15 aprile 2014

La crostata di mele e le casalinghe disperate ma tanto felici!!

Siamo quelle che spolverano mobili ascoltando i Deep Purple a tutto volume.

Siamo quelle che lavano un piatto con la fretta di finire.

Siamo quelle che ,se ho voglia ti imbandisco un pranzo "menù a la carte" ma se non ho voglia ti accontenti del menù turistico.
Che a casa mia vuol dire bastoncini Findus e insalata.

Siamo quelle che gli zainetti della scuola,se proprio dobbiamo,li laviamo alle feste comandate.
Natale e Pasqua,anzichè ogni fine settimana.Anzi,facciamo che li laviamo alla fine della scuola e amen.

Siamo quelle che entrano all'iper per comprare lo sgrassatore ed escono invece con il mascara e la crema sorreggi glutei ^_^.

Siamo quelle che col piumino per spolverare giriamo attorno al soprammobile anzichè alzarlo.

Siamo quelle che stirano guardando film e se capita una piega ahimè,pazienza.Johnny Deep ci ha distratte e se permettete la maglietta con le ranocchiette stesa sull'asse da stiro,è meno interessante di suddetto attore.

Siamo quelle che tirano avanti una casa,nella maniera migliore ma con allegria.

Siamo una nuova generazione.

Le casalinghe disperate ma anche tanto ma tanto felici.

Dedicato alle mie amiche e ai fantomatici zainetti del fine settimana.^_^

Sei mele.Sei mele nel cesto della frutta.Una settimana di "La vuoi una mela?" "No,voglio le fragole" "La vuoi la mela?" "No,voglio la pera" e cosi via.
Alla fine le guardavo con compassione,immaginandole già marroni e prossime alla discarica.
Ho deciso.
Crostata.
E crostata sia.
Ma rustica.
E casalinga tout court.
Ma con un pizzico di esotico che fa sempre nouvelle couisine.
Ve la presento.
Io l'ho appena intravista.
Il tempo di raffreddarsi e ha preso il volo nelle pace di figlie,marito e gatta.
Si,perchè è riuscita a prendersene una fetta.
La mia.

Crostata alle mele

per la pasta:

300 gr farina
100 gr burro morbido
100 gr zucchero
2 uova
1\2 bustina lievito in polvere
1 pizzico di sale

per il ripieno:

6 mele
80 gr zucchero
50 gr uvetta
1\2 cucchiaino di zenzero (facoltativo)
1\2 cucchiaino di cannella
2 biscotti secchi
succo di 1\2 limone


Sbucciamo e tagliamo a dadini le mele.Uniamo lo zucchero,lo zenzero,la cannella.il limone e l'uvetta e facciamo ammorbidire sul fuoco per una decina di minuti.
Sul piano di lavoro infarinato mettiamo la farina e tutti gli altri ingredienti previsti per la pasta.Lavoriamo velocemente fino ad ottenere un composto omogeneo.
Stendiamo con il matterello la pasta e ricopriamo per due terzi una tortiera imburrata e infarinata .Bucherelliamo il fondo con una forchetta ,uniamo i due biscotti secchi sbriciolati.A questo punto riempiamo la nostra tortiera con il composto di mele.
Con la restante pasta formiamo le strisce tipiche della crostata e adagiamole sul composto.
Cuociamo in forno caldo a 180 gradi (statico)per una quarantina di minuti.Facciamola raffreddare e decoriamola con lo zucchero a velo




9 Comments

9 commenti:

  1. ahahhah io sono io quella descritta :-)
    Ehm complimenti per lo sfondo ihihihiiii finchè dura <3 <3
    Ciao soreta :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaha almeno fino a domani!!!!!.Si sei te,tranne che per i Deep Purple.Quella sono io.Tu ehm,hai altri gusti musicali.
      E qui mi fermo e non aggiungo altro!
      Ciao soreta ^_^

      Elimina
  2. leggevo il tuo post e mi e' caduto l'occhio sul mio porta frutta e due povere pere che stanno per fare la fine delle tue mele!! complimenti...simpaticissimo post

    RispondiElimina
  3. E' sempre un piacere leggerti Monica!!
    Grazie per la bella idea ho appunto delle mele che mi chiedono aiuto nella fruttiera!!
    Un bacione e Buona Pasqua
    Carmen

    RispondiElimina
  4. Uh come mi ritrovo in quello che hai scritto ... Dai Deep Purple alla crema rassodante (presa...oggi ...l'ennesima, che poi finirà mezza rinsecchita nel bidone come tutte le altre, perchè io sono costante!!) al soprammobile circumnavigato per far prima!!
    La crostata è un dolce coccola per me ... comfort dessert ... si potrà dire? Boh! Però è buona!
    Ciao e buona Pasqua a te e alla tua famiglia ... gatta ladra compresa!

    RispondiElimina
  5. ecco brava....è l'allegria la parola magica che rende tutto più semplice e armonioso!!!
    ah gli zainetti, non farmi ricordare come arrivava quello di mio figlio a fine anno scolastico!
    ottima la tua crostata di mele...!
    ma hai cambiato grafica al blog? bello bello!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  6. adoro fare la casalinga...altro che disperata!! io sono una casalinga per passione che, controvoglia, fa pure l'impiegata!!!! ottima la tua crostata. Un bacione e Buona Pasqua!!!

    RispondiElimina
  7. Evviva le casalinghe, vorrei tanto far parte della categoria! e invece la meta è ancora molto, troppo lontana. ma lo sono "dentro", in ogni fibra del mio essere, e sì, mi rende felice esserlo! ottima la crostata, mi hai ispirato!
    amelie

    RispondiElimina
  8. Si...mi piace proprio! Ottimo modo per riciclare le mele (io sarei come la tua bimba!). Anche se non ho figli mi sento parte della schiera di casalinghe disperate, però io ho definitivamente rinunciato a stirare!!!

    RispondiElimina

Followers

Visualizzazioni :

Google+ Followers

Search This Blog

Popular Posts

Pages

Blog Archive

monicapennacchietti@l'emporio21. Powered by Blogger.

Buzzoole

buzzoole code

histats

Follow by Email

Se vuoi contattarmi:



Collaboro con:

Translate

Follow us

Instagram