I Miguelitos de la Roda ovvero la semplicità della pasta sfoglia





Era il 1925.
Il primo vagito di un neonato come tanti.
I primi occhi aperti sul mondo di una persona come tante.
Manuel Blanco nasce a La Roda.
Siamo in Spagna, nella Mancha.
In un paesino dalla strade strette,l'afa, la cattedrale del paese.
Manuel fa una vita come tante.
Fa il militare a Valencia , diventa pasticcere e lavora con suo fratello Gabriel.
Viaggia,
perfeziona alcuni modi di lavorare.
Respira, ama, vive, lavora.
Nel 1960 realizza una ricetta semplice.
Rettangolini di pasta sfoglia tagliati e farciti di crema pasticcera.
Li fa assaggiare ad uno dei suoi più cari amici.
Questi ne mangia uno, due, tre, non si fermerebbe più tanta la loro bontà.
Manuel è divertito e cosi entusiasta che decide di chiamare questi dolcini con il nome del suo amico,Miguel.
Nascono cosi i Miguelitos.

Sono semplici, di una semplicità disarmante eppure golosi, eppure famosissimi.
Grazie anche alla posizione del paese di Manuel,la Roda, conoscono una fama e un commercio senza pari.
Tradizionalmente la crema era addizionata con la panna montata ( e sono buonissimi!!)
Io ve ne propongo una versione semplificata, con la crema pasticcera che uso sempre, riesce sempre e soprattutto non vi fa girare albumi solitari nel frigorifero (è la crema pasticcera di Danita).
Potete anche deviare dal ripieno tradizionale e farcirli con la cioccolata ,con la panna, con la crema di pistacchi. Insomma, spazio alla fantasia!

MIGUELITOS DE LA RODA

1 confezione di pasta sfoglia

per la crema:
2 uova
150 grammi di zucchero
scorza grattugiata di limone
1 pizzico di sale
400 millilitri di latte (intero sarebbe meglio)
30 grammi di farina.


Prendiamo la sfoglia e tagliamola in tanti rettangolini.Non li bucherellate come si fa di solito con la sfoglia che va cotta da sola in forno. In questo caso ha bisogno di gonfiarsi il più possibile, per poter essere poi tagliata
Mettiamoli a cuocere distesi su un foglio di carta forno a 180 gradi in forno statico per circa dieci minuti.
Controllate che non scuriscano troppo .
Fateli raffreddare.
Facciamo intanto la crema:
mettiamo a scaldare il latte con la scorza di limone.
Montiamo le uova con lo zucchero previsto. Uniamo il sale, la farina e lentamente uniamo il latte caldo (al quale avremo tolto la scorza del limone).
Mescoliamo e mettiamo sul fuoco. Cuociamo, sempre mescolando, fino ad ebollizione.
Togliamo dal fuoco e facciamo raffreddare completamente.
Prendiamo i rettangolini di sfoglia e tagliamoli a metà con delicatezza.Farciamoli con la crema, richiudiamoli e spolveriamoli con dello zucchero a velo.
Facciamo riposare i nostri miguelitos per circa una mezz'ora in frigo e serviamoli!


12 commenti:

  1. evviva la sfoglia, così versatile!
    amelie

    RispondiElimina
  2. non conoscevo i miguelitos ma ne sono già fan,
    da fare quando si ha voglia di qualcosa d buono
    brava per aver condiviso storia e ricetta!

    RispondiElimina
  3. RICETTA SEMPLICE E GOLOSA, EVVIVA LA PASTA SFOGLIA, CHE CI AIUTA MOLTO IN CUCINA!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  4. ricetta golosissima,complimenti anche per il nuovo look del blog,già te lo avevo detto,non ricordo il sole mi ha preso in pieno,un bacione

    RispondiElimina
  5. Semplici e vanno provati anche per questo, ma soprattutto perché sfoglia e crema insieme danno vita a dolci stupendi!
    Un bacio!

    RispondiElimina
  6. questi sono meglio delle ciliegie!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  7. ne mangerei, volentieri , un paio...a quest'ora...mmmmhhhhh!!!!!

    RispondiElimina
  8. Ohooom ora ti vedo in tutto il tuo splendore. Bello questo template, chic e romantico.
    E queste sfogliette? Golose....

    RispondiElimina
  9. Ce ne sono di molti tipi: al cioccolato, i centenarios (fritti) insomma per tutti i gusti! Io italiana che vive qui li ho provati:deliziosi!

    RispondiElimina
  10. Ce ne sono di molti tipi: al cioccolato, i centenarios (fritti) insomma per tutti i gusti! Io italiana che vive qui li ho provati:deliziosi!

    RispondiElimina