Visualizzazione post con etichetta Dolci light. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Dolci light. Mostra tutti i post

24 agosto 2016

Le crepes senza uova di Marco Bianchi



vegetariano -vegan-pochi ingredienti


Qualche dato.
Mi piacciono le crepes.
Mi piace Marco Bianchi.
Mi piacciono i suoi libri.
Mi piacciono le sue ricette.


E sapete perchè?
Perchè posso cucinare una cosa sana e leggera senza dovermi imbarcare nel tunnel senza uscita del:
miso
tofu
seitan
alghe come se piovesse
con una spruzzata di lievito alimentare in scaglie.


Ma no amici vegani.
Non ce l'ho con il mondo vegan e vegetariano.
Ognuno fa della propria bocca nonchè stomaco quel cavolo che gli pare.
Io ce l'ho con la distribuzione, media o grande che sia.
Perchè ci sono ostacoli insormontabili:
sul cucuzzolo della montagna di Heidi magari l'alga wakame ho difficoltà a trovarla (che poi, a dirla tutta, anche io ho problemi a trovarla e vivo vicino la Capitale).
La distribuzione ancora non è capillare



In secondo luogo a conti fatti se una famiglia decide di nutrire tutti i componenti
non dico vegan ma anche solo bio deve accendere un mutuo a tasso fisso per circa ottocentoquattordicianni...e sono buona.

Ma insomma.
Decine di libri sul mangiar sano ,sulle sostituzioni della carne e il mercato che fa?
Invece di venirci incontro impenna, raddoppia...a volte triplica.
E che cacchio.


Ma io, signore e signori, ho l'asso nella manica.
Marco e i suoi libri.
Sono tutti nella mia libreria.
E sapete perchè?
Perchè so che per realizzare una sua ricetta devo semplicemente aprire il frigo o la dispensa.
Pochi e semplici ingredienti.
Ma sani



Prendete queste crepes.
Le avevo viste a gennaio sulla pagina facebook di Marco.
Poi
le ho ritrovate pochi giorni fa da Lei e...niente...
Mi sono stancata di farle.
Ogni sacrosanta mattina per colazione.
Perchè sono veramente buone e leggere.
Qui le vedete nella versione golosa con la crema alla
e nocciole per le mie figlie.
Io la mia l'ho farcita con una marmellata particolare di cui vi parlerò nel prossimo post.

E sapete quanti ingredienti?
Tre
Solamente tre!!

Venite in cucina con me?


CREPES SENZA UOVA
 di
 Marco Bianchi

170 ml di latte  (riso soia o vaccino)
70 grammi di farina( farro, integrale, farina 1, 0,00..fate voi!!)
zucchero a velo


olio di semi per ungere la padella

Sbattete latte e farina insieme.
Scaldate una padella unta di olio.
Versate un mestolo di preparato.
Fate cuocere circa un minuto per lato
Farcite e spolverate di zucchero a velo





Continue reading

5 Comments

17 febbraio 2016

I Cornetti all'acqua e santo Pinterest






San Giuseppe si occupa dei falegnami.
San Luigi degli studenti
San Cristoforo (manco a dirlo ) dei viaggiatori.

E poi c'è santo Pinterest che si occupa delle stordite come me.

Perchè al grido di:
i cornetti li preparo io,che nessuno compri la colazione per domani...

Mi sono armata fino ai denti:

  1. grembiulino total size a fiori che fa tanto casalinga anni '50
  2. mattarello d'ordinanza nonchè vice mattarello hai visto mai che a quello ufficiale dovesse venire un colpo apoplettico
  3. farina appena presa dal mulino cheamomentimelamacinodasola
  4. spianatoia appena lucidata con olio di gomito 
  5. fascia stile Rambo in pensione a tenere su sti benedetti ricci che ce vorrebbe la Vinavil porca paletta.
  6. Ricetta stampata da un blog che mi sta proprio simpatico(QUESTO)


Ok,ho tutto.
Mizzica quanto sono organizzata.
La Chiara Maci de Roma me chiamano.

Tiro fuori gli ingredienti:
farina..ah si ce l'ho
zucchero...ecchelo qua

Latte...ho detto latte....LATTEE!Ma perchè serviva il latte?
Burro...ho detto burro....oh cacchio non c'è nemmeno il burro.

Mi mancavano i due ingredienti sine qua non,gli essenziali capito?
La tentazione di fiondarmi nella spazzatura è forte ma non saprei in quale secchione dirigermi indifferenziato,organico,carta?
E allora  butto un pò di improperi cosi a caso e cerco la soluzione.

Ad un certo punto mi illumino d'immenso e di connessione internet.
Apro santo Pinterest che la faccia la dovrò pure salvare e cavoli i cornetti devono uscire fuori,dovessi modellarli con la plastilina.

