I biscotti al miele e olio d'oliva e quando l'adulterio salva una vita



biscotti-semplici-olio-miele-salute-buono-semplice







Due etti di zucchero
"Giacinta, le pillole per la pressione".
E Giacinta corre..
Tre etti di farina
"Giacinta, la pillola per la gastrite"
E Giacinta corre.
Due uova sbattute
"Giacinta ho freddo"
E Giacinta corre
Una bustina di lievito.
"Giacinta mi prude la tempia"
E Giacinta corre a grattarla, questa benedetta tempia.
Un bicchiere di latte e inforna il dolce.


Scene da un matrimonio.
Quarant'anni di corri Giacinta. La pillola, la piega del pantalone, la pasta ben cotta, i bambini al loro posto, la suocera venerata come Maradona, la sua immagine accanto a quella della Madonnina.
Corri Giacinta, che lui non sa fare nulla poverino. Corri Giacinta, che lui ha avuto un'infanzia difficile. Corri Giacinta, non hai che lui. E qualche schiaffo non fa la differenza, non più ormai.
Corri corri gli anni son passati.
E le rughe sono arrivate.
I figli sono andati via e così le risate.
E' rimasta Giacinta che rammenda calzini e sospira.


Sospira felice però Giacinta.
Perchè ha saputo che lui l'ha sempre amata.
Ma no, non lui, quello al quale prude la tempia.
L'altro. 

Quello che non diresti mai,quello che è peccato.
Ma se fosse realmente peccato Dio non ci avrebbe dato il cuore, si dice Giacinta mentre accende una candela in Chiesa.
Corri Giacinta.
Corri sorridendo.
Settant'anni e il cuore di una quindicenne.
Vola Giacinta.
A volte basta un piccolo segreto per vivere meglio.

p.s= Giacinta c'è, esiste, è reale. Questo è tutto per lei.










Una ricetta buona deve essere necessariamente difficile?
I biscotti al miele e olio d'oliva sono l'esempio che la semplicità a volte, per fortuna, vince.

Questi biscottini si fanno con niente e sanno di tanto. Perchè come tutte le cose semplici ammaliano e incantano.
Una ricetta semplice che Giulia mi ha fatto provare e della quale mi sono innamorata al primo morso.



BISCOTTI AL MIELE E OLIO D'OLIVA


1 uovo
200 gr di farina integrale (o 100 integrale e 100 farina 00)
la scorza di 1\2 limone
50 ml di olio di oliva
5 gr lievito in polvere per dolci
2 o 3 cucchiai di miele (se vi piacciono più o meno dolci)

Su un tavolo da lavoro infarinato metti la farina e fai un buco al centro. Metti tutti gli ingredienti e inizia a lavorare abbastanza velocemente. L'impasto è pronto quando non si attacca più alle dita.
Fallo riposare dieci minuti in frigorifero.
Stendi la frolla e lasciala abbastanza spessa perchè tendono a bruciare subito.
Cuocili in forno caldo a 180° per circa dieci minuti.
Falli raffreddare e servili così al naturale, spolverati di zucchero a velo o glassati.


6 commenti:

  1. Ho letto di Giacinta con un sorriso. Bellissima la frase che dice "se fosse realmente peccato Dio non ci avrebbe dato il cuore" e deliziosi questi biscotti all'olio d'oliva, mi sono segnata la ricetta. Buona giornata :)

    RispondiElimina
  2. Voglio già bene a Giacinta e le auguro davvero con tutto il cuore che continui a mantenere quel suo sorriso e quella certezza che "lui" la ama davvero!!!!
    W GIACINTA!!!!

    RispondiElimina
  3. Mi sa che Giacinta è entrata nel cuore di tutti coloro che son passati qui a leggere!!!! ♥
    Grazie a te per avercela fatta conoscere e per la bellezza di questo post!

    I biscotti sono veramente deliziosi! Da provare quanto prima!
    Grazie di cuore Monica! Passare qui da te è sempre fonte di sorrisi ed energia!
    Un bacio bello come te! :-*

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Questa ricetta mi ingolosisce molto e Giacinta sarà contenta di sapere che questa ricetta è tutta per le e la sua storia :)

    RispondiElimina
  6. anche io preferisco sostituire l'olio extravergine di oliva al burro, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina