La Torta al gelato...ovvero come ti riciclo il gelato avanzato



Problema:

Monica ha due figlie golose di gelato. Compra vaschette varie, ben sapendo che toccherà a lei raschiare il fondo di suddette vaschette per far fuori il gusto che alle pargole non garba.
Perché tanto ci sarà sempre un gusto che non andrà bene.
Il limone insieme alla fragola,il cioccolato insieme al pistacchio di Bronte. Il cetriolo vicino alla stracciatella.
Uno di questi sopravviverà sempre, tipo Highlander, agli attacchi famelici delle pischelle (per i non romani ,le due bimbe ^_^).
Quest'anno però Monica si è stancata di considerare il suo stomaco come una pattumiera a raccolta differenziata per cui le vaschette con il gusto solitario si sono accumulate nel freezer. Cosa farà la nostra eroina?

Soluzione:

la torta al gelato.
Ovvero mettiamo il gelato nell'impasto.
Il risultato è una tortina morbida, umida e semplice da fare.
Vederla su Taste of home e innamorarmene è stato un tutt'uno!

Alcuni accorgimenti:non utilizzate sorbetti o gelati light. La torta viene bene con gelati pastosi e ricchi di sapore. Potete utilizzare anche gelato di soia (quello che vedete nella foto è realizzato appunto con il gelato vegetale). I tre ingredienti che vi do sono la base dalla quale partire. Potete aggiungere 1 cucchiaio di zucchero,gocce di cioccolata,spezie o frutta. E' di una semplicità disarmante nella sua versione base e unica nella versione ricca.
Una ricetta svuotafrigo e salvatasche.
E non mi sembra un particolare trascurabile!!!!







11 commenti:

  1. E' la prima volta che leggo di un dolce fatto con gelato, farina e lievito e sinceramente se non avessi visto le foto del capolavoro che ne è uscito avrei avuto seri dubbi sulla riuscita. Complimenti per l'utilizzo e per il risultato.
    Un po' di tempo fa mi capitò di fare del gelato al cocco, che era veramente molto ma molto abbondante per essere consumato in un breve periodo... Avrei potuto fare questa ottima torta, che non mancherà alla prossima scorta di gelato che preparerò!

    RispondiElimina
  2. Bellissima e invitante proposta. Peccato che da noi il gelato, di qualunque gusto, finisce in un lampo!
    felice giornata
    amelie

    RispondiElimina
  3. buona ed invitante! la farò!! ...se le bambine lasceranno un pò di gelato nella vaschetta!

    RispondiElimina
  4. ma se un giorno non volessi accendere il forno mi sacrificherò io a fare la pattumiera se nò che amiche siamo :-)
    Ciao soreta :-)

    RispondiElimina
  5. ma questa è una genialata, anche io ho una pischella che non finisce mai una vaschetta!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  6. ottima,quando mi è capitato l'ho preparata anche io ma non l'ho postata perchè la foto non mi convinceva,comunque buonissima e bravissima come sempre alla prossima genialata

    RispondiElimina
  7. Mai letto di una ricetta simile, mi meravigli sempre più, tipo io con le bananeeeeeeee, bananeeee chi vuole bananeeeeee...ops...mi aveva di nuovo preso di mano....ah ah ah!!!!
    Peccato, che al momento, in casa nostra non avanzino vaschette semi vuote perché è l'unica cosa che sparisce in un nano secondo....però potrebbe anche non avanzare, ne compro una da 200 ml e il gioco è fatto....!Proverò sicuramente Moni, mi hai messo curiosità.
    Ma poi dove va conservata? In credenza come una normale tortina o in frigorifero?

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Grazie per la ricetta svuotafrigo e salvatasche!
    Prima o poi capiterà anche a me di dover raschiare il fondo delle vaschette...meglio segnarmi la tua super idea!
    Bacioni e buon we

    RispondiElimina
  10. il gelato non andrebbe né fatto sciogliere, né ripastorizzato (a pastorizzazione avviene pochi secondi a 85°). Sarà anche buono ma non sono molto sicuro che sia un alimento sano mangiato in questo modo; sono molto dubbioso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera Massimo.
      Rispetto senza dubbio la sua opinione. Questa è una ricetta ( come sottolineo nel testo) proveniente da Taste of Home , testata statunitense, estremamente affidabile. Ha fatto il giro del pianeta per la sua particolarità. In effetti però non mi ero mai interrogata su quanto potesse essere sana. la ringrazio per lo spunto e sottoporrò quanto prima la questione agli esperti del settore, riservandomi la possibilità di togliere tale ricetta dal mio sito qualora potesse essere nociva.
      Grazie e le auguro una buona serata
      Monica Pennacchietti

      Elimina