28 novembre 2013

Il Ciambellone arancia e cannella col trucchetto e la mania degli orecchini

Maniaca io.
Senza paura di essere smentita.
Maniaca del cioccolato.
Maniaca dei libri.
Maniaca dei film.
Maniaca delle spezie.
Una golosa impenitente senza dubbio.
Ma la mania più smaniosa di tutte è quella per gli orecchini.E' l'accessorio che più mi conquista,mi attrae,mi fa rinunciare al mio amato cioccolato fondente.
Ne ho a decine.troppi per essere contenuti dai normali portagioielli ,per cui sto cercando in rete delle idee fai da te" carine per poter risolvere il problema.
Guardate cos'ho trovato:
                                                       Country Living.com


                                                     SincerelyyoursJamie


                                                  SincerelyYoursJamie
 E guardate quest'altra idea:non solo riciclate una calza smagliata ma vi cotruite anche un porta orecchini.Cliccando sul link vi si apre il tutorial (in inglese ma ci sono delle foto ben fatte) per realizzarlo a costo zero o quasi.Il Link è questo:http://www.wikihow.com/Make-a-Homemade-Earring-Holder
e questa una parte del risultato:
E poi la m ia preferita in assoluto:



                                                    Artfire.com
Che ne dite?


Oggi vi propongo una torta super casalinga.Adatta alla colazione e alla merenda.Sa di caldo,di inverno,di buono.E' una semplice ciambella alle arance e cannella.Il tocco in più?Tre amaretti sbriciolati nell'impasto .Pochi, per non sovrastare il gusto dell'agrume e della spezia,ma capaci di dare un retrogusto tutto da scoprire!


Ciambella alle arance e alla cannella

300 gr farina
3 uova
1 bicchiere di olio
1 bicchiere di succo d'arancia
scorza di un'arancia grattugiata
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
200 gr zucchero
1 cucchiaio scarso di cannella
3 amaretti
1 cucchiaio di Grand Marnier (facoltativo)

Montare con le fruste elettriche per cinque minuti le uova con lo zucchero.Quando saranno ben gonfie e spumose,unite il pizzico di sale,la cannella e i tre amaretti sbriciolati.Mescolate per amalgamare tutti gli ingredienti e unite il succo d'arancia e la scorza grattugiata.Se utilizzate il Grand Marnier aggiungetelo a questo punto.
Setacciate la farina insieme al lievito e aggiungete all'impasto la farina in tre volte intervallandola con l'olio.
Imburrate e infarinate uno stampo a ciambella e infornate a 180 gradi forno statico(160°\170° forno ventilato) per circa quaranta minuti (fate sempre la prova stecchino.Se esce pulito,il dolce è pronto.
Lasciate freddare e spolverate di zucchero a velo.

Due idee in più:
 -potete unire anche delle mele tagliate a fettine sottilissime.Le sistemate sulla superficie della ciambella a raggiera.
-Se adorate la cannella potete rafforzarne il sapore mescolandola allo zucchero a velo che utilizzerete per spolverare la superficie.



Continue reading

13 Comments

25 novembre 2013

La Torta zuccherina delle Sorelle Simili e i desideri

Ho voglia di desiderare oggi.
Un nuovo racconto da consegnare,una nuova ricetta da sperimentare,un nuovo modo di sognare.
Ho voglia di vedere solo sorrisi e affetto che scende come le colate delle fontane di cioccolata.
Ho voglia di freddo,di quello che ti rende il piumone come il più invitante dei regni.
Ho voglia di tenerezza,di abbracci e di persone serene.
Perchè mi guardo intorno e vedo solo persone arrabbiate,l'un contro le altre armate.Bramose di frecciate,di sassolini infilate nei tuoi passi,di sorrisi falsi come le banconote del peggior falsario.
Ho voglia di iniziare la settimana ordinando all'Universo quello che più mi piace.
Impossibile?
Proviamo,cosa abbiamo da perdere?
Basta sedersi e immaginare di essere nel più lussuoso dei ristoranti.Chiudere gli occhi e semplicemente fare la nostra ordinazione.La condizione essenziale è però farlo con l'entusiasmo di un bambino alle prese con il sacco dei regali di Babbo Natale.L'universo ha bisogno di questo carburante per poter muoversi verso di noi.
Una volta ordinato,dimentichiamocene.
Semplicemente.
Le forze cosmiche lavoreranno per noi.
Non ci credete?Proviamo,cosa abbiamo da perdere?
Il concetto è arcaico.Dai sogni son desideri a i sogni aiutano a vivere,il risultato è sempre lo stesso.Un desiderio è come la neve a Natale,la caramella mou che sa di mamma,il fiocco dei regali,il profumo del ciambellone per casa.
Perchè privarcene?
E perchè non provare il sistema delle ordinazioni cosmiche?
Mi piace l'idea di essere al centro di un Universo che invece di tramare alle nostre spalle fa il tifo per noi,ci viene incontro per poter esaudire i nostri desideri.
Mi piace l'idea di augurarvi un buon inizio settimana con questi pensieri sparsi,ispirati dalla lettura di un testo di Barbel Mohr.
Ordinare e veder esauditi i propri desideri.
Io lo trovo fichissimo.E voi?


