La Schiacciata all'olio ripiena e chiamatevi come meritate:ZITELLE!





Sarò lunga.
Pazienza.
Tanto lo sapete.
Se vi do noia,
la ricetta la trovate in basso.Scorrete la pagina e vi salverete dalla logorrea
Ma me devo sfogà.
Il fine settimana io mi rilasso.Ne ho bisogno, e oltre a rilassare il fisico, cerco di rendere easy le mie letture,perchè non si vive di solo Dostoevskij.
E cosa c'è di più easy di un giornale femminile? Me ne sono procurata una bella pila,la scorsa settimana
Ho sistemato il divano,i cuscini,un bel piumoncino caldo,la tazza di thè fumante,inforcati gli occhiali e via.
La prima pagina è andata,la seconda,la terza pure....poi all'improvviso mi sono alzata,ho preso tutta la pila e l'ho buttata nella spazzatura.

Il colpevole è un'intervista ad una scrittrice,quarant'anni,quattro figli,giornalista.Fin qui tutto bene.

Ora vi elenco i titoli dei suoi libri.
"Sposala e muori per lei" (già vi vedo che iniziate ad inarcare un sopracciglio) e il the best,sentite qua:
"Sposati e sii sottomessa" (e qui mi avete compreso alla perfezione).
Il concetto sarebbe in pratica questo.

Nottata insonne a causa di un pargolo al quale fanno male gengive, pancino, orecchie, gola o semplicemente perchè ha deciso che quella notte e tutte quelle che verranno vi dovrà tenere sveglia?
Lui russa e non vi dà il cambio?
Fa niente.

Vi siete alzate alle cinque,avete stirato una bella pila di panni,avete fatto la doccia mentre con l'altra mano mettevate su il minestrone per il pranzo,avete svegliato i bimbi,lavati,vestiti e fiondati a scuola e di corsa in ufficio?
Lui si è fatto la doccia con calma,si è messo il profumo,ha fatto la colazione seduto mentre voi giravate come Erinni per casa  in preda al fuoco di S.Antonio?
Fa niente.

Avete il ciclo che ha pensato bene di arrivare con una mega influenza con tanto di febbrone,mal di gola e mal di testa? E lui ha un miserrimo crampo al polpastrello ma si lamenta cercando l'Estrema Unzione?
Fa niente.

Vi illustro quale dovrebbe essere la routine quotidiana di una donnina "Ammodo" e vale sia che siate donne in carriera o casalinghe,mamme o non ,influenzate o solo stanche.

Date una bella lucidata alla Iolanda (^_^),buttate quell'informe tutone con le pecorelle e gli orsetti che fanno il girotondo e mettetevi nell'ordine: 
intimo da urlo,calze a rete,vestito sexy e tacco 12 che dentro casa è comodissimo,non trovate?Capelli sistemati come appena uscite dal parrucchiere e voilà.Stese sul divano che Messalina ve fa 'n baffo, attendete il ritorno del guerriero.
Perchè l'uomo,stampatevelo bene in testa,è l'ospite d'onore e voi le geishe,damigelle o damigiane di corte fate voi.
Ma come ,gli chiedete ancora di cambiare il pannolino ai bimbi?RETROGRADE.
L'omo deve fare l'omo.E' lui che detta le regole e basta.Mica può sporcarsi con la cacca santa del pargolo.Si,direte voi,ma a me fa incazzare.Fa niente,per lamentarvi chiamate un'amica.Con lui solo megasorrisi Durbans,anche se una bella legnata sulle sue di zucchine gliela vorreste ben dare.

Ma direte voi,magari durante il corso del matrimonio la persona che ho sposato si rivela leggermente diversa dall'immagine che avevo di lui...
E non ti rendi conto della fortuna.Tu ti sposi con l'illusione.L'illusione di aver accanto un tipo di persona.Poi ti rendi conto che non è così.Quella è la salvezza del matrimonio,capito?Quella dolce delusione che ti fa guardare l'altra persona che dorme accanto a te,scoprirla estranea e dire:"Minkia quanto sono fortunata,sono delusa.E vai!!!"

E poi ultima chicca non usate più la parola single.Zitelle,ecco cosa siete. Perchè nessuno vuole star solo,men che meno una donna.Single è una parola superata.Dà il lucido e presenta sotto mentite spoglie una bieca realtà.Siete zitelle,e non sole per scelta.Quindi quando incontrate un bel tipo,fategli presente subito una cosa:ah bello,io voglio l'anello,una casa in centro e tre figli,due femmine e un maschio.Una domenica a casa dai tuoi,una a casa dai miei.Ferie in Versilia d'estate e in inverno a Cortina.Sono stata chiara?

Ecco,mi raccomando,diteglielo al primo appuntamento.Non ci sarà bisogno di aspettare le prossime Olimpiadi per stabilire il  nuovo record di velocità.
Ops,di fuga,volevo dire.
E tutto questo perchè,come dice la cara giornalista,che proporrei per il premio Pulitzer seduta stante:"Il marito è la tua via a Dio".
Capito?