Cos'ho a disposizione?
L'acqua ,mi suggerisce sarcastica l'adolescente di casa.
E acqua sia
Metto insieme un pò di spunti ed eccoli qui,i cornetti all'acqua.
Sono venuti buoni, ma proprio buoni!
Con niente.

Il mix aromatico gli dà un profumo e un sapore che ricorda molto la brioche
La pasta è morbida e dolce.
Ovviamente assomigliano ad una brioche,non sono sfogliati,ma vale la pena provarli!
Del resto, sono come piacciono a me:facili,veloci ed economici!
Grazie San Pinterest!!!



CORNETTI ALL'ACQUA

500 grammi di farina
200 millilitri di acqua naturale tiepida
100 grammi di zucchero
1 cubetto lievito di birra
50 millilitri di olio (mais,girasole o riso)
1 pizzico di sale

mix aromatico:

1 arancia
1 limone
2 cucchiai di marsala
vaniglia



Prepara il mix aromatico:

  • grattugia il limone,l'arancia.Aggiungi la vaniglia e il marsala.Lascia macerare per una mezz'ora.
Prepara la brioche:


  • Su un tavolo infarinato metti la farina a fontana,il mix aromatico,lo zucchero,il sale,l'olio.Aggiungi il lievito e mano mano l'acqua.La dose è puramente indicativa.Mettila fino ad ottenere un composto omogeneo e che puoi lavorare bene.
  • Fai lievitare fino al raddoppio in un luogo tiepido.
  • Intanto in un bicchiere   metti 2 cucchiai di olio,1 di acqua e 1\2 di zucchero.
  • Riprendi l'impasto e lavoralo
  • Stendilo e spennellalo con la miscela di olio e acqua.
  • Ricava dalla sfoglia stesa otto-dieci triangoli e arrotola ciascuno partendo dal vertice,dando appunto la forma di un cornetto.
  • Metti su una teglia rivestita di carta forno a fai lievitare di nuovo per circa 30 minuti.
  • Cuoci in forno caldo  a 180 gradi per circa venti minuti



Con questa ricetta partecipo a Panissimo,la raccolta di lievitati dolci e salati ideata da Sandra, di Sono io,Sandra e Barbara, Bread and Companatico,questo mese ospitata dal blog Un condominio in cucina

                                                                          (Panissimo)

Continue reading

19 Comments

1 maggio 2014

La Torta moretta leggera e le fiabe a modo mio



Paese piccolo,la gente mormora.
E nel piccolo paese di Fiabilandia non si parlava d'altro.
Biancaneve era fuggita con il lupo di Cappuccetto Rosso.Sapete come vanno queste cose.Una passeggiata nel bosco oggi,un caffè domani e la frittata è fatta.In una notte buia e tempestosa la gaia principessa abbandonò il principe e fuggì col suddetto lupo.
I sette nani da tempo si erano trasferiti ad Amsterdam ed avevano aperto un coffee-shop
Tranne Cucciolo che invece gestiva un locale giù in città.E proprio da lui andò Biancaneve a chiedere un lavoro.
Il lupo ormai,dopo aver mangiato nonna e Cappuccetto Rosso,soffriva di una incurabile gastrite e si nutriva solo di erbette provenzali.E ahimè,costavano.
Per non parlare poi dell'affitto.L'unico appartamento che erano riusciti a trovare era quello affittato loro da Cenerentola.Strozzina e usuraia come pochi,ma era l'unico libero.Cinquanta metri quadri in periferia,con vista muro di cemento armato del magazzino adiacente,ma questo passava il convento.L'unica nota positiva era che le pulizie dell'appartamento erano comprese nel prezzo.Le colf erano le due sorellastre della suddetta Cenerentola.Avevano il vizio delle slot-machine e i soldi non bastavano mai.
Cucciolo gestiva un locale notturno e assunse Biancaneve come ballerina di lap-dance e in breve tempo divenne la regina del palo ..ehm...guadagnava bene e tutto sommato finchè non cominciò a perdere i capelli le cose procedettero per il verso giusto,ma un giorno...
Un giorno il lupo  incontrò la bella Addormentata che ormai non riusciva più a dormire e soffriva d'insonnia e vagava notte e giorno cercando il suo principe Filippo.Principe che aveva ben pensato di scappare nei mari del Sud con Mulan,sapete,il fascino orientale...non aveva saputo resistere.
Biancaneve così si ritrovò sola e abbandonata.
Terminò i suoi giorni mangiando mele rosse e guardando "Uomini e donne" alla tv.
Ahhhhhhhhhh,che soddisfazione! ^_^



Ieri parlavamo della mia cocchina adolescente e delle sue manie alimentari.E vi avevo illustrato le difficoltà di una povera mamma alle prese con gli ormoni impazziti.
Immaginate quando invece tale cocchina vi si presenta e dice:"Mamma,io e le mie amiche ci riuniamo domani (ndr.oggi primo maggio).Ognuna di noi deve portare qualcosa.Io il dolce.Ma devi pensare a Tizia che è intollerante ai latticini,a Caia che è intollerante alle uova e Sempronia che invece è a dieta stretta"
Ecco.
Al posto della mia cocchina,dieci cocchine e intolleranze a parte,diecimila giramenti di ormoni.
Torta ma dietetica.
Un ossimoro in sostanza.
In mio aiuto è arrivato un foglietto,stracciato,vecchio e logoro.La torta moretta leggera,presa anni fa sul forum di cookaround (ablasor).
E' semplicissima,senza pretese ma buona.
Le ragazze l'hanno guardata famelica ed hanno detto:
"ma se vicino ci mettessimo anche una pallina di gelato?"
Rigorosamente light però,cosa credete?




