27 maggio 2015

I Ferrovieri




I Ferrovieri.
Ovvero quel biscotto che nessuna sa, che nessuno conosce.

Quel biscotto che in realtà è una crostata strana.
Quel biscotto che però ti piace perchè puoi metterci quello che vuoi.

Uno all'albicocca, uno alle fragole e uno al cioccolato.
Magari ci metto anche della panna o della crema pasticcera.
O una bella crema di pistacchi di Bronte.

No quella no, quella crea dipendenza.

Perchè il Ferroviere

Continue reading

18 Comments

20 maggio 2015

KladdKaka ovvero la torta al cioccolato svedese e i vantaggi di un mignolo rotto





Il segreto è vedere quel benedetto bicchiere mezzo pieno.
Almeno ci si prova.
Ci riesco? A volte si a volte ni.

Stavolta il bicchiere mezzo pieno riguarda un incidente domestico che si ripete a distanza di quasi tre anni.
Mi fracasso il quinto dito del piede, alias il mignolo maledetto.
Non c'è niente da fare.
Io gli spigoli non li evito, li affronto.
E perdo.

Di nuovo il dito fratturato, di nuovo il riposo forzato perchè la parte non si ingessa e bla bla bla.
Quali sono le delizie del riposo forzato?

Continue reading

12 Comments

12 maggio 2015

I Miguelitos de la Roda ovvero la semplicità della pasta sfoglia





Era il 1925.
Il primo vagito di un neonato come tanti.
I primi occhi aperti sul mondo di una persona come tante.
Manuel Blanco nasce a La Roda.
Siamo in Spagna, nella Mancha.
In un paesino dalla strade strette,l'afa, la cattedrale del paese.
Manuel fa una vita come tante.
Fa il militare a Valencia , diventa pasticcere e lavora con suo fratello Gabriel.
Viaggia,

Continue reading

12 Comments

5 maggio 2015

Le pizzette di melanzane




Quella della melanzana è la storia di una difficile scalata sociale.
Dalle stalle alle stelle ,se mi passate il luogo comune.
E' la dimostrazione che si può ribaltare il destino scritto nel nome e che il "sogno americano" è sempre realizzabile ^_^

Mettetevi nei suoi panni.
Nasce già sfigata.
Diamine, la chiamano melanzana,ovvero in latino malum insanum, la mela non buona o la mela dei folli.
Vi ci vedete voi

Continue reading

5 Comments

1 maggio 2015

Il Syllabub al limone e fragole perchè mi piace vincere facile!






Ma quanto mi piace vincere facile, ultimamente.
Dove per vincere facile, in cucina, si intende il veloce, il successone e perchè no anche l'economico!

Il Syllabub è una scoperta notturna.
Chi soffre d'insonnia, come la sottoscritta, sa che la notte o ti fracassi le zucchine a furia di contar pecorelle varie oppure ti trovi qualcosa da fare.

Io guardo le varie trasmissioni culinarie del Gambero Rosso, prontamente registrate sul decoder.
Armata di notes , penna e occhioni spalancati guardo, annoto, imparo.

Ora, il Syllabub l'ha proposto Nigella.
A me Nigella piace a fasi alterne.
Giorni pari si, giorni pari ni (dove ni sta per cosi cosi).
E le sue ricette le annoto e poi me le vado a cercare, studiare e immancabilmente le cambio ^_^.

Il Syllabub è un "historic food" inglese.
La prima traccia risale al 1537, in una citazione di John Heywood, autore teatrale, noto soprattutto per le raccolte di proverbi.

E' un dolce al cucchiaio veloce da realizzare e veramente ottimo.
Nigella lo proponeva annegato nell'alcool.

Io ve ne do un'altra versione, più fresca e leggera.
Perchè la tendenza oggi è proprio quella di renderlo più appetibile anche ai bimbi.

La versione che vi propongo è al limone, impreziosita da una cascata di fragole.
Perchè il connubio tra fragole e limone è uno di quei matrimoni inossidabili.
La base alcoolica è rappresentata da due cucchiaini di moscato.
Se desiderate oppure se ci sono bambini potete totalmente sostituirlo con del semplicissimo succo di mela!

Provatelo.
E' un dessert veramente buono e veloce.
La lavorazione della panna con il succo di limone le regala una consistenza che vi sorprenderà.
E vi farà fare anche un figurone!


SYLLABUB AL LIMONE E FRAGOLE

250 millilitri di panna fresca da montare
80 grammi di zucchero
2 cucchiaini di moscato (o marsala o altro vino dolce) o succo di mela
succo e scorza di un limone abbastanza grande
1 cestino di fragole

Prendete le fragole , tagliatele a dadini e conditele con una spolverata di zucchero.
Lasciatele riposare.
Mettete la panna in un contenitore, unite lo zucchero e iniziate a montarla, fino a che formerà i primi "becchi".
Unite la scorza e il succo del limone e continuate a montare. Unite anche il vino (o il succo di mela) e montate ancora per due minuti circa.
Potrete notare che la panna avrà assunto una consistenza particolare, estremamente cremosa.
Prendete i bicchieri da portata.
Fate un primo strato di fragole, unite la panna, fate un altro strato di fragole e completate ancora con la panna montata.
Decorate con una fragola e fate riposare in frigo per una mezz'ora!


Continue reading

6 Comments

Followers

Visualizzazioni :

Google+ Followers

Search This Blog

Popular Posts

Pages

monicapennacchietti@l'emporio21. Powered by Blogger.

Buzzoole

buzzoole code

histats

Follow by Email

Se vuoi contattarmi:



Collaboro con:

Translate

Follow us

Instagram