17 novembre 2014

Il Risotto taleggio,funghi e nocciole e gli Orobii



A me gli Orobii fanno un gran simpatia.
Perchè ci sapevano fare.
Uhhh come ci sapevano fare.
Mucche e vitelli non avevano segreti per loro.

Tra una mungitura e l'altra crearono il capolavoro.
Il Taleggio.
Mica pizza e fichi.

Una volta arrivati attraverso le Alpi nelle valli lombarde, gli si accese la lampadina.
Ed ecco la mungitura, il latte in stampi di legno a forma di parallelepipedo quadrangolare ,la salatura solo al termine e la particolarità di girare gli stampi ad intervalli regolari.

Sembra niente.
Solo che siamo nel IV secolo avanti Cristo.
Mica c'era Wikipedia da poter consultare!!

Il taleggio" l'è vecio".
Ha attraversato indenne fior di secoli.
Fino al 1944, anno della sua consacrazione definitiva grazie ad un decreto ministeriale che ne fissa la percentuale grassa minima.

A me  piace.
Ed è uno dei miei peccati di gola preferiti, anche se mi costringe poi per quattro giorni ad osservare una ferrea dieta di controllo delle intolleranze.

Lo adoro da solo e mi piace quando crea unioni perfette con altri alimenti.

Come nel caso di questo risotto.


Pochi e semplici ingredienti.
Un piatto di facile esecuzione.
Ma buono.
Una coccola al palato e una all'anima.
Soprattutto in una giornata come questa.
Un pò fredda, con la pioggia che batte incessante sui vetri.
E la voglia di coccolarsi un pò.




RISOTTO TALEGGIO, FUNGHI e NOCCIOLE

Riso Carnaroli o Arborio-400 grammi
Funghi misti-250 grammi
Taleggio-120 grammi
Cipolla bianca_1 (piccola)
Aglio -2 spicchi
Vino bianco secco- 1\2 bicchiere
Brodo vegetale-600 millilitri
Granella di nocciole tostate-70 grammi
Burro-40 grammi


Tritate finemente lo spicchio di aglio e la cipolla piccola.
Mettete sul fuoco una padella, unite il burro e il trito di cipolla e aglio.
Fate soffriggere  e unite poi il riso, facendolo tostare per un minuto circa.
Unite il mezzo bicchiere di vino e fate evaporare.
A questo punto versate mano mano il brodo bollente, portando a cottura il riso stesso.
Nel frattempo iniziate a cuocere i funghi.
In una padella ponete un pò di olio, l'altro spicchio d'aglio schiacciato.
Fate prendere un pò di colore e unite poi i funghi.
Sfumate con un pò di vino e portate a cottura, aggiustando di sale e di pepe.
Fermate il riso due minuti prima del termine della cottura.
Unite il taleggio che avrete tagliato a dadini e una noce di burro. mantecate fino a far sciogliere il formaggio.
Servite il riso nei piatti,unendo in superficie i funghi cotti e la granella di nocciole tostate.



3 Comments

3 commenti:

  1. Mi piace tutto di questo risottino.. stuzzica le mie papille gustative.. :-) smackkkkk

    RispondiElimina
  2. riesco a percepire la sofficità, sia della consistenza che del gusto....bravissima!!!!

    RispondiElimina
  3. strepitoso, sento il cric crac delle noccioline, che piatto divino.....Baci Sabry

    RispondiElimina

Followers

Visualizzazioni :

Google+ Followers

Search This Blog

Popular Posts

Pages

Blog Archive

monicapennacchietti@l'emporio21. Powered by Blogger.

Buzzoole

buzzoole code

histats

Follow by Email

Se vuoi contattarmi:



Collaboro con:

Translate

Follow us

Instagram