Visualizzazione post con etichetta Torte salate. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Torte salate. Mostra tutti i post

13 maggio 2014

La schiacciata velocissima alle zucchine




La cucina come regno della lentezza,della calma zen,delle lavorazioni lunghe e piene d'amore.
La cucina come arte,come chimica applicata al gusto.
La cucina come luogo magico dove il tempo scompare.

Tutto vero,converrete con me.
Ma..c'è sempre un ma.
Sotto questo cielo c'è posto per tutti.
E se è vero che la cucina è il luogo della lentezza e delle cose fatte con calma è anche vero il contrario.
Perchè il tempo è un bene prezioso e non sempre l'abbiamo a disposizione.
C'è il manager,la segretaria,la commessa,la colf,l'insegnante,la ballerina,la cantante,l'avvocato,il dottore,il muratore e via con il giro dei mestieri.
Ma c'è anche la mamma stanca a fine giornata .
E anche quella che dice "Oggi non ho voglia di fare nulla"
Sacrosanto ogni mestiere e ogni pensiero.
Come inviolabile il desiderio di portare a tavola qualche di veloce si,di poco impegnativo certamente,ma gustoso.Nonostante la stanchezza,la mancanza di tempo e di voglia.
Ecco perchè mi piacciono i piatti veloci.Sbircio dagli Appennini alle Ande possibili soluzioni per venire incontro a chi ha poco tempo e perchè no,per venire incontro anche alla sottoscritta.
Perchè foodblogger non vuol dire aver sempre voglia di cose lunghe e complicate da preparare.



Quindi insisto con le mie preparazioni veloci,sperando di fare cosa gradita!
oggi è la volta della schiacciata di zucchine,portata sul web nel lontano 2006 da Nightfairy.Una preprazione manco a dirla rapida,povera di ingredienti ma tanto gustosa.
Potete variare il gusto scegliendo tra la versione semplice alle zucchine,oppure zucchine,cipolle e pomodori,magari con qualche pezzettino di formaggio non acquoso.O con tutto quello che vi suggerisce la fantasia.
Una raccomandazione:se la volete bella croccante stendetela in uno strato sottile,magari sulla leccarda del forno.In caso contrario,vi verrà un pò più alta(come la mia) con una consistenza morbidissima,vista la presenza dell'acqua.Le mie figlie la preferiscono in questa maniera.A voi la scelta ^_^




Continue reading

6 Comments

8 maggio 2014

Finta focaccia alla crescenza





Potete segnarlo sul calendario.
Oggi niente chiacchiere in libertà perchè il tempo stringe.
Non potevo però non condividere con voi una ricetta sperimentata a pranzo.Ricetta che ha riscosso molto successo tra i miei commensali.
Ed il bello è che è una stupidata di ricetta.
Semplice,economica e veloce.
E a noi piacciono tanto queste ricette!
(fonte:un vecchio numero di Cucina no problem)




Continue reading

3 Comments

7 maggio 2014

Focaccia in padella e io ,Cicciolina e il generale Custer




Bandiera bianca e deposizione delle armi.
Perchè io sto all'organizzazione come Cicciolina alle suore Carmelitane scalze.
E quindi,dopo aver provato e riprovato,fatto fioretti,essermi tatuata sulla pelle scadenze,ricorrenze,liste della spesa,ricette e varie ed affini ho deciso di desistere.
Soprattutto dopo ieri sera.
L'apoteosi,la disfatta del generale Custer a Little BigHorn.
Non è che avessi in mente una cena degna di un menù chic à la carte.Semplicemente volevo fare una focaccia ripiena per le bimbe.
Che ci vuole?direte voi.
Il lievito di birra,vi rispondo io.Ecco cosa ci vuole.
E io non l'avevo.
Ho smontato un pensile,convinta che  il caro lievito stesse giocando a nascondino con la sottoscritta.
Del resto che può fare una povera bustina,chiusa tutto il giorno al buio in una dispensa?
Si rompe le zucchine e quindi magari escogita una maniera simpatica per passare il tempo.
"C'era,io l'ho visto" il mio grido di battaglia.
Macchè.
Nulla,nisba.
E ora?
Tempo fa avevo salvato questa ricetta.Più per curiosità che per altro.
Non amo molto il lievito istantaneo per torte salate.Infatti c'era nella mia dispensa ma non so da quanto tempo.
Ho provato e il risultato è stato apprezzato.Buona,fragrante e veloce da preparare
Non posso dirvi che sostituisce la focaccia lievitata con tutti i sacri crismi.
Ma è un'ottima scorciatoia !