Questa schiacciata  è proprio buona.
Vi potrei dire tante cose ma non renderebbero l'idea quanto la semplicità del concetto di buono.
Le dosi sono perfette,l'impasto viene bello omogeneo,lievita che è una meraviglia.
E' un fortunato incontro di dosi, di sapori che fanno la sua fortuna.
La ricetta originale non prevede il ripieno.
In tal caso otterrete una buonissima schiacciata all'olio cosi buona che dimenticherete quella del fornaio.
Il risultato è questo:




Vi lascio la ricetta originale presa dal Giornale del Cibo.
A voi la scelta se farcirla o meno!








SCHIACCIATA ALL'OLIO 

500 grammi farina 0
1 bustina di lievito di birra (o 1 cubetto di lievito fresco)
50 millilitri di latte
50 millilitri di vino bianco secco
200 millilitri di acqua tiepida
1 cucchiaio di sale
1 cucchiaio di zucchero
olio extravergine d'oliva in abbondanza

per l'eventuale ripieno:
prosciutto cotto
crescenza

o quello che più vi piace!

Mettiamo la farina nella planetaria (o su un tavolo infarinato)
Iniziamo sciogliendo il lievito in un bicchiere con un pò del'acqua prevista e il cucchiaio di zucchero.
Dopo una decina di minuti circa (si sarà formata una leggera schiumetta),versare il lievito sciolto sulla farina.

Unire il vino,il latte,un giro d'olio e iniziamo a lavorare con il gancio della planetaria (o semplicemnete impastiamo a mano)
Uniamo il sale e il resto dell'acqua.
Facciamo incordare l'impasto (o lavoriamolo fino a renderlo omogeneo)

Ungiamo di olio una terrina e mettiamolo (ben coperto) a lievitare in un luogo caldo.

Una volta raddoppiato di volume ,rilavoriamolo brevemente.
Se volete semplicemente la focaccia senza il ripieno procedete in questa maniera:

A questo punto prendete la teglia ungetela di olio .
Stendete l'impasto con le mani dentro la teglia stessa.
Giratelo, in maniera tale che la parte unta siua uin altro.
Cospargetelo di sale grosso,copritelo e fatelo lievitare per altri 45 minuti.

Se desiderate la schiacciata ripiena procedete in questa maniera:
ungete la teglia.
Dividete l'impasto in due pezzi.
Stendete la prima nella teglia.
Adagiatevi sopra il prosciutto e la crescenza (o il ripieno da voi preferito>).
Chiudete con la seconda parte dell'impasto,ungete la superficie con dell'olio, cospargete di sale grosso e fate lievitare per 45 minuti.

Trascorso il tempo, mettete la teglia in forno caldo a 200 gradi e fate cuocere per circa 30 minuti


32 commenti:

  1. O_o..O_O e ancora O_O... bunanotte!!!!è proprio così come ha detto la giornalista che funziona.. io direi. ma va a cag... ahahahaahah.. Buonissima invece sta schiacciata... questa si che mi riappacifica col mondo.. un bacione e buon w.e. :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaha è quello che ho pensato anche io Clà.Baci e vengo a vedere il tuo risotto con la salsina al curry!

      Elimina
  2. la tentazione di saltare tutto e andare alla ricetta c'è stata ma poi ero curiosa e ho letto e sto ancora ridendo....altro non aggiungo!
    Ah no qualcosa lo aggiungo: ma mangiamoci questa bella schiacciata, per me farcita grazie, che è meglio :)
    un abbraccio
    raf

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia cara Raffaella ,non reputandomi una foodblogger seria in quanto non ho nulla da insegnare a nessuno ^_^ ma visto che scrivere è il mio mestiere a volte mi lascio prendere la mano e scrivo..scrivo... e ancora scrivo.Solo i più temerari decidono di intraprendere il lungo percorso.Per fortuna che alla fine almeno na risata ve la fate dai!
      Baci

      Elimina
  3. ma davvero esistono ancora persone che scrivono e dicono certe cose? ma davvero davvero?
    non ci si crede.... e il bello è che c'è qualcuna che le legge...
    deprimente
    ma non la tua schiacciata ripiena, quella fa proprio venir fame

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E il bello è che comunque i loro cinque minuti di popolarità se li conquistano..ahimè..alla faccia di tutte le battaglie femminili!
      Ti abbraccio Sandrì

      Elimina
  4. Io adoro tutto quello che contiene la crescenza per cui questa schiacciata non piò essere che deliziosa.
    Ti abbraccio e ti auguro un sereno fine settimana

    RispondiElimina
  5. Che cosa buonaaaaaa...ho appena finito di mangiare...e solo a vederla mi viene un buco allo stomaco!!!! che delizia!!!!!!! triplo e quadruplo WOW!!! Buon W.E.