Torta Zuccherina (dal testo "Pane e roba dolce" delle sorelle Simili)

lievitino:

150 gr farina
1 bustina di lievito di birra (o 1 cubetto di quello fresco)
80 ml latte

Impasto:

450 gr farina
200 gr acqua
3 tuorli
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaino di sale
1 scorza di limone grattugiata
100 gr burro temperatura ambiente
50 gr burro fuso (per ungere le palline)

per la glassa:

150 gr zucchero a velo
4 cucchiai di zucchero

Per il lievitino:
impastare velocemente tutti gli ingredienti previsti e e lasciar lievitare fino al raddoppio.

Per l'impasto:

In una ciotola sciogliete il lievitino con l'acqua prevista.Aggiungere i tuorli e poi tutti gli altri ingredienti,tenendo per ultimo il burro.Impastare per una decina di minuti,finchè l'impasto si stacca dalle pareti della ciotola.Metterlo sul tavolo e continuare ad impastarlo sbattendolo energicamente.Riprendetelo,mettetelo in una ciotola e fatelo lievitare per circa un'ora (ovviamente se avete la macchina del pane,mettete tutti gli ingredienti nel cestello e avviate il programma impasto).
Una volta lievitato,riprendete l'impasto e lavoratelo brevemente sul tavolo per sgonfiarlo.Staccate sedici pezzetti di impasto e dategli la forma di palline.Tuffarle nel burro fuso previsto e disporle in una teglia rotonda da 26 cm.Copritele e a fatele lievitare per una mezz'ora .Cuocetele in forno caldo a 200 gradi per trenta minuti..Sfornare la torta e appena tiepida pennellate le palline con la glassa

per la glassa:

stemperare lo zucchero a velo con l'acqua e spennellare le palline con la glassa.




Continue reading

9 Comments

21 novembre 2013

I bonbon al cocco

^


Bonbon al cocco per i momenti in cui non avete voglia di mettervi a spignattare.Cinque minuti e una sosta in frigo.La ricetta prevede il liquore:Se i dolcini sono destinati ai bimbi sostituitelo con succo di frutta o panna fresca

Bonbon al cocco

200 gr ricotta 
1\2 bicchierino di Bayles
150 gr cocco in polvere
50 gr zucchero.

In una ciotola mettete la ricotta ,il liquore e metà del cocco previsto.Mescolate.Quando il composto è ben miscelato,prendetene un pò,dategli la forma di una pallina .Passatela poi nel cocco rimanente e mettete in frigo per almeno mezz'ora.






