Risotto al radicchio con fonduta di Asiago e il magico potere del riordino



Perdonatemi ma vado di corsa oggi.
Niente chiacchiere su ingredienti, suocere o quisquilie varie.

Sto leggendo.
Un libro di quelli che cambieranno per sempre la mia vita.
E quella dei mie cari.
E quella dei calzini di mio marito.
E quella del cassetto in basso a destra in cucina.
Altrimenti detto "cassetto degli orrori"


Sono esagerata?
Naaaaaaaaaa, assolutamente no, parola di boy-scout.
Voglio vedere voi alle prese con la lettura di questa Bibbia japanese-style.

"Il magico potere del riordino" di Marie Kondo.

Un clima che più giapponese non si può, una lettura che a tratti ti fa esclamare "ma dai?" e un totale senso di inadeguatezza per chi fa del caos la sua dottrina di vita.

Intendiamoci:il libro è ben fatto.
E' che è stancante.
Preferisco fare zumba in giro per il mio salotto, zompettando come se avessi il fuoco di S. Antonio.
Mi si sviluppa meno acido lattico :-)

Mi piace l'atmosfera Feng-shui che si respira a pieni polmoni nel libro (che è la cosa che sto apprezzando di più ,vista la mia forma mentis).
Ma la cosa che adoro è la figura dell'autrice.

Marie Kondo è una giapponesina di appena trent'anni.
Famosissima in patria.
E lo sapete perchè?
Si è inventata un mestiere.

Tiene corsi frequentatissimi sul caos e va a casa dei suoi clienti a mettere in ordine.
Praticamente quello che facevano gratis le nostre mamme, le nostre nonne nella vita di tutti i giorni.

Piega le mutande, piega le magliette, accoppi i calzini, se questo non ti serve buttalo, se non metti a posto la tua stanza non esci con Girolamo....

Quante volte ce lo hanno ripetuto con risultati più o meno eclatanti?

Eppure, mica andavano a tener corsi alla Bocconi!!

Eppure Marie Kondo proprio per questo è famosissima e strapagata!

Ode all'ingegno e alla capacità di saper cogliere il momento.

Quindi mi perdonerete se vi lascio a questa ricetta gustosa e mi eclisso per andare a sistemare il pelo del gatto.
Baci baci a tutte!!!!

(p.s. non me ne vogliano le estimatrici del libro. E' veramente carino e utile   la sottoscritta purtroppo non riesce a sottostare alle regole :-)!!




RISOTTO AL RADICCHIO CON FONDUTA DI ASIAGO

300 grammi riso vialone nano
2 cespi di radicchio rosso di Treviso
1 cipolla dorata piccola
brodo vegetale
2 decilitri di vino rosso
20 grammi di pancetta affumicata
40 grammi di grana padano
200 grammi di Asiago
200 millilitri di latte
1 cucchiaino di amido di mais
50 grammi di burro
sale e pepe

Riduciamo a strisce sottili il radicchio nella sua parte superiore. Laviamolo per benino e asciughiamolo.
Tritiamo la cipolla e facciamola appassire nel burro, unendo anche il radicchio tagliato.
Facciamo stufare per cinque minuti.
Aggiungiamo il riso, tostiamolo per un minuto e aggiungiamo il il vino.
Lasciamo che evapori e poi portiamo a cottura il riso bagnandolo con il brodo bollente (ci vorrà circa un quarto d'ora, venti minuti).
Intanto rosoliamo la pancetta tritata e il radicchio rimasto in un pentolino antiaderente.
Uniamo 3\4 cucchiai di brodo.
Facciamo stufare per due-tre minuti e spegniamo.
Per la fonduta:
stemperiamo l'amido di mais in un pò di latte. Il resto mettiamolo a scaldare in un pentolino.
Lontano dal fuoco uniamo l'Asiago tagliato a pezzettini e mescoliamo per farlo sciogliere.
Rimettiamo sul fornello,uniamo l'amido e facciamo scaldare per tre minuti circa.
Uniamo al riso il burro, il grana, la pancetta stufata,regoliamo di sale e pepe e facciamo riposare.
Serviamo irrorando con la fonduta di Asiago

(fonte ricetta:rivista Chez nous-da noi)

9 commenti:

  1. Un risotto decisamente delizioso, un mix d' ingredienti perfetto, questa tua ricetta mi piace tantissimo! Bravissima!
    Un abbraccio Laura♡♡♡

    RispondiElimina
  2. FORSE ALLORA QUESTO LIBRO SERVIREBBE ANCHE A ME!!!!QUANTO MI PIACE QUESTO RISOTTO, UN ABBINAMENTO DI INGREDIENTI AZZECCATISSIMO, PERCHE' NON ME LO MANDI AL MIO CONTEST "REGALAMI UN RISOTTO"???TI ASPETTO BACI SABRY

    RispondiElimina
  3. Oddio, mi viene l'ansia solo all'idea di avere qualcuno che venga a farmi ordine in casa, o che mi dica come mantenerlo. Mi concentro sul risotto, va, che è decisamente più invitante :D
    Splendidi sapori che rendono questo piatto intenso e irresistibile.
    Bravissima ^_^

    RispondiElimina
  4. ah ah ah, bellissima descrizione. e ottimo risotto, come sempre direi
    amelie

    RispondiElimina
  5. adoro già la tua Maria Kondo!!!!!
    e anche il risotto! da una piemontese che t'aspetti?
    bacio grande e buon week end
    raffaella

    RispondiElimina
  6. Il risotto è davvero ottimo e complimenti per la splendida fotografia :) Per quanto riguarda questa scrittrice la ammiro perchè ormai qui per lavorare bisogna inventarsi davvero il mestiere e nel suo caso deve ringraziare se stessa. Stupido o inutile che sia ciò che ci inventiamo...se porta soldi ben venga!!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. Un risotto al radicchio è sempre un'ottima idea... Il tuo così particolare deve essere buono vero. Un bacione e buon weekend
    Lore

    RispondiElimina