Biscotti all'olio di oliva e agrumi





Voi la conoscete una Furia?
Come chi è Furia!
E' la versione femminile singolare di Furio, ve lo ricordate?





Io si che la conosco una Furia.
E mi fa fare delle grandi risate.

Certo le prime volte è stata dura perché il vaffa era sempre sulla punta della lingua. E credetemi, per me riuscire a stare zitta è impresa titanica.

Poi ho imparato a capirla e a comprendere che dietro questo atteggiamento si nasconde una grande insicurezza.

L'ultimo episodio oggi.
Le dico:

"Mia cara oggi sono libera da impegni, non lavoro e possiamo vederci per quel famoso caffè"

"Monica cara ma con piacere. Sei libera alle 14.45?"

Ok iniziamo le danze, penso tra me e me.

"E no, ho le ragazze a pranzo. Se per te va bene facciamo verso le cinque?"

"Giammai, alle 17.05 devo partire per andare a Roma. Facciamo così, la parrucchiera mi viene a far la piega alle 15.00. Calcolando un trentacinque minuti massimo direi che ci possiamo vedere alle 15.45 fino alle 16.00. Poi devo andare a lustrare le ruote della macchina e a menar il can per l'aia. Che dici?"

Che dico?
Dico che le persone così sono una gran faticaccia.

Lei non si rilassa mai. Anche se non ha nulla da fare inventa incastri di orari assurdi, claustrofobici.

Ha un'agenda degna dell'inquilino della Casa Bianca.
Impegni veri o presunti per sentirsi viva.

E noi che le stiamo accanto camminiamo come funamboli per cercare di capirla e accettarla così com'è...basta attrezzarsi orologio alla mano, righello per sistemare le tazzine del caffè sul tavolo, goniometro per eventuali angoli e ..orecchie pronte ad ascoltarla.

Perché se si supera la difficoltà iniziale del mandarla a raccogliere ravanelli in Patagonia beh....c'è tutto un mondo da scoprire dietro quelle manie.😊

Oggi vi propongo una vecchia ricetta, una di quelle che ormai fanno parte della mia famiglia e che presi tempo fa dal blog di Sara, rivisitandola secondo il mio gusto.


Biscottini all'olio d'oliva e agrumi

300 g farina
130 g zucchero
80 ml olio extravergine d'oliva
2 uova
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 pizzico di sale
scorza grattugiata di un'arancia
scorza grattugiata di un limone


Su una spianatoia infarinata disporre la farina e tutti gli ingredienti e impastare velocemente.

Riporre la frolla cosi ottenuta per 30 minuti in frigo .

Accendere il forno a 180 gradi.
Prendere una teglia, foderarla con carta forno.
Stendere l'impasto e con una formina ricavare tanti biscotti. Cuocerli per un quarto d'ora.

Una volta raffreddati spolverarli con lo zucchero a velo o in alternativa con del cioccolato fuso.

Io li ho aromatizzati con gli agrumi, ma sono ottimi anche alla cannella, all'anice, alla vaniglia...insomma in base a quello che vi suggerisce la fantasia!

CONVERSATION

3 commenti:

  1. Ahahahahaahaahhahaha, Monica bella!
    Ti confesso che la Furia a cui ho pensato, invece era proprio il cavallo! :-DDDDD
    Non avendo visto il film di Verdone non potevo pensare al personaggio che tu, invece, mi hai fatto conoscere con il tuo racconto! Ahahahhahahahahahaaha, son morta dal ridere, sai? Soprattutto con i ravanelli della Patagonia!!!
    Scopro con piacere che oggi siamo sulla stessa lunghezza d'onda: biscotti! E biscotti ripresi da vecchie ricette. :-))
    Questi tuoi, profumati agli agrumi e con l'olio extravergine, devono essere di una bontà superlativa! Li metto in nota e presto approderanno anche nella mia cucina!
    Grazie per aver condiviso la ricetta e per i tuoi racconti che lasciano sempre il sorriso sulle labbra!
    Un abbraccio grande.

    RispondiElimina
  2. Grazie per aver condivisio con noi questa ricettina.

    RispondiElimina
  3. Bellissimi questi biscotti!! E grazie per le risate 😀

    RispondiElimina