Continue reading

10 Comments

6 maggio 2013

Mousse di fragole senza panna e una notizia

Non ti sporgere,dammi la mano,non dire bugie e non mangiare nell'ordine:
-formiche
-caccole
-bolle di sapone.
Sulle formiche posso anche soprassedere tanto qualche proteina in più non ha mai fatto male a nessuno,le bolle di sapone magari ti fanno anche a costo zero un lavaggio del colon ma le caccole...le caccole NO!!
Queste le linee guida delle mie raccomandazioni in termini spiccioli e riassunte all'osso,ma molto all'osso ^_^
Ora,ben consapevole che le regole ,tranne quelle fondamentali,possano variare di famiglia in famiglia (per me è fondamentale mangiare a tavola ma ho un'amica i cui bimbi mangiano sulle scale e lei lo trova così....easy e bohemienne....de gustibus) sono sicura che su una concorderemo tutte:
non mangiarti le caccole.Ma mio figlio non lo ha mai fatto,direte voi.Manco le mie,ma non posso dirvi se per loro naturale inclinazione o coercizione mia.Ho bloccato sempre sul nascere l'introduzione coatta di falange,falangina e falangetta nelle narici.
Ma ho visto con i miei occhi schiere di bimbi assaporare questa prelibatezza che si trovavano così a portata di mano.E orde di mamme pronte a rimproverare e a correggere.
Ebbene,abbiamo sbagliato tutte.
Un team di scienziati americani dopo aver stabilito che sbattendo la testa al muro per un'ora si consumano 150 calorie,dopo aver stabilito che  gli orsi bianchi sono mancini e che è impossibile leccarsi il gomito hanno scoperto che (rullino i tamburi):
mangiare la caccole fa bene al sistema immunitario dei bambini!Praticamente magnano le caccole e allontanano le malattie.Capito?in barba alle raccomandazioni materne.
Non ci credete?E' proprio vero,guardate qui!
Ora quello che io mi chiedo quando leggo di queste ricerche bislacche....ma come gli viene in mente?Qual'è quello strano meccanismo che si mette in moto nella mente degli scienziati che li porta a relazionare sulle cose più assurde?
Lo so non è molto carino parlare di queste cose,lo so non è molto chic da parte di una signora della mia età....ma come cantava la Bertè.....non sono una signora .E mi sa che a questo punto non lo sarò mai!


Va beh comunque dopo tale notizia vi coccolo con una prelibatezza.Una mousse di fragole,ma leggera,senza panna con cinque minuti di lavoro.lLho salvata tanti anni fa da Cookaround (utente giovanna 79).Il bello di questa ricetta  è che è veloce e anche leggera.Volendo la si può rendere totalmente light sostituendo lo zucchero con il dolcificante liquido (il tic per intenderci).Veloce perchè la si prepara in cinque minuti,utilizzando l'albume crudo.Io preferisco sempre pastorizzare il tutto ed ho allungato un pò il procedimento!


Mousse di fragole senza panna

1 tazza di fragole (io 250 gr)
1 tazza di zucchero(io 100 gr)
1 albume

Versione veloce:lavate le fragole e frullatele con il frullatore ad immersione.Mettete insieme in un altro contenitore le fragole,lo zucchero e l'albume e montate con le fruste elettriche fino a che non otterrete un composto morbido e spumoso.mettete in freezer per una mezz'oretta oppure in frigo per due ore.

Versione con la pastorizzazione:in un pentolino versate 100 ml acqua e 100 gr zucchero,fate bollire fino a che il composto tirandolo su con un cucchiaio non scenderà a filo.In un contenitore mettete l'albume,le fragole frullate e versateci a filo lo sciroppo di zucchero.Montate con le fruste elettriche fino a che il composto non sarà raffreddato e cremoso.Ponete in freezer  per mezz'ora o in frigo per due ore.




Continue reading

21 Comments

Followers

Visualizzazioni :

Google+ Followers

Search This Blog

Popular Posts

Pages

monicapennacchietti@l'emporio21. Powered by Blogger.

Buzzoole

buzzoole code

histats

Follow by Email

Se vuoi contattarmi:



Collaboro con:

Translate

Follow us

Instagram