25 settembre 2014

Le morbide tortine al cioccocaffè e la ricerca della felicità





Molte volte quando gli impegni della giornata si fanno pressanti e il fisico(ma soprattutto la mente ) non rispondono, mi ritaglio un angolo tutto per me.
Mi immergo nella fabbrica dei sogni:il cinema
Oggi è stata una giornata di quelle.
E nel dvd ho inserito "La ricerca della felicità" di Muccino,datato 2006.


Non ho un grande feeling con Muccino,con i suoi dialoghi urlati,con le sue generazioni di trentenni,quarantenni dentro alle quali non mi ci rispecchio per niente.
E le donne?
Vogliamo parlare di quella schiera di Veneri sempre incazzate,isteriche e pronte a mollare il  compagno in difficoltà?
Ecco,questo tipo di donna c'è anche in questo film.E anche qui è insopportabile.
Ma l'aria che si respira è diversa.Grazie forse anche alla presenza di Will Smith,ben lontano dalle atmosfere del principe di Bel-Air.E' una storia americana fino al midollo,con il mito del self made man.
Si,è un'americanata,ma è una storia vera.La scalata al successo di Chris Gardner, partito dal nulla e arrivato ad essere un plurimilionario.
Il film è ben confezionato, anche se per arrivare all' "happy end" bisogna attraversare tonnellate di difficoltà. 
Si respira aria di nuovo, di miglioramento, un continuo e costante movimento verso il positivo.
"Happyness" (come da graffito sul muro) come meta e scopo di ogni persona.
Perchè,come dice Jefferson nella dichiarazione d'Indipendenza,la ricerca della felicità è un diritto inalienabile dell'individuo.

E io l'americanata ve la propongo anche nella ricetta oggi!
Delle piccole tortine al sapore di cioccolato e caffè, rese soffici dalla presenza del latticello( non lo trovate? Niente paura vi dico come farlo!!)



Le morbide tortine al cioccocaffè 

170 gr farina
160 gr zucchero
40 gr cacao amaro
2 cucchiaini di bicarbonato
1 cucchiaino di lievito
1 cucchiaino di sale
2 uova
200 ml latticello
70 ml olio (mais o girasole)
100 ml caffè
2 cucchiaini di estratto di vaniglia

Prendete due ciotole. 
In una mescolate tutti gli ingredienti liquidi.
Nell'altra quelli secchi.
Date una mescolata per amalgamarli e poi versate quelli liquidi nei secchi.
Mescolate velocemente per togliere i grumi, imburrate una teglia singola (se intendete fare una torta) o degli stampini, versate il composto e cuocete per una ventina di minuti (fate sempre la prova stecchino ovviamente) in forno caldo a 180 gradi.
fate raffreddare, sformate e spolverate con dello zucchero a velo.
( se non trovate il latticello procedete in questa maniera: prendete 125 gr di yogurt bianco magro e 125 ml latte parzialmente scremato. mescolateli ed addizionateli a due cucchiai di succo di limone . fate riposare il composto per mezz'ora e voilà, ecco il vostro latticello...o almeno qualcosa che gli si avvicina molto!!!)



12 Comments

12 commenti:

  1. rivedo il film e copio la ricetta... meritano entrambi!!!

    RispondiElimina
  2. Ogni volta che ti passo a trovare, Moni, resto piacevolmente catturata per ciò che trovo nella tua casetta, questa volta molto professionale, direi! ^_^
    Oltre al fatto che queste tortine sono stra buone (ne feci di simili tempo fa) , il film l'ho visto anche io, e a me è piaciuto, poi ogni tanto una fuga dal presente ci sta tutta, anche se poi si guarda un' "americanata", che male c'è?
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  3. queste tortine devono essere speciali come e te e come sicuramente il film che purtroppo non ho mai visto ma spero di rimediare presto!
    amica mia sei una vera scoperta,ogni volta una ricetta più buona dell'altra!!
    ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  4. Non ho visto il film,ma,a sto punto,rimedieró.
    Bellissime queste tortine.
    Un abbraccio
    Vera

    RispondiElimina
  5. Sono troppo belle e il film mi è piaciuto tantissimo, grazie per i tuoi post!!!!!

    RispondiElimina
  6. molto intriganti questi tortini americani!
    amelie

    RispondiElimina
  7. La ricerca della felicità credo sia la cosa che caratterizza noi genere umano femminile o maschile che sia ma senza grandi risultati perchè a mio modesto parere pi che felicità dovremmo cercare la serenità :) Questo film comunque l'ho visto ed è davvero commuovente :) Io però posso dire di assaporare attimi di felicità quando vedo le delizie che prepari ;)

    RispondiElimina
  8. MMM... QUANTO NE GRADIREI VOLENTIERI UNA!!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  9. Guarda, sarà anche un'americanata ma ogni tanto ci sta pure....:) Tira un po' su il morale e ci stacca per un attimo dalla triste realtà... un po' come i tuoi meravigliosi dolcetti

    RispondiElimina
  10. Ma lo sai che a me quel film non mi ha mai esaltato tanto? Lo so...di solito mi infamano quando lo dico ma non mi ha lasciato molto...piuttosto sai cosa? Passiamo insieme una di queste giornate cinema? ^_^
    Ti bacio tutta!!!

    RispondiElimina
  11. Ciao devono essere buonissime se uno non volesse utilizzare il caffè? Grazie

    RispondiElimina

Followers

Visualizzazioni :

Google+ Followers

Search This Blog

Popular Posts

Pages

Blog Archive

monicapennacchietti@l'emporio21. Powered by Blogger.

Buzzoole

buzzoole code

histats

Follow by Email

Se vuoi contattarmi:



Collaboro con:

Translate

Follow us

Instagram