che non sia anonimo!



Polpette di zucca e pancetta


200 g di polpa di zucca
200 g di formaggio brie
1 uovo
50 g pancetta dolce
100 g pangrattato
2 cucchiaini rasi di paprika affumicata o dolce
2 pizzichi di aglio in polvere
olio e sale

Taglia la zucca a julienne e cospargila di sale grosso. Lasciala riposare per circa 30 minuti, sciacquala e tampona l'acqua in eccesso.

Prendi un mixer e nel contenitore metti: la zucca, il formaggio a pezzi, l'uovo, il sale e il pepe. Aggiungi 2 cucchiai di pangrattato e inizia a tritare, poco alla volta. Se ti sembra che l'impasto sia troppo morbido, aggiungi dell'altro pangrattato. Unisci la paprika, l'aglio e la pancetta sminuzzata. Copri e passa in frigo per circa un'ora.

Forma delle palline leggermente schiacciate, passale nel pangrattato e disponile su una teglia rivestita di carta forno. Condisci con dell'olio extravergine d'oliva e passa in forno a 200 °C per circa 20 minuti. Servile calde .

8 commenti:

  1. IL contrasto del sapore zucca e pancetta è molto interessante, brava

    RispondiElimina
  2. Credo che così le tue polpette abbiamo molta personalità.

    RispondiElimina
  3. Ahahhahahahahahahhaaha, mi mancava il formaggio anonimo!!! :-DDDDDDDD
    Allora, io ho litigato con la zucca due anni fa...
    Son passata dall'adorazione totale al non poterla manco vedere se non in forma grigliata e con tanto aceto e spezie capaci di contrastarne la tipica dolcezza.
    Ma questa tua proposta, con pancetta paprika e formaggio mi vien voglia di riprovare ad avvicinarmi a questo ortaggio dal colore fantastico e ricco di tante altre proprietà!!!
    Grazie dunque per questa condivisione!

    Baci belli Monica bella! :-*

    RispondiElimina
  4. Oh mamma mia, la descrizione di queste pelpotte mette l'acquolina al solo pensiero. leggendo tra le righe quella polpetta si materializza nella mente, sembra quasi di sentirne tutto il ricco sapore! Yummmmmmm

    RispondiElimina
  5. Il brie lo mangerei anche inzuppato nel caffelatte e queste polpette pure!

    RispondiElimina
  6. con la zucca mi piace qualsiasi cosa!!!!

    RispondiElimina