Continue reading

12 Comments

17 novembre 2013

Il Cappuccino magico,George Clooney e il Big Bang

L'ora zero.
Un gran silenzio.
E poi.....BOOM.
Quattordici milioni di anni fa.
Il BOOM che dà inizio a tutto.
Ladies e gentleman ....the BIG BANG.
Prima di lui ...the BIG BOH ovvero il grande boh.
Cavolo ne sappiamo di quel che c'era prima.Presumibilmente niente materia,niente tempo,niente spazio..
BOOM fa il Big Bang.Un'esplosione senza pari.
In un miliardesimo di miliardesimo di miliardesimo di secondo,l'Universo si espande fino ad assumere le dimensioni della Terra.
E iniziano le danze.Materia, tempo e spazio.
Primo step:
mizzica che freddo.La temperatura s'abbassa di botto  e nascono le forze elementari della natura,come quella di gravità.
Secondo step:
nascono quark,elettroni e neutrini.
Terzo step:
la materia oscura permea l'Universo.Si creano le galassie.Le stelle primordiali.
ARIBOOM.
Scoppiano anche loro e nascono le stelle.
E poi la via Lattea.
E poi mano mano la vita.
E poi noi.
E non c'è bisogno di scomodare Darwin per riconoscere che di strada ne abbiamo fatta e che tra tutti gli esseri viventi siamo quelli più perfetti e sofisticati.
Abbiamo trovato la spiegazione e il perchè della loro esistenza a tutti:
formiche,salsicce giganti (giuro,esistono veramente!) e tronisti di Maria de Filippi
Tranne lei.
Lei è rimasta indietro nella catena darwiniana.
Lei è l'ante Big Bang.
Lei è la prova "provata" che qualche meccanismo nel Big bang non era abbastanza oliato.
Lei è la protagonista del nuovo spot Nespresso.Si,quello dove c'è George Clooney,avete presente?
La terrazza è affollata da donne e arriva lui.
Tra tutte si siede vicino a lei..
Poi si alza ,non mi ricordo più per quale motivo.
E lei urla alle altre:"Ragazze c'è George Clooney là dentro".
E tutte si alzano urlando per andare da lui.
Lei lo ha fatto apposta....per bersi il suo caffè...
Ora ,io al suo posto avrei ringraziato la dea Calì,l'oroscopo dei Maya e san Pancrazio da Todi per avermi dato 'sta botta de chiappa.
Lei no.Lei mira al caffè di Clooney capito?
Io dico...se hai gli ormoni sintonizzati sul meridiano di Greenwich t'importa un fico secco del caffè di Clooney..magari saresti più interessata che so io...a controllargli la composizione tessile  dei boxer...lei il caffè.
Ho ragione che sta tizia qui è l'ante Big Bang,la spina nel fianco di Darwin?


Potevo oggi non parlare di caffè e affini?Nella fattispecie di cappuccino.Nella fattispecie della fattispecie della schiuma del cappuccino.
Perchè il cappuccino senza schiuma è come Brad senza Angelina,come Topolino senza Minnie,come Berlusconi senza rialzo nei tacchi.
Oggi vi propongo un sistema casalingo per ottenerla.Senza macchina del caffè,senza frullini,senza diavolerie varie.
Tre soli ingredienti,due minuti e il preparato è pronto.
Basta aggiungere del latte caldo,mescolare e il gioco è fatto.Soffice e delicata schiuma.Ed il bello è che,visto che con la dose che vi do ne viene molto,potete congelarlo.
Non gela,quindi al momento di utilizzarlo ne prelevate la quantità desiderata e via!ovviamente fatto al momento e usato subito rende di più,ma visto che siamo tutte donnine indaffarate non è che possiamo perdere tempo...tanto vale trovarsela già fatta!!

(fonti:Il calice della Vita,Glenn Cooper ; Coconut,au pays de momies et de karkadè)


Il cappuccino magico (ovvero come ti faccio la schiuma in due minuti) 

1 bicchiere di caffè solubile (di ottima qualità)
1 bicchiere di zucchero (o meno se lo gradite più amaro)
1 bicchiere di acqua GHIACCIATA

Mi raccomando:usate per tutti e tre lo stesso bicchiere,tazza o tazzina!

In un contenitore versate tutte e tre i componenti.Azionate le fruste elettriche e montate fino ad ottenere un composto ben omogeneo e spumoso.
Avrete ottenuto una soffice mousse.Basterà prelevarne due o tre cucchiai (o secondo i vostri gusti) e scioglierla nel latte caldo,freddo o a temperatura ambiente.
Con queste dosi ne viene veramente tanta.Se volete trasferitela in contenitori per il freezer e congelate tranquillamente tutto il preparato!



il composto mentre lo montate:





Continue reading

11 Comments

Followers

Visualizzazioni :

Google+ Followers

Search This Blog

Popular Posts

Pages

monicapennacchietti@l'emporio21. Powered by Blogger.

Buzzoole

buzzoole code

histats

Follow by Email

Se vuoi contattarmi:



Collaboro con:

Translate

Follow us

Instagram