La ricetta l'ho presa dal delizioso blog "Cucina facile con Elena"



Continue reading

3 Comments

13 agosto 2013

La crostata di zucchine

Odiate zucchine.
Tremende e viscide zucchine.
Soprattutto quando mi venivano servite bollite insieme a carote e patate perchè avevo mal di pancia...anzi per dirla come la mi mamma  "c'ho la figliola con lo stomaco imbarazzato"
Io sto stomaco imbarazzato non l'ho mai capito.
Anche perchè la cura era solo una.
Mangia in bianco.
E visto che ti ci trovi mangia vagonate di zucchine bollite.
Le ho odiate tremendamente.In cottura,bollite, ( allora la cottura a vapore era una diavoleria lontana) diventavano tronchi spugnosi.
Un incubo degno del miglior Stephen King.

Continue reading

14 Comments

8 agosto 2013

Scacciata di pomodoro e melanzane e Alert

Questo è un post programmato.
Quando sarà pubblicato io avrò già fatto perdere le mie tracce.
Avrò barattato il bikini con una tuta da sci e il gelato per una caldo e confortevole vin brulè.
Ai miei piedi non ci saranno le infradito ma grossi e colorati moon boot
Calzini di lana  spessa e maglia della salute
In borsa la sciarpa invece della crema solare.
E un bel colbacco invece della bandana.
Destinazione Alert,in Canada.Temperature medie :1 grado.Alle due di oggi pomeriggio il picco più caldo della giornata:1.9 gradi.Magari toglierò il colbacco per evitare di sudare.

Continue reading

11 Comments

5 luglio 2013

Torta di pane alle melanzane e mozzarella e a te che copi

A te che fai il copia-incolla senza chiedere nulla consiglio un bell'esercizio di immaginazione creativa.
Immagina di avere davanti quattro mura,un tetto,una porta ,delle finestre e pure un bel comignolo .
Dietro ci puoi mettere un cielo sereno,delle montagne  e un sole splendente.
Tu arrivi davanti a quella porta,magari per caso,magari intenzionalmente.
Che fai?Entri e basta?
Oppure suoni il campanello e chiedi permesso?
Suppongo (mi auguro per te) la scampanellata.
Entri se la padrona di casa ti fa entrare.
E siccome qui la padrona di casa sono io se tu sei gentile io ti faccio entrare.
E ti offro qualcosa come si conviene.
Non avrei motivo di non farlo.
La mia è una casa senza pretese sai?
Vige solo una regola:l'educazione.
Ma te continui a non averla.Va bene hai messo il link diretto e ti sei parato i glutei...ma copi incolli foto e testi!!
Ma dico due manine sante per metterti a cucinare e fotografare quello che copi ce le avrai o no?
Ma che il lavoro te lo dobbiamo fare io e quella altre due o tre ragazze dalle quali attingi a piene mani?
dai,che magari a te vengono meglio le ricette che prendi da me!
E dai che magari fotografi pure più decentemente..
E allora?
MUOVITI!!
E non copià.

E ora ti metto 'sta ricetta.Non ha niente di speciale sai?E la foto?Semplice come la mia cucina.E' una ricett acchiappa avanzi,quando magari ti ritrovi per il frigo una melanzana e una mozzarella solitarie
Ti copi anche questa?

Torta di pane,mozzarella e melanzane

NON COPIARE!!!

per la pasta da pane:
500 gr farina
1 cucchiaio di olio
1/2 cucchiiao di sale
1 cucchiaio di zucchero
1 bustina di lievito di birra
250/300 ml acqua

per la farcia:
2 melanzane 
2 mozzarelle da 125 gr
1 spicchio di aglio
1 cipolla piccola
olio extravergine d'oliva

Sbucciate le melanzane e tagliatele a fette spesse ,spolveratele di sale e mettetele a scolare per circa un'ora.Sciacquatele e asciugatele
Impastate gli ingredienti della pasta di pane a meno oppure con la macchina del pane(programma impasto e lievitazione).
Fate raddoppiare l'impasto per circa due ore.
Intanto prendete le fette di melanzane,tagliatele a cubetti.in una padella mettete a soffriggere uno spicchio di aglio e la cipolla tagliata.Aggiungete i cubetti di melanzana e portate a cottura.Fate raffreddare.
Una volta lievitato l'impasto,prendetelo e foderateci una teglia da crostata di 28 cm,unta d'olio.Tagliate la mozzarella a cubetti.
Mescolate i cubetti di mozzarella con quelli di melanzane.Uniteli all'impasto steso,spolverate con un pò di parmigiano e infornate in forno caldo a 200 gradi per circa trenta minuti





