La Torta di mele e olio al limone-con la fine del mondo









Se arrivasse  la fine del mondo  avrei un paio di cose ancora da fare

Andrei a tirare il naso a tutte le persone che mi hanno fatto star male
Andrei a stampare un bacio in fronte con lo scrocchio a chi mi ha fatto star bene.
Mi regalerei un bel trenino elettrico con tanto di stazione e capostazione.Un trenino che fa anche il fumo e sbuffa quando passa.
Comprerei lo zucchero filato,quello bianco e quello rosa e mi ciuccerei anche le dita per non perdere nemmeno un cristallo.
Correrei a perdifiato in una discesa,fermandomi solo all'ultimo momento.
Tingerei i capelli di violetto e  metterei le lenti a contatto colorate di verde.
Porterei le mie figlie a rincorrersi nei campi di granturco,quello alto,quello che ti ci puoi nascondere e sbucare fuori all'improvviso,come facevo io da piccola.
Suonerei i citofoni di mezza città per poi scappare.
Mi fermerei a parlare con tutti,anche con quelle persone che di solito sono ombre che si appiattiscono contro il muro,silenziose,invisibili.
Annuserei i profumi di tutti i fiori per poterne conservare memoria e colore...
Vivrei fino all'ultimo momento di emozioni..solo quelle...

Se arrivasse la fine del mondo mi troverebbe guarda un pò tu il caso con una torta in mano.
E con una delle mie preferite.
La torta di mele.
Questa in particolare.
Perchè sa di merletti e vecchi centrini.
Sa di domeniche dove non arrivavo al tavolo della cucina, e allora prendevo una sedia per afferrare la ciotola dell'impasto.
Me lo portavo sotto il tavolo e le manine divetavano cucchiai da mordicchiare.

Questa è stata la prova che mi ha fatto innamorare perdutamente della torta di mele di Angela Maci.
Mi è piaciuta la presentazione scarna e semplice che ne ha fatto.
Sono talmente logorroica io come blogger che adoro le blogger che con due parole ti disegnano il mondo e i suoi confini.


L'ho provata ed ho assaggiato l'impasto.

E' lei.
E' la torta arcaica.
E' la mia zona di conforto.
E' l'angolo dal quale riparto.
E se arrivasse la fine del mondo, voi cosa fareste?



La peculiarità di questa torta è un infuso.

Olio e limone.
L'unica cosa diversa dalla torta di Angela.
Di necessità virtù.
Non avevo il prodotto da lei utilizzato.
Per cui sfruttate la notte.
La sera prima preparate l'infuso.
Olio d'oliva se leggero o di semi se preferite.
Una cascata di scorza e un pò di succo.
E li a dormire sonni sereni.
Altrimenti calcolate sempre almeno un'ora di infusione.
Continua a leggere per la ricetta



Torta di mele e olio al limone  
           
3 uova
140 grammi di farina
2 cucchiai di miele (io ne ho messi quattro)
1 limone (succo e scorza)
6 mele
1 cucchiaino di lievito in polvere
60 millilitri di olio (di oliva se leggero altrimenti di semi

Grattugia la scorza del limone e spremi il succo.
Crea un’emulsione con l’olio da te scelto.
Mescola bene e metti a riposare.
Ovviamente  più lo tieni a riposo più intenso sarà il sapore.
Sbatti le uova con il miele .
Aggiungi tutta l’emulsione.
Unisci la farina setacciata con il lievito.
Taglia le mele a pezzetti e tuffale nell'impasto
Fodera con la carta forno una teglia rettangolare (non molto grande) e inforna a 180 gradi per circa 30 minuti.
Assicurati che la tua torta sia cotta e tirala fuori dal forno.

Una pioggia di zucchero a velo ed  eccola pronta!




Share this:

ABOUT THE AUTHOR

Mi alleno a liberare farfalle e a cucinare sogni nel cassetto. Vivo di sorrisi imperfetti e di angoli nascosti, di libri dimenticati e di disordini pianificati. Amo il cielo grigio, le mie figlie, il mio uomo e la mia gatta. All'estate preferisco l'autunno, al dolce il salato, alla tristezza una meringa con panna. Duco Bonfine, sempre.