    RispondiElimina
  6. Ciao Monica, sono in treno e sto tornando a casa, la gente mi guarda strana, perché rido da sola, mentre leggo il tuo bellissimo post! Sei troppo simpatica tesorino! Mi chi é questa pazza che scrive queste cose? Non ci posso credere!!!
    Che meraviglia questa deliziosa schiacciata,bella e molto golosa!
    Bravissima!!!
    Un caro abbraccio e felice week-end!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura non esiste complimento migliore che tu possa farmi!
      Mi piace strappare un sorriso alle persone.Non sono una brava foodblogger ,almeno mi salva la mia vena da scrittrice ahaha ^_^
      Un bacione e grazie ancora

      Elimina
  7. io non ho voglia di leggere e sono andata subito alla ricetta,forse perchè ho fame e volevo deliziarmi almeno gli occhi,leccarmi i baffi leggendo gli ingredienti buona,buona,farcita o no mi piace quasi quasi me la preparo e mentre mangio leggo,buon fine settimana,un abbraccio

    RispondiElimina
  8. mi hai fatto morire con questo tuo post!!!!ho riconosciuto mia moglie ....in tutto questo bel racconto!!!!un abbraccio,Peppe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peppe che bello averti qui,grazie per essere passato e un abbraccio anche a te!

      Elimina
  9. Non vorrei essere maleducata ma se ci fosse il tasto audio per commentare il tuo post sarebbe una bella mia pernacchia per la giornalista. Se ancora esistono uomini a cui mettere pure le pantofole ai piedi è grazie proprio a tante donne che gliele mettono e si sentono pure felici... Comunque alla faccia della giornalista, io mi gusto questa tua focaccia, di sicuro la tizia che ha scritto quelle assurdità non sa cucinare queste bontà ed ho fatto pure la rima, tiè!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luna mi rendo conto a volte che le peggiori nemiche delle donne sono le donne stesse purtroppo.Anni e anni di lotte per poter conquistare uno straccio di indipendenza ...mi associo alla pernacchia!
      bacio stella cara

      Elimina
  10. Ma c'è davvero qualcuno che compra questi libri, io li terrei ben alla larga dalla mia libreria!
    Per quanto mi riguarda non ho avuto brutte sorprese post-matrimonio, io e mio marito andiamo molto d'accordo, sarà che siamo spesso lontani!
    A quest'ora una fetta di schiacciata la mangerei volentieri, è sicuramente una ricetta da provare, a me piace tantissimo impastare!
    Baci e buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è una giornalista famosa ma a quanto pare i suoi libri hanno venduto un bel pò,o mio Dio aggiungerei io ^_^
      Ti abbraccio

      Elimina
  11. Cara Monica sei troooooooooooooooooppo simpatica!!!!! Tanto ghiotta questa schiacciata, bravissima!!!

    RispondiElimina
  12. :-) ecco perchè non compro (nè leggo dalla parrucchiera quando ci vado..) più da anni e anni e anni riviste cosiddette femminili. Ma tu hai mai dato un'occhiata alla rivista men's health? da andare a prendere a calci nei coglioni il direttore (magari è il marito di quella tipa di cui parli....) senti..mi passi una fetta di quella sensualissima schiacciata? che è meglio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Innanzitutto mi rivendo il sensuale riferito alal focaccia perchè lo trovo mitico!
      Poi si hai ragione,mi è capitato di leggere sta cavolo di rivista e prenderei a calci soprattutto quelli che la comprano!
      Baci

      Elimina
  13. Non potrei mai saltare la introduzione dei tuoi post! È quella che mi fa ciondare da te appena arriva la notifica... senza nulla togliere alle tue ricette sia chiaro. ;)
    Che fai la iolan... ops! Ehm... la focaccia ce la porti a panissimo? :))
    :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie veramente Silvia..è lo scopo del mio blog.Scrivere è la mia vita da sempre.la cucina è la seconda passione ^_^
      Certo che la Iola...ehm la focaccia te la porto a Panissimo.Domani mattina inserisco tutte le attribuzioni!
      Ti abbraccio

      Elimina
  14. vabbè *ciondare era fiondare. grrrr

    RispondiElimina
  15. ahahaahah, Pennacchie', ho fatto l'esatto contrario e mi sono sciroppato tutta l'introduzione: m'hai fatto sbellicare!
    Ti offendi se ti confesso che la ricetta manco l'ho letta?
    :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Offendermi??Giammai..visto che hai colto l'essenza di questo blog ^_^.Io scrivo.Le ricette vengono poi anche perchè non posso insegnare niente a nessuno .Posso solo offrire un piacevole (spero) intermezzo letterario allietato dalla ricetta.
      Quindi GRAZIE!!!
      e ti stimo sempre di più zio!
      Baci

      Elimina
  16. Hai scritto un post divertentissimo e hai fatto bene a sfogarti, ma chi è sta pazza ? Facci il nome!!!
    Questa schiacciata è favolosa e poi ripiena ancor di più!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pazza e soprattutto nemica delle donne a questo punto.Anni e anni di lotte femminili finite nel ces..ehm nel water.le nemiche delle donne?le donne stesse!
      Ti abbraccio forte mia cara!

      Elimina