6 novembre 2016

I panini alle olive e le mail dementi

Il pane appena sfornato riempie la casa di un profumo unico e inconfondibile. I panini alle olive sono piccoli scrigni preziosi, semplici da preparare, ma così ricchi di sapore da stupire a ogni morso.




 Vi capita mai di ricevere mail sceme?
A me si. 
Ogni tanto, per fortuna.
In questi giorni in cui sono stata assente dal blog per lavoro, ne arriva una molto curiosa.
Il succo era più o meno questo: chi te lo fa fare a proporre ricette di altre blogger? Non è controproducente?




Si, è molto controproducente.
Per i miei fianchi, innanzitutto.
Per la culotte de cheval, che più de cheval assomiglia a de maial, ormai.
Per le sinapsi, perché magari mentre lavoro, con la testa sono alla lista degli ingredienti da comprare.




Controproducente?
Un rapido calcolo. 
Quante ricette vengono proposte dalle blogger ogni giorno? E quante di queste ricette, validissime, rischiano di annegare nell'oblio?
Siamo oneste: basta fare due foto in croce, scrivere un testo con quattro parole incomprensibili che a confronto, il cruciverba di Bartezzaghi è un abbecedario, per definirsi foodblogger?


Non sono polemica, solo pratica.
Per questo ogni tanto penso sia necessario fermarsi e guardare oltre il proprio naso, anzi oltre la propria ricetta.
Con la mia smania di condividere ho conosciuto persone bellissime, alcune addirittura oltreoceano, e ho contribuito, nel mio piccolo, a fissare nella memoria culinaria piccole perle.

Quindi, oggi, manco a farlo apposta, vi rifilo la ricetta di una persona tra quelle a me più care.
I panini alle olive di Terry (che in realtà non sono panini i suoi, ma bastoncini), sono una scoperta sensazionale. Semplici, morbidi e profumati, hanno quell'aspetto così rustico e dorato da conquistare lo sguardo e il palato, per non lasciarlo più.

Preparateli la sera, come suggerisce Terry e cuoceteli la mattina.
All'ora di pranzo, soprattutto la domenica, sarà meraviglioso condividere con i vostri cari, un'atmosfera serena e calda. Una piccola oasi, un fermo immagine contro il logorio della vita moderna.

panini-olive-lievito-farina mais-semola




PANINI alle OLIVE


485 gr farina
15 gr fiocchi di patate
260 millilitri di acqua tiepida
30 ml olio extravergine d'oliva
1 cucchiaino di sale fino
2 gr lievito di birra
1 cucchiaio di zucchero

farina di semola di grano duro o farina di mais  per rivestire il pane
150 gr olive verdi denocciolate

Nella planetaria metti l'acqua, lo zucchero e il sale. Mescola per far sciogliere gli ingredienti. Unisci l'olio, la farina, i fiocchi di patate e per ultimo il lievito. Fai andare le fruste fino a incordare l'impasto (se lavori a mano, metti gli ingredienti su un tavolo infarinato e lavora fino a ottenere un composto omogeneo). Fai lievitare per circa un'ora e mezzo e poi riponi il contenitore in frigo, fino al giorno dopo (comunque calcola non meno di 8 ore di freddo!).
Il giorno dopo (o 8 ore dopo), infarina il tavolo da lavoro e stendi a rettangolo il tuo impasto. Versa sulla superficie le olive a rondelle e richiudi, riformando la palla. Fai riposare coperto da un panno per dieci minuti e poi procedi alla formazione dei panini. Tondi, a sfilatino, un'unica pagnottina, fai quello che ti suggerisce la fantasia.
Preparati un piatto con la semola o la farina di mais e rivesti i tuoi panini.
Poni su una teglia rivestita di carta forno e fai riposare per circa un'ora.
A questo punto inforna a 200 gradi, in forno caldo, per circa 30 minuti.
Fai raffreddare e buon appetito!



7 Comments

7 commenti:

  1. Li adoro e sono peggio dei bimbi perchè prima "capo" tutte le olive e poi mi gusto il pane... ahahahah Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  2. Grazie! Non sai quanto mi abbiano fatto piacere le tue parole. E a quelle mail rispondi che avere un blog vuol dire "condividere" altrimenti uno si terrebbe le ricette per sé e non le condividerebbe con il mondo. Detto questo mi fa piacere ti siano piaciuti i miei panini e ti sono venuti proprio bene! Un bacio amica. 💜

    RispondiElimina
  3. Ma mandala a cag.... La gente non ha una ciufolo da fare.. e scrive cattiverie.. Forse una rosicona che non riesce a fare nemmeno due uova al tegamino? mah.. Che gustosi invece sti paninozzi.. Mi piacciono tanto con le olive.. baci e buon lunedì :-*

    RispondiElimina
  4. Il pane con le olive mi piace da matti! E poi che male c'è a riproporre valide ricette altrui? Mica riusciamo ad avere sempre l'intuizione geniale per creare qualcosa di nuovo e stupefacente! Mah....goditi i tuoi bei panini copiati!

    RispondiElimina
  5. Questi panini pure sono controproducenti....causano dipendenza!!!!!!! Complimenti per la ricetta come sempre.
    Onestamente trovo fantastico provare e proporre ricette altrui in quanto almeno nel mio caso, sono sempre diverse dall'originale. Le arricchisco con il mio gusto, la mia manualità, la mia fantasia...

    RispondiElimina
  6. IO dalle blogger ho imparato tantissimo, hai detto delle cose molto corrette

    RispondiElimina
  7. Ciao Monica. Da quant'è che non passo a trovarti. Mi ero persa un po' di cose che adesso pian piano sto recuperando leggendo a ritroso i tuoi post, che sono sempre un balsamo di ironia. Per quanto riguarda le mail-commenti-frasi sceme avrei da scrivere un libro, ultimamente mi è capitato di sentirne di tutti i colori. Ma perchè la gente non pensa alla salute! Trovo molto bello che tu riproponga ricette di altre blogger che stimi, anche perchè permetti che chi ti segue venga a conoscenza di questi blog. Poi se le ricette superano il tuo esame sono una garanzia. Brava. Buon fine settimana. Continuo a leggere. Manuela.

    RispondiElimina

Followers

Visualizzazioni :

Google+ Followers

Search This Blog

Popular Posts

Pages

monicapennacchietti@l'emporio21. Powered by Blogger.

Buzzoole

buzzoole code

histats

Follow by Email

Se vuoi contattarmi:



Collaboro con:

Translate

Follow us

Instagram