La pasta frolla senza burro

La frolla alla ricotta è un compromesso semplice tra gusto e alimentazione corretta.

frolla-ricotta-cucina sana-senza burro



Certo, se fossi una blogger un po' cialtrona, vi direi che la frolla alla ricotta è migliore di quella al burro.

Vi narrerei della bontà senza paragoni di una frolla senza grassi della serie ma perché ci ammazziamo di grassi animali & co. quando abbiamo altre soluzioni.






Purtroppo quello che ho in testa passa direttamente in bocca, in questo caso alla tastiera.
E perdonatemi l'ardire, ma il burro sta alla frolla come il fondotinta a Valeria Marini.
O la patatina a Rocco Siffredi.
Il profumo, la friabilità che regala ai prodotti di cui è protagonista non ha termini di paragone.


Ma a volte, o per troppa cellulite intorno alle ginocchia o per un colesterolo ballerino il burro finisce nella lista nera dove campeggia a chiare lettere l'avvertimento "Sparate a vista".


E allora tiriamo fuori una soluzione che consenta di salvare capra e cavoli, crostata e biscotti.






La frolla alla ricotta è la soluzione ideale. Il prodotto che otteniamo è godibile, soprattutto il giorno dopo.

Più che per i biscotti, vi consiglio l'utilizzo per crostate e affini. L'unione con la confettura ne esalta la delicatezza dell'aroma.


La provate così il vostro colesterolo mi sarà grato  e mi riempirà di tanti pensierini dedicati?



La ricetta della frolla alla ricotta viene dal sito Non Sprecare.




PASTA FROLLA alla RICOTTA




300 gr farina

100 gr zucchero
150 gr di ricotta fresca vaccina
1 pizzico di sale
2 uova
scorza grattugiata di un limone
1 cucchiaino di lievito

Metti lo zucchero e la farina in una ciotola e aggiungi gli altri ingredienti . Impasta fino a ottenere un composto omogeneo. fai riposare in frigo per circa mezz'ora e utilizzala come meglio preferisci. Nella foto la crostata è realizzata con confettura di amarene. Con questa dose di frolla, ho rivestito uno stampo di circa 20 cm di diametro. La crostata è stata cotta in forno statico a 180 °C per circa 30 minuti.



11 commenti:

  1. Grazie per questa ricetta!! Deve essere deliziosa.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  2. Monica io la farò di sicuro, adoro tutto ciò che parla di ricotta... :-)
    grazie!!! Baci

    RispondiElimina
  3. Ecco.. con la ricotta mi manca!!!! chissà che bella consistenza e sapore.. :-* baciotti e buona giornata

    RispondiElimina
  4. Monica ti adoro "la patatina a Rocco S."...sto ancora ridendo.......!!!!
    Effettivamente col burro ha una marcia in più!!!!

    RispondiElimina
  5. Ahahahahahah come il fondotinta alla Marini mi hai fatto schiantare!!!!! Adoro i dolci con la ricotta e pertanto questa sostituzione al canonico burro della crostata mi garba! la proverò! Un bacio

    RispondiElimina
  6. Mai provata con la ricotta, da fare al più presto!

    RispondiElimina
  7. Solo tu potevi scrivere " il burro sta alla frolla come il fondotinta a Valeria Marini.
    O la patatina a Rocco Siffredi" ...mi sono scese le lacrime! Ottimo suggerimento da provare prestissimo!

    RispondiElimina
  8. Ahahahah tra Rocco e la Marini mi hai fatto troppo ridere.. adoro la tua schiettezza! :D E' verissimo, trovo che la frolla con il burro sia insostituibile. Però a vedere questo risultato, quella alla ricotta deve essere altrettanto buona, specialmente con quella marmellata!! Grazie tesò. E un bacione grosso! <3

    RispondiElimina
  9. Di frolla ce n'è una sola tutte le altre son nessuna ahahah Moni io le chiamo Simil frolle, perché come dici tu, il burro è IL burro, ma ricotta, olio e yogurt se la battono secondo me e comunque questa crostata me la papperei tranquilla

    RispondiElimina
  10. Il burro sicuramente rende tutto più friabile ed ha un gusto particolare ed inimitabile ma da quando ho iniziato a fare la frolla all'olio o i biscottini al semolino ad esempio, sono resa conto che è l'abitudine di averlo sempre utilizzato che lo ha reso il primo del podio. Basta variare ingredienti, ad esempio anche la farina 00 e lo zucchero semolato sono stati regina e re indiscussi sino a qualche anno fa, ma con l'utilizzo della farina di riso e mille altre diverse o dello zucchero di canna, yogurt, acqua ecc si è finalmente capito che la bontà, a prescindere poi dalle calorie o meno, può essere ottenuta con tantissime varianti ai classici ingredienti. Pertanto questa frolla la proverò e già da ora sono sicura che mi piacerà al pari della classica!

    RispondiElimina
  11. Sai per vari motivi non ho mai fatto dolci. Piccole cose si qualche semifreddo una crema una bavarese. ..ma la frolla o sfoglia ecc mai. Sai che mi invoglia questa tua quo.. chissà se a 72 mi cimento per la prima volta .. grazie 😚 buona giornata e buon inizio settimana.

    RispondiElimina