Continue reading

15 Comments

11 marzo 2013

Lo Strudel salato e il baby blues parte 1

Non chiamatelo baby blues.
Troppo carino,troppo fronzolino.
Ci vuole il suo nome.
Ci vuole proprio quel nome,antipatico come una strisciata di unghie sulla lavagna.
Vi è venuto il brivido al solo pensiero?Lo sentite lo stridio delle unghie?
Ecco,volevo proprio questo effetto.
Depressione post-partum.
Depressione.
E già la parola è istintivamente antipatica.
Post-partum.
E già siamo catapultate in un asettico studio medico.camice bianco e divaricatore in mano.
Così la sensazione di disagio è accentuata.
baby blues.ma che c'ha di blues poi non l'ho mai capito.
Blues,essere triste.
Una neo mamma non è triste
Ho sentito dire perchè non si è più attrici.
Ma attrici de che?
Da quando ce li hai sparati in panza sti embrioncelli tu non ti senti più protagonista.
Ti si risveglia il ruggito della leonessa che più o meno suona così:
Se lo tocchi me te magno,te sbrano e uso le tue ossa come stuzzicadenti.
Istinto materno.
Quello stesso istinto che si risveglia quando hai davanti il tuo bambino adottato.
E' uguale.
L'istinto materno è un bottone che si aziona in due maniere.
O con uno spermatozoo vincente  o con una decisione del Tribunale.
Il pulsante è premuto e in quel momento si nasce.Mamme.Non ha importanza il come ma il percorso da fare insieme.
Sei diventata mamma e sei triste.
Sei una gran deficente.O una madre snaturata.
Nè l'una nè l'altra.
Sono malata.
E una neo mamma può essere malata.Può essere depressa senza per questo essere madre indegna e  avere la residenza a Cogne.
Capita.E' questione di chimica.
E non solo.
Capita anche alle mamme adottive.
E' ansia da prestazione.
E' la sensazione di non sentirsi mai all'altezza,sempre inadeguate,sempre col freno a mano tirato.
capita e si cura.Basta riconoscerla,basta curarla.
Come una malattia.
Non come un capriccio.


Oggi uno strudel che sa di pizza.Con le verdure dentro,nella fattispecie le zucchine.Le  mie ragazze( che stanno alle zucchine come Gargamella ai Puffi) se lo sono spazzolato tutto.Potete metterci qualsiasi verdura.
(da un'idea di vero Cucina)
Per oggi ho vinto io

Strudel salato

1 rotolo di pasta sfoglia
2 belle zucchine
200 gr pomodori pachino
1 spicchio di aglio
200 gr formaggio dolce non acquoso (io Sottilette Inalpi Emmental)
3 foglie di basilico

Tagliate a dadini i pomodori.salateli e metteteli a scolare in un colapsta.
tagliare a dadini le zucchine,metterle a soffriggere in una padella con lo spicchio d'aglio  per 3\4 minuti a fuoco vivace.Abbassare la fiamma,salare,mettere il coperchio e aggiungere ogni tanto un pò di acqua.A metà cottura aggiungere i pomodori e portare a termine la cottura.
fate raffreddare.
Una volta freddo il composto,aggiungete il formaggio a dadini,le foglie di basilico spezzettate.mettere il composto sulla pasta sfoglia,arrotolarla e metterla in forno caldo a 180 gradi per una mezz'ora circa.









Continue reading

10 Comments

18 dicembre 2012

Cake alle olive e al vino bianco e due sassolini in una scarpetta

Ringrazio tutte voi mie care.Ieri mi avete dato pezzettini della vostra anima,del vostro cuore.Vi siete messe a nudo senza paura.E questo mi ha fatto capire ancora di più come io sia fortunata ad avervi come amiche "virtuali".
Una piccola precisazione.Io parlo ,vedo e sento di tutto.Mi spiace per chi non lo comprende,ma la mia visione della vita e della cultura è a 360 gradi.Quindi prenderò spunto anche da personaggi,letture o canzoni "dementi".Perchè niente è futile se stimola la riflessione.Unico limite:i film di Fantozzi.Ecco,lì non ce la faccio.
Per il resto qui troverete di tutto,perchè la spocchia non mi appartiene per niente.
Ho detto che la signora Jovanotti è fortunata.E lo dico ancora visto che le vengono dedicati versi meravigliosi.Ma la sua fortuna non esclude la nostra.Riconoscere la "buena suerte" degli altri non cancella quella propria.In particolare nei sentimenti.La sottoscritta ha alle spalle quasi vent'anni di matrimonio.Di bulloni ne ho riavvitati tanti (ma non solo io),credetemi.Ma sono qui e sono fortunata,come tutte.
Tolti questi due sassolini dalle mie scarpine da Cenerentola dedico a tutte voi una canzone che io adoro e che spero vi accompagni durante la lettura della ricetta.
Io l'adoro,mi mette di buonumore e mi scatena una sorta di dolcissima "saudade".
Un abbraccio a tutte mie care!!!


