I panini al latte e cioccolato e le ragazzine già mangiate


panini latte cioccolato colazione


Le ragazzine portamele già "mangiate"
"Le devo anche digerire?"
"Ahah, sei la solita imbecille ahaha"
😕
Ahaha 'na cippa lippa. E scusate il francesismo. Allora, non mi arrabbio per l'imbecille, ci mancherebbe, ne sono consapevole 😆😆. Purtroppo ho un unico neurone chiamato Superstite che galleggia nel mio cervello come la particella di sodio dell'acqua Lete. Quello, poverino, chiede C'è nessuno? Ma gli rispondono solo i succhi gastrici dal basso, perchè altro non c'è. Quindi è chiaro che quando la bocca mi parte senza essere collegata al Superstite sono dolori. Per fortuna che la maggior parte delle persone ride e non si ferma a riflettere perchè altrimenti mi prenderei una legnata sugli spazi gengivali ogni giorno!



Portamele già mangiate. 

Ma che capperi vuol dire?
Te le devo rosicchiare, devo mangiare un braccio, una gamba, un bulbo pilifero? Insomma, che cosa devo fare a 'ste due povere ragazzine?


Ma no, volevo dire.....portarmele dopo pranzo.

E ci vuole tanto ad allungare la frase? Ma perché la gente parla come i telegrammi? Hanno la tariffa a seconda delle vocali e delle consonanti?Ma che mondo bischero!


La lingua italiana è meravigliosa, piena di sfumature, colori, chiaroscuri.

Usiamoli.
Non costa nulla, magari un po' di fiato in più.
E che sarà mai!
'Na bella respirazione bocca a bocca e passa tutto.

Cosa c'è di più semplice del pane con una bella tavoletta di cioccolato?
Nulla.
Datemi quintali di Nutella e io continuerò a preferire la cara, vecchia, tavoletta di fondente puro o nocciole o latte o quel che vi pare, purchè faccia cronk.
Vi propongo dei semplici panini al latte e cioccolato per una colazione ricca ma anche semplice, perché sono i sapori elementari quelli che il palato non dimentica.


PANINI AL LATTE E CIOCCOLATO

500 gr farina
250 ml latte intero 
100 gr burro
1 bustina di lievito secco
1 pizzico di sale
1 tuorlo d'uovo
70 gr zucchero
essenza di vaniglia
1 tavoletta di cioccolato 

latte per spennellare la superficie

Tirate fuori il burro per farlo ammorbidire.
Su un tavolo mettete la farina a fontana. Unite tutti gli ingredienti (tranne il cioccolato) e iniziate a impastare. Se il composto necessita di altro liquido, aggiungete altro latte oltre la dose prevista. Dovrete ottenere un composto omogeneo. Mettete a lievitare fino al raddoppio della massa. Riprendete il composto, rilavoratelo e staccate all'incirca otto pezzi di impasto. Prendetene uno, stendetelo a mò di piccolo rettangolo e al centro mettete tre, quattro quadratini di cioccolato. Chiudete, dategli la forma che più vi piace e continuate fino a esaurimento dell'impasto. Mettete i panini nella teglia che poi andrà in forno a fate rilievitare per circa 30 minuti.
Spennellate la superficie e cuocete in forno caldo a circa 200 gradi per 30 minuti. Accertatevi dell'avvenuta cottura e fate raffreddare.


8 commenti:

  1. Assolutamente sì. Impariamo ad usare la lingua italiana... certe volte fa venire l'ansia. Sembra che la gente debba abbreviare tutto, contrarre tutto, perchè costa troppa fatica perfino finire le frasi. E questi sono i risultati. Bisognerebbe insegnare loro a masticare il vocabolario... :/ Io intanto mastico questi, spettacolari. Sono d'accordo anche sul cioccolato: più fondente è.. e più mi piace! E se fa cronk, tanto meglio! :) Un abbraccio Mony bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai perché Ely? Perché si corre, sempre e comunque. Tutto è fretta, anche la semplice comunicazione verbale. Ti abbraccio cara!

      Elimina
  2. Bellissimi questi panini....una semplice bontà da gustare non solo a colazione!

    RispondiElimina
  3. Che teneri che sono questi panini!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  4. Mamma che buoni questi panini, ne farei incetta sino a finirli tutti ;) Hai ragione, questo post è così veritiero, anni fa rimase celebre nella mia mente, la frase di un impiegato nel posto dovo che indicando la porta mi disse: rimango aperto?!Oh mamma ma come parli avrei voluto dirgli.....

    RispondiElimina
  5. L'italiano sta cadendo in disuso, purtroppo. I tuoi panini invece...wow! Fanno venire voglia di inzupparli!

    RispondiElimina
  6. Scusa mi sono mangiata le parole oltre che i tuoi panini...dicevo che ne posto dove lavoro...

    RispondiElimina