La vellutata di patate alle nocciole , pancetta e paprica e ci vuole un fisico bestiale per fare la foodblogger




Ci vuole un fisico bestiale.
Per resistere agli urti della vita.

Ma ci vuole anche un fisico bestiale

perchè a tanti nessuno vai bene cosi come sei.

Sei grassa, sei magra, sei riccia ma stai meglio liscia.

Sei liscia ma stai meglio riccia.

Studi perchè studi

Lavori ma uno straccio di laurea te lo potevi prendere

E poi quello che cucini.

Perchè la matriciana non si fa cosi.
Giammai la carbonara in questa maniera!

Perchè hai usato quel piatto per fare le foto?

Giammai un piatto rosa per fotografare delle innocenti verdure.

O mio Dio la tua torta fa schifo.

Si, ma perchè?
Silenzio assoluto.

Eeeee come faccio gli arancini io...

Eeeeeee però come faccio le castagnole io....
Eeeeeeeee le mie lasagne sono imbattibili .....

Ci vuole un fisico bestiale.

Per fare la foodblogger.



VELLUTATA DI PATATE ALLE NOCCIOLE E PANCETTA

4 patate grandi

1 cipolla
1 spicchio di aglio
brodo vegetale
rosmarino
80 gr pancetta
80 gr nocciole tostate e tritate grossolanamente
1 spolverata abbondante di noce moscata
olio, sale e pepe


Lavate, sbucciate e tagliate a dadini le patate.

Tritate aglio e cipolla e metteteli a soffriggere in olio.
Quando avranno preso un leggero colore, unite le patate tagliate a piccoli dadini.
fate colorire e versate poi brodo quel tanto che basta per coprirle e portate a cottura. Se si dovesse asciugare troppo unite mano mano altro brodo vegetale.
In una padella fate tostare la pancetta senza altri grassi, unite degli aghi di rosmarino.
Spegnete il fuoco e unite la granella di nocciole.
Quando le patate saranno cotte, aggiustatele di sale e pepe e frullatele con il frullatore ad immersione.
Se il composto dovesse risultare troppo denso allungatelo con del brodo vegetale caldo.
Versate la vellutata nei piatti,unite il mix di pancetta e nocciole,spolverate con la noce moscata e servite.









14 commenti:

  1. approvo su tutta la linea. e mi consolo con la tua vellutata
    amelie

    RispondiElimina
  2. Ho imparato a fregarmene di tutto e di tutti trovando finalmente la pace con me stessa
    Intanto la tua vellutata mi piace assajie

    RispondiElimina
  3. NON DAR RETTA AI COMMENTI INVIDIOSI, EH SI' PERCHE' QUESTA E' SOLO INVIDIA!!!!!QUESTA VELLUTATA E' PERFETTA COSI' COME IL TEMPO CHE SEMBRA NOVEMBRE CHE E' PIU' CHE ADATTO!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  4. L'invidia regna sovrana anche in un'attività ludica come quella delle foodbloggers....me ne sono accorta ma....non mi interessa piu'....tu sei fantastica...su tutto il fronte!!! bacioni!!!

    RispondiElimina
  5. io scrivo una cosa sola: ahahhahahahahahhahah :D

    (e non c'è bisogno che io mi spieghi)

    RispondiElimina
  6. Oooohhhh yesss!!! Yes a quello che dici e yes a questa vellutata-che-sento-il-sapore-in-bocca. E la appunto.....:)
    Bacini!!
    Vera

    RispondiElimina
  7. questa vellutata mi fa già tanto tanto autunno..con queste giornate cariche di pioggia poi...
    tu un fisico bestiale ce l'hai quindi fai bene a sorridere di tutto ciò!
    ti abbraccio forte amica mia e ti auguro un felice week-end!

    RispondiElimina
  8. Beh secondo me tu il fisico bestiale da food blogger ce l'hai! Con sto blog rivisto, le foto fatte ad arte, ci siamo eh!!!??? Vellutata strepitosa, tanto qui al nord è giù autunno....

    RispondiElimina
  9. Ahahhaa hai ragionissima!!!!!! Ma quante volte ho sentito queste frasi! Ci vuole un fisico bestiale e taaaaanta pazienza ehehehe Buonissima la vellutata, per me è un confort food irrinunciabile :-)

    RispondiElimina
  10. Io direi che tu il fisico bestiale per fare la food blogger lo hai e pure ottimo! Guarda qui che piatti che crei, scrivi in modo fantastico, fotografi altrettanto benissimo...non ti manca nulla! Agli altri invece manca di certo qualche rotella ed abbondano di invidia1

    RispondiElimina
  11. Io ti rispondo 'ognuno il suo'....e termino qui! :-p
    bacionissimi tesorina!

    RispondiElimina