Serendipity Bread ovvero il pane che non ti aspetti

Serendipity.
Un termine inglese bellissimo.
L'attitudine a fare scoperte impreviste e insperate.
L'arte di imbattersi in qualcosa mentre si stava cercando altro.O la capacità di arrivare alla fine di un percorso e rendersi conto che si è stati in realtà protagonisti di fortunate circostanze.La sensazione che proprio lì dovevamo arrivare.O che proprio quella persona dovevamo conoscere.
E' la capacità di guardare a ritroso la propria vita e rileggerla in questa chiave.
Questo è il Serendipity Bread.L'autrice cercando altro si è imbattuta in questa ricetta.Guardava gli ingredienti.Beh forse un pò strani.C'è la ricotta e che c'azzecca la ricotta con l'impasto per il pane?.E la forma?Brutta!Singoli panini con un pomodorino sopra..La salva lo stesso e non sa perchè e la dimentica.
Poi a casa si rende conto di avere della ricotta da consumare.E allora prova quell'impasto.Lo guarda dubbiosa.No,i panini no.Una bella forma singola.Prova un triangolo,le dice il marito scherzando.
Il triangolo no?il triangolo si.Perchè il triangolo in realtà è uno spicchio.E allora che triangolo sia.
E il pane che ne esce fuori è carino da vedere.Sei spicchi uniti eppure divisi.Un pane che è un trionfo di morbidezza e mollica.
Io non cercavo la ricetta di un pane.Cercavo un dolce tedesco.Ero in un blog tedesco a cercare di capire dosi e modi.Un clic inavvertito del mouse e  mi si apre la pagina di quest'autrice.Porca paletta,la mia espressione.Poi vedo la foto e il titolo : Serendipity Bread.Mi incuriosisco,leggo,traduco e faccio fuori anche io la mia ricotta.
Non lo cercavo,l'ho trovato per caso.Il risultato sorprendente.Un pane profumato ,morbido.ottimo da solo ma anche degno e fedele compagno di salati e dolci .
Serendipity.Che sia un pane,una cosa,un evento o una persona.A volte dall'imprevisto nascono gli eventi più belli.
O i rapporti più belli e duraturi.
Con questa ricetta partecipo alla raccolta Panissimo organizzata da Sandra e Barbara


Serendipity Bread (Thinks we make)

Ingredienti secchi:

500 gr farina
1 bustina di lievito di birra
1 cucchiaio di miele(o malto o zucchero)
sale 1/2 cucchiaio

Ingredienti liquidi:(in totale devono raggiungere i 350 ml):

150 ml acqua calda
3 cucchiai di ricotta
3 cucchiai di olio di oliva (Olio d'oliva Dante arricchito con vitamina D)
latte (quanto basta per arrivare a 350 ml)

Su un piano infarinato mettere a fontana gli ingredienti secchi.prendere un contenitore graduato e procedere in questa maniera.Metterci l'acqua calda e i 3 cucchiai di ricotta.dare una mescolata per sciogliere il formaggio.Unire l'olio d'oliva e tanto latte fino ad arrivare alla tacca dei 350 ml.A questo punto versare il liquido cosi ottenuto nella fontana di farina ( ora lo so che pensare a questo composto con la ricotta sciolta non è molto invitante,ma fidatevi che proprio questo darà un'estrema morbidezza al pane).Impastare.Se il composto dovesse risultare troppo appiccicoso unire altra farina.nel caso in cui risultasse invece un pò duro unire altro latte.Impastare fino ad ottenere una consistenza morbida e liscia e far lievitare fino al raddoppio.Riprendere l'impasto,rilavorarlo brevemente e tagliarlo a spicchi (se volete altrimenti dategli qualsiasi forma).mettete gli spicchi nella teglia di cottura unendoli per il vertice e far lievitare per un'altra mezz'ora.Io li ho lasciati così.Una gustosa variante invece è quella che prevede lo spennellarli con un tuorlo sbattuto e poi cospargerli di semini vari:sesamo,papavero,girasole.
Infornate a 180 gradi per una mezz'oretta.


Il particolare della fetta,bella "mollicosa"!



22 commenti:

  1. che buono poi con la ricotta sono sicura chee morbidissimo sento quasi quasi l`odore a casa mia : mha si sente il sapore della ricotta?

