Il rotolo al cioccolato e Mariarosa

Sono convinta, sin da piccola, che tutto quello che ci circonda abbia un'anima.
Ebbene lo confesso.
Parlo con la mia gatta.
Parlo con le mie piante.
Le piante rispondono, crescono rigogliose e sane.
La gatta mica lo so,mi guarda dubbiosa e di solito non mi si fila.
Ma mi piace pensare che anche tutte le cose che mi circondano abbiano una loro anima,una loro vita.
Mi piace pensare che appena spengo le luci,tutto si animi.
Il mestolo che parla con lo Svelto,la forchetta impegnata in una discussione sull'etica e l'estetica con il portapane.e in cameretta,Cicciobello che gioca con Barbie,mentre Nenuco discute di marche di pannolini con Baby Amore.
Avete presente Toy Story?Ecco esattamente così.
Ma non è pazzia.E' la necessità impellente delle impronte.
Impronte che rimangono negli oggetti.Le nostre impronte.La traccia del nostro passaggio.
Ho trovato abbandonato, negli scaffali dei libri dimenticati al supermercato Coop, un vecchio opuscolo di Mariarosa.Quella della Bertolini.Vecchio,ingiallito,consunto.
Mariarosa sorride simpatica da quelle pagine.L'ho preso e me lo sono letto avidamente a casa.Torte ormai improponibili,dosi massicce di burro.E due ricette con delle note a lato.Una scrittura piccola ,minuta,ordinata.
La prima:Triangolini di ricotta.Accanto la scritta:trasformati in crostata.
E la ricetta di un rotolo al cioccolato.Vicino la scritta:è perfetto.
Ecco.Ho voluto provarle tutte e due.Immaginando le mani di chi ha scritto,i pensieri,le sensazioni.Quei fogli ingialliti nella mia testa hanno preso vita e forma.
E l'anima di quelle ricette la voglio passare anche a voi.Due ricette semplici,senza pretese.
Oggi la prima.Il rotolo al cioccolato.Unica variante:io ho utilizzato la Nutella anzichè la crema vera e propria alla cioccolata.


Rotolo al cioccolato 

70 gr farina
140 gr zucchero
3 uova
50 gr latte
30 gr amido di mais
1\2 bustina lievito
1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale

per la farcia:Nutella

In una terrina lavorate i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso.Aggiungete il latte e la farina setacciata con il lievito,l'amido e vanillina.Montate a neve ben ferma gli albumi con il pizzico di sale.Uniteli al composto lavorato precedentemente.versate il composto su un foglio di carta da forno stesa su una placca,livellandolo in maniera uniforme.Passare il dolce in forno caldo (180 gradi) per 15 minuti.A cottura ultimata rovesciate la pasta su un canovaccio,staccate la carta forno e arrotolate la pasta su se stessa.lasciate raffreddare.Srotolatelo,farcitelo con la nutella e riavvolgetelo su se stesso.Una bella spolverata di zucchero a velo ed è pronto!


25 commenti:

  1. Sarebbe fico... un bel festone in casa mentre noi dormiamo... sai che roba!!! Il libricino di Maria Rosa.. mamma mia.. ma ne avevo tanti .. e sono ancora a casa di mia mamma!!!! Ottimo il rotolo con nutella.. bacioni cara!!!!

    RispondiElimina
  2. Anima pura.. quanto mi ritrovo in queste tue parole. Per me 'tutto parla', da sempre. Ogni cosa ha una vita e un'anima. Anche ciò che tutti vedono come oggetto inanimato. E' l'incanto del cuore, un bisogno profondo o semplicemente la voglia di un'impronta.. sì, quella di cui parli tu. Quel libretto di ricette è stupendo, mia mamma li collezionava. Apprezzo tanto questo rotolo anche nella tua versione. E aspetto l'altra ricettina! TVB <3

    RispondiElimina
  3. E' perfetto davvero!!!
    E la Nutella...beh...è la nutella, serve dire altro??
    Anche io ho a volte la sensazione che gli oggetti abbiano vita propria(sono sicura che il Vetril si sposta da solo!!!). Sul parlare con gli animali e le piante poi...sfondi una porta aperta... Io con Keira ci parlo regolarmente, il problema è che lei mi risponde pure..
    un abbraccio
    sara

    RispondiElimina
  4. che aspetto deliziosa! mmmmmh che bontà!
    http://muchoney.blogspot.it/

    RispondiElimina
  5. grande MariaRosaaaa!! ma hai cambiato ancora l'header?? bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Blog quattro stagioni,come gli armadi.Via il total black degno del miglior inverno,si passa al candore e alla tizia che va sullo scivolo!la verità?E' che le cose sempre uguali mi danno noia.E allora urge il cambiamento!
      Ti abbraccio
      Monica

      Elimina
  6. condivido il tuo punto di vista, e prendo una fetta di rotolo ;)

    RispondiElimina
  7. Che buono questo rotolo!! Anch'io ho in casa quel libricino di mariarosa.. a volte lo guardo... foto di torte belle lievitate.. stupende si ma con kili di burro però mi ricordano tanto il passato!!