15 coment�rios

  1. ah che buona! piccolina visto la poca farina (MEGLIO! così se ne mangia poca e di gusto) poi limone e mele..goduria davvero.
    Fine del mondo dici eh? mi tolgo un piccolissimo sassolino dalle scarpe, vado a comprare o rubare chi se ne frega, tanto il mondo finisce mica mi mettono in gattabuia... un lanciafiamme e ne faccio un buon utilizzo ...

    RispondiElimina
  2. Se arrivasse la fine del mondo vorrei che mi trovasse in cucina a pasticciare con mio figlio, con la farina sul naso e tra i capelli, con una musica caraibica di sottofondo, a ridere e scherzare con mio marito e con il cane che spera che cada qualcosa.
    Magari possiamo preparare anche questa torta. Ciao, buona settimana. Manu.

    RispondiElimina
  3. se arrivasse la fine del mondo....vorrei mi trovasse in viaggio, con il mio Doppio, in una città , del Mondo, ad annusare i profumi, a gustare nuovi sapori, a vedere nuove albe...ecco cosa vorrei!!! Il tuo dolce mi ha fatto tornare in mente la torta Margherita, con l'olio d'oliva e il limone, che prepara mia madre...hai proprio ragione!!! sa di casa, è rassicurante come l'abbraccio di una mamma....è meravigliosa!!!

    RispondiElimina
  4. se arrivasse la fine del mondo... mi riempirei di pizza, quella crossa con tanta mozzarella che fila :P la torta di mele ha sempre una marcia in più, ha quel sapore di cose buone e semplici di una volta, e quel profumo che ti fa sentire subito a casa. Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Limone e mele nella torta stanno così bene!!!!!!! Bè io se arrivasse la fine del mondo.. andrei da tutti quelli che me ne hnnoa fatte passare e manderei bellamente a cag.. ahahahahah.. un baciotto

    RispondiElimina
  6. Aspettiamo ancora un po' per la fine del monto, ne ho ancora tante di cose da fare, tra cui assaggiare questa torta!!!

    RispondiElimina
  7. Per la fine del mondo non sono preparata...
    Adoro le torte di mele mi sanno di casa, di calore e di coccole. La segno.

    RispondiElimina
  8. Ieri con tutto il vento e pioggia che ha fatto qui a Roma mi sembrava fosse davvero arrivata la fine del mondo e devo dirti la verità, mi sono spaventata tanto che ho capito che in quel momento non si riesce a pensare a null'altro che a come poter fare per scamparla! A mente fredda certo sono tante le cose che mi vengono in mente ma...non voglio pensarci!!! A questa torta però penso eccome...gnam che bontà!

    RispondiElimina
  9. Se arrivasse la fine del mondo ....ma perchè pensare negativo, pensiamo invece ad infornare questa delizia! Mi sai dire le misure della tua teglia?
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alice cara, è un piccolo escamotage psicologico.Mi sono resa conto di essere stata un filino fuorviante,senza spiegare il perchè della mia riflessione.Argomento per il prossimo post!!Allora,la teglia è estremamente piccina.Rettangolare, 10 cm per 6,5 cm.Ora faccio la foto e te la invio su fb
      Baci cara!!!

      Elimina
  10. Monica, ma perché pensi alla fine del mondo cara? Pensa che hai creato una vera delizia sublime! Io adoro le torte di mele, la tua é fantastica! Bravissima!!!
    Un caro abbraccio e felice settimana!
    Laura <3<3<3

    RispondiElimina
  11. Monica che bello il tuo blog e questa torta deve essere una delizia.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  12. Vorrei fare questa torta ma la quantità di mele è giusta? Non sono troppe 6? Grazie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulietta,si sono sei,secondo la ricetta originale della Maci.Se opti per questo numero ti viene una torta "melosissima",quasi senza impasto.E se ti piacciono tanto le mele,è la soluzione che fa per te.Io ho provato a rifarla ma mettendone solo tre e il risultato è un altrettanto godibilissima torta di mele.Direi che questa seconda versione con meno mele è forse la soluzione migliore per incontrare il gusto di tutti.A te la scelta ^_^
      Fammi sapere acra e intanto ti auguro una splendida giornata!
      A presto
      Monica

      Elimina
  13. Numero telefonico Striscia la notizia, un programma televisivo italiano prodotto da Mediaset ed emesso su Canale 5. Striscia la notizia contatti

    RispondiElimina