    RispondiElimina
  2. a volte la vita è così, ti riserva delle sorprese quando meno te lo aspetti o non le cerchi proprio....
    anch'io adoro il pane con tanta mollica e morbidissimo, da provare anche questo!!!
    Un abbraccio e buona serata.
    Stefania

    RispondiElimina
  3. wow che fico sto pane!!! ci credi che sono talmente stanca che non riesco a tradurre i pensieri le parole :-(??!! volevo commentare anche la serendipity ma nn ce la posso fa oggi..tanto ne possiamo discutere a breve :-) :-)!!
    Bacetto!

    RispondiElimina
  4. forte sto pane! si può fare con la farina integrale... sto a dieta :/ e già mollicoso non lo potrei mangiare e di farina bianca ^_^

    RispondiElimina
  5. Davvero molto interessante questo pane, mi intriga ... io credo molto al destino, secondo me non c'è niente di casuale; il destino è destino! Un bacione Monica

    ps quando sono entrata ho avuto un attimo di smarrimento ... non riconoscevo più il tuo blog ;)

    RispondiElimina
  6. Delizioso questo pane... e poi le scoperte migliori si fanno proprio quando non le cerchi! Un bacio

    RispondiElimina
  7. Tu sei la mia Serendipity Moni, e ti rubo questo pane, anzi no, lo metto subito a fare, perché l'altra sera mio marito mi ha chiesto: "ma quando mi rifai una bella pagnottella di pane casereccio?" e questo mi sembra ideale per tale richiesta!
    Lovvo sempre tanto: te, i tuoi post e le tue ricette!
    Vale

    RispondiElimina
  8. un pane sofficissimo! c'è un film intitolato "SErendepity" è meraviglioso, romantico,lo adoro

    RispondiElimina
  9. ma sono eecezionali!!!!!! ottima idea!!!!!

    RispondiElimina
  10. Beh e adesso minimo lo faccio anche io questo Serendipity! Con una storia così e una pagnottina tanto sofficiosa la tentazione è troppa :). Un saluto, Angela

    RispondiElimina
  11. tesora, con questa nuova impaginazione mi piaci di più, te l'ho già detto ma te lo ripeto. ma come è bello quando le cose ti trovano? io sono stata trovata da una ricetta per il bulgur proprio sabato! comunque mi segno questa ricetta fra quelle da fare: io con il pane ho un conto aperto....
    ma tu a panissimo mai?
    Sandra

    RispondiElimina
  12. La vita è tutta un Serendipity.... Mi hai fatto pensare al film pensa te! che tra l'altro mè piaciuto molto! Bello questo pane.. fa scena.. e bella la mollica.. morbida come i panini al latte!!!! la salvo.. smack cara

    RispondiElimina
  13. Bellissimo e buonissimo!! Anch'io ho un pò di ricotta in frigo, quasi quasi... ;) Io ho amato molto anche il film Serendipity, non tanto x il film in sé (la classica storia d'amore tutta miele hollywoodiana) ma per il concetto, che non conoscevo.. Adesso mi piace pensare che la vita, tutto sommato, sia serendipità.. baci baci

    RispondiElimina
  14. ...ma hai pensato a me quando hai scritto questo post? No perchè mi sembra di incarnarne ogni riga, tesoro mio. Ma il pomodorino al centro, te lo sei messo in tasca :) o era già finito in pancia? E' bello lasciarsi trasportare dagli avvenimenti, succedono cose che non ti aspetti, ma che ti rendono la vita più...ricottosa... :)
    Ti voglio bene!

    RispondiElimina
  15. Monicaaaaaa! Lo faccio subito sto pane!!! Pensa che stavo cercando cose con la ricotta ed ho trovato te e il tuo pane...dì la verità mi stavi chiamando e pensavi "ma che fine ha fatto..." ;)

    RispondiElimina
  16. ecco, lo vedi come è facile? sei in lista per la nuova edizione di giugno di panissimo, quella con le novità che vi comunicheremo domani......
    baci
    Sandra

    RispondiElimina
  17. La ricetta originale prevede il cottage cheese (fiocchi di latte)

    RispondiElimina
  18. anche la variante con la ricotta è interessante :)

    RispondiElimina
  19. @Cuciniera levitiera,innanzitutto buongiorno,mi sembra il minimo.
    Guardi l'introduzione,questa non è una ricetta originale,è un rimescolamento,semplicemente!
    da provare senz'ombra di dubbio anche la versione con i fiocchi di latte

    RispondiElimina