    RispondiElimina
  8. No smetterò mai di ripeterlo... MITICA!!
    Stanotte farò attenzione, al minimo rumore verrò in cucina controllare cosa fanno le mie pentole... ;)
    Ho fame, prendo una fettina...

    RispondiElimina
  9. adoravo Mariarosa e il tuo rotolo è davvero fantastico!

    RispondiElimina
  10. Sappi che a casa mia ci sono oggetti tuoi, ora li interrogo cosi' vediamo un po' che dici quando non ci sono,ahahhahahahhah Soreta
    P.S dico io non potevi anticipare il rotolo di qualche ora cosi' me lo pappavo pure io? Se non li condivido con te i dolci con chi devo farlo :-))))

    RispondiElimina
  11. bhe che dire....perfetto per l'ora del te'!! brava

    RispondiElimina
  12. Monica bella e cara ho letto questo post e mi ci sono ritrovata appieno, la penso esattamente come te ed adoro la saga di toy story, sarà che sono rimasta un pò infantile? No semplicemente perchè come dici tu tutto ha un'anima :) ci credo anche io, ne sono convinta!
    Questo rotolo è troppo buono sei stata bravissima!

    RispondiElimina
  13. Vedo che sono in buona compagnia...pensavo di essere l'unica a parlare a oggetti e animali:)
    Questo rotolo è delizioso Monica!!! Un bacione e buona serata!

    RispondiElimina
  14. Monica, i tuoi post sono stupendi, scrivi benissimo!! Mi metti un sacco di allegria, giuro!
    E' vero che è carino pensare che tutto si animi quando le luci si spengono...non ci avevo mai pensato, ma adesso andrò a letto con una nuova sensazione! Grazie!!
    Il tuo rotolo è veramente appetitoso cara...
    un bacione
    Mari

    RispondiElimina
  15. Io a volte parlo anche con l'impastatrice...sono messa male? Oppure sono anche convinta che ci sia un grande buco nero dove vanno a finire gli oggetti persi, ma questa è un'altra storia :)
    Mi segno il rotolo, ma lo faccio per mio fratello,che non vorrei rotolare io poi :)

    RispondiElimina
  16. ahahahah sei simpaticissima! Mitica pubblicità del lievito Bartolini "Brava, brava Maria Rosa ogni cosa sai fa tu...", l'avevo dimenticata e mi ha fatto piacere ricordarla, anche mia madre ne aveva di questi libricini di ricette. Il rotolo e super goloso.
    Rosalba

    RispondiElimina
  17. Anima o no, questo rotolo è squisito brava!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  18. Ma allora è vero hai cambiato la veste del blog...l'ultima volta ti ho letta dal cell e pensavo fosse lui impazzito...eheheh...bello solare come la primavera!!! E buono il tuo rotolo nutelloso!!! :-))

    RispondiElimina
  19. Adoro Mariarosa da sempre! Ti ricordi anche la canzoncina... Maria rosa Maria rosa .... ogni cosa sai far tu...E le sue ricette sono sempre garantite ...Il tuo rotolo è veramente ben riuscito!

    RispondiElimina
  20. direi che il commento che hai trovato a fianco della ricetta è davvero azzeccatissimo!!! questo rotolo ti è venuto una favola,.....adoro le vecchie ricette anche se cariche di burro!!!

    RispondiElimina
  21. Ma soprattutto...chi è Nenuco? Un utensile da cucina?
    Nomi sconosciuti a parte direi che mi hai fatto venire in mente la scena della Spada nella Roccia in cui i piatti si lavano da soli e la scopa spazza la cucina...a parte il forte desiderio di volere una cosa del genere a casa le impronte di cui parli sono una piccola traccia di ciò che potresti scrivere su un argomento così ampio. Anche io parlo con la mia gatta, ma lei non apprezza molto, sbatte la coda inviperita...forse non le piace il mio tono? Le mie piante grasse poi...appena le toglierò dal letargo invernale...immaginati che dialogo ci sarà! Già le ho guardate un po' di volte, dentro la loro serra e gli ho annunciato il mio imminente ritorno :)
    Non è che per caso sei mia sorella e non lo sappiamo? No perchè a volte mi pare di essere così affine alle cose che racconti ♥
    Ti voglio bene chiacchierona!

    RispondiElimina
  22. io Mariarosa me la ricordo, e mi ricordo anche la canzoncina .... se ne andava al mercato la monella a comprare uova..... Dio come ero piccola! che bello la nota accanto alla ricetta, chissà le volte che quelle dita hanno girato le pagine, sfogliato e letto le ricette, esaudito desideri di altrettanto piccoli bambini..... una capsula del tempo hai trovato sullo scaffale, fortunata te!
    baci
    Sandra

    RispondiElimina
  23. Copiata ,spero di non fare una frittata,buongiorno soreta <3

    RispondiElimina