5 settembre 2014

Anellini in zuppa campagnola e il potere del comfort food




Per la barba di Zeus!
Ieri percorrendo a ritroso la piccola storia del mio emporio, mi sono accorta che manca uno dei comfort food che adoro e che mangio spesso:le zuppe.
Si, anche i dolci e infatti il blog ne è pieno (mi sa che dvo controllarmi la glicemia ^_^)
ma le zuppe?
Perchè non le ho mai messe?

Il motivo è presto detto.
I dolci mi accompagnano sempre. In tutte le emozioni.
Allegra o triste che sia, non ha importanza.

La zuppa invece no.
La zuppa è la coccola per eccellenza.
Per quelle giornate un pò cosi, un pò storte e un pò dritte.
Quelle giornate in cui la memoria stira l'anima fino a non poterne più.
Quelle giornate , magari uggiose, in cui il dito disegna sulla finestra improbabili geroglifici, con la mente che vaga.


                                                          (photo courtesy of :desktopnexus)

E sono quei giorni che l'ultima cosa alla quale penso è prendere in mano la macchinetta fotografica.
Ecco perchè non ci sono nel blog
Perchè il mondo è chiuso fuori.
Tiro su la mia copertina di Linus, due mandate alla porta esterna e partono le coccole.
Perchè il cibo è star bene con se stessi.
Il cibo è emozione.

A me la zuppa ricorda la mia cucina immersa nella campagna umbra.
Con mia madre che scendeva nell'orto, prendeva due tre verdure, ortaggi, qualche profumo .
La mitica pentola di terracotta messa sulla stufa a legna.
E quel lieve borbottio, quel filo di vapore che si levava dritto dritto fino al soffitto...
Le chiacchiere e il chiasso di una famiglia allora numerosa, le castagne sul fuoco, le risate...

E allora che zuppe siano, anche qui.
Perchè parte di me.

Questa l'avevo vista sul sito dell'Accademia Barilla tempo fa.
Ho apportato alcune modifiche.
Ho sostituito i broccoli previsti con dei fagiolini burro ed ho aggiunto la paprica dolce.
Il risultato è veramente buono. Densa e gratificante.
Con i colori dell'estate .
Giusto per contrastare la sottile malinconia!




ANELLINI IN ZUPPA CAMPAGNOLA

200 gr anellini 
150 gr fagiolini
1 litro di brodo vegetale
2 cipolle
1 spicchio di aglio
2 peperoni rossi
10 pomodorini ciliegia
1 cucchiaino di paprica dolce
erba cipollina
sale e e pepe

In una casseruola mettere a soffriggere l'aglio e la cipolla tritati con un pò di olio.
Aggiungere i pomodori a pezzetti e i peperoni tagliati a dadini.
Fate cuocere per dieci minuti.
Frullate tutto .
Intanto fate bollire dell'acqua per cuocervi i fagiolini.
Portateli a cottura .
Diluite il composto di pomodori e peperoni con il brodo vegetale.
Unite la paprica, aggiustate di sale e pepe. Portate ad ebollizione e versate gli anellini. Portate a cottura.Gli ultimi cinque minuti unite i fagiolini, tenendone alcuni da parte.
versate nei piatti.
Unite i fagiolini rimasti (che avrete tagliato a pezzetti) l'erba cipollina e un giro di olio extravergine d'oliva.




20 Comments

20 commenti:

  1. Mi incuriosisce tanto questa zuppa con ingredienti estivi, e poi gli anelletti li ho, finora, utilizzati solo come pasta al forno.
    Ricetta appuntata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Mariangela anche io ho sfruttato gli anelletti che ho sempre utilizzato al forno!!E ci stanno proprio bene!!
      Baci

      Elimina
  2. Come sempre è un'emozione leggerti. Piacciono molto anche a me le zuppe,ma non le annovero tra le file dei miei comfort foods.
    Però, i tuoi anellini in zuppa campagnola mi garbano tanto. Grazie e buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rò buongiorno!!
      La cosa più bella per chi scrive è proprio sentirsi dire che si suscitano emozioni!
      Grazie
      Un abbraccio

      Elimina
  3. Mi piace questa zuppa,la proveró! Grazie.
    Un abbraccio
    Vera

    RispondiElimina
  4. molto delicata, mi piace molto, hai ragione, la zuppa e' una coccola solo nostra e io in questo periodo non la faccio mai!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sabry cara io ho approfittato di un bel calo delle temperature per cucinarla!
      Un abbraccio

      Elimina
  5. Ma le tue foto però sono salite di qualità...veramente belle queste Moni mia ♥ E poi comunque...le zuppe le amo anche io, sono buone, calde, coccolose, sane...ce ne mangiamo una insieme?
    Ti stringo forte e...ti bacio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quando vuoi!
      E per le foto..beh si impara piano piano ^_^.
      Un abbraccio e tante stritolate
      Tua PatMo

      Elimina
  6. Sì, anche per me una buona zuppa è consolatorio
    un abbraccio
    amelie

    RispondiElimina
  7. ...e sula scia di questa malinconia, perché non prendere l'idea di scrivere un libro sulla tua storia? Mi permetto a scrivertelo perché tutte le volte che leggo di te tramite le tue parole, mi emoziono sempre tanto e non ti nascondo che o acquisterei volentieri un tuo libro, anche solo per conoscere di più la tua essenza....le zuppe sono una pietanza che spesso cucino in inverno, ci riempiono di calore e di goia, e come scrivi tu, non possono assolutamente mancare....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu mi fai emozionare cara amica mia e lo sai.
      Ti stritolo di baci e abbracci!!!

      Elimina
  8. ciao meraviglia…era un secolo che non passavo di qua, perdonami, ma è stato un periodo intenso…
    questa zuppa ci voleva proprio, bellissima nel colore e….mi far venir proprio fame!!!!!!!!
    bacio dolcezza a presto

    RispondiElimina
  9. per me che ho sempre usato gli " anelletti " ( come li chiamiamo qui ) per fare lo sformato vederli in una zuppa è meraviglioso e voglio rifarla immediatamente !!!! bravissima e grazie per la condivisione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mammalorita anche io li ho sempre utilizzati al forno per alcuni timballi! Poi questa ricetta e l'idea di metterli al posto dei piccoli anellini è stata un tutt'uno!
      Grazie a te per essere passata!
      Un abbraccio

      Elimina

Followers

Visualizzazioni :

Google+ Followers

Search This Blog

Popular Posts

Pages

Blog Archive

monicapennacchietti@l'emporio21. Powered by Blogger.

Buzzoole

buzzoole code

histats

Follow by Email

Se vuoi contattarmi:



Collaboro con:

Translate

Follow us

Instagram