(ricetta tratta da Un dejenuer de soleil)

Cake alle olive e al vino bianco

300 gr farina
8 gr lievito per torte salate
3 uova
130 gr olio di oliva
200 ml vino bianco
160 gr parmigiano grattugiato
200 gr olive verdi snocciolate e tagliate a rondelle
origano sale e pepe

Mescolare il vino bianco con l'olio di oliva e mettere da parte.
In un recipiente mettere la farina,il lievito,il sale ,il pepe e l'origano e unire mano mano tutti gli altri ingredienti,diluendo man mano con la miscela di olio e vino.Mettere in uno stampo da plumcake e cuocere a 180 gradi per una trentina di minuti.

Continue reading

20 Comments

24 ottobre 2012

Il plumcake salato e le sfogliatine di mele


Oggi plumcake salato.Ricetta che ruba non più di una quarantina di minuti e risolve una cena!

Plumcake salato alle olive e prosciutto

Ingredienti:

300 gr farina
100 gr prosciutto cotto a dadini
125 gr formaggio a piacere
50 gr parmigiano
100 gr olive 
50 gr pomodori secchi
70 ml olio extravergine
100 ml latte
1/2 bustina lievito per torte salate
sale
pepe
2 uova
prezzemolo

In una ciotola impastate tutti gli ingredienti e sistemateli in una pirofila da plumcake oliata e cosparsa di pangrattato.Cuocete a 180 gradi per una mezz'oretta circa!

e un'altra cosa.visto che accendete il forno e visti i tempi per cui bisogna "economizzare" approfittate e fatevi anche questa ricettina facile ma di una bontà!!!!
Io le ho cotte insieme in forno.Così oltre la cena mi sono preparata anche il dessert!

Sfogliatine alle mele

ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia
3 mele
3 cucchiai di zucchero
1 bicchiere di acqua

Tagliate le mele a dadini,mettetele a cuocere in una pentola con lo zucchero e l'acqua.E fatele raffreddare.Tagliate la pasta sfoglia a cerchi,al centro inserite il composto di mele e chiudete.Mettete in forno a 180 gradi per una ventina di minuti.fate raffreddare e spolverizzate di zucchero a velo!


Continue reading

36 Comments

25 luglio 2012

Torta di pane secco e pomodorini della Parodi

Sono figlia di contadini umbri e toscani,di quelli di vecchio stampo.Se c'è una cosa che ho ereditato da loro è il fastidio di dover buttare del pane .Mi sembra più di tutti gli altri alimenti quello che andrebbe salvato comunque...Per questo queste ricette salva pane mi piacciono un sacco.Questa poi è veloce,come tutte quelle della Parodi ^_^


Torta di pane secco e pomodorini


Ingredienti:


250 gr pane secco
250 gr ricotta 
200 gr scamorza affumicata
prezzemolo
2 uova
6 pomodorini 
grana 
sale
Mixare il pane e il latte tiepido e dopo averli fatti ammollare un pò.Aggiungere la ricotta,salare e frullare.In una ciotola unire la scamorza grattugiata grossolanamente,il prezzemolo e le uova.Creare un composto omogeneo.Trasferire il tutto in una pirofila foderata con carta forno.Decorarli con i pomodorini tagliati a metà,cospargere con il grana ed infornare a 180° per una quarantina di minuti.
(Io ho aggiunto anche del prosciutto cotto a dadini nell'impasto)

Continue reading

2 Comments

Followers

Visualizzazioni :

Google+ Followers

Search This Blog

Popular Posts

Pages

monicapennacchietti@l'emporio21. Powered by Blogger.

Buzzoole

buzzoole code

histats

Follow by Email

Se vuoi contattarmi:



Collaboro con:

Translate

Follow us

Instagram