Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2013

La Matriciana secondo Aldo Fabrizi

Invincibile?
No,magari.
Ricca,forse si,perchè penso di possederle tutte e due.La risata è il mio tratto inconfondibile.C'è chi viene ricordata per una bella voce,per un bel davanzale,per un meraviglioso staccoscia..io di solito per la risata.Rido,rido forte,rido di gusto.Non rido come una signora ,non mi copro la bocca come insegnano alcuni manuali di bon-ton che negli anni mi è capitato di recensire.
E amo.Tanto.Forte.A volte troppo,a volte in maniera errata,a volte in modo incomprensibile.Ma amo.Non incondizionatamente.A modo mio.

Talebani della matriciana chiudete occhi e orecchie.Questa non ha nulla a che vedere con la ricetta tradizionale.
E' una versione gustosa e fantasiosa del grande attore romano.Bravo e grande buongustaio.Provatela.E' deliziosa!!

La matriciana secondo Aldo Fabrizi

1 cipolla
peperoncino
50 gr guanciale
50 gr pancetta affumicata
1 cucchiaio di aceto
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
1/2 dado (io non lo metto mai)
400 gr pomodori pelati 
basilico
olio extraverg…

Focaccia alle zucchine,pesto e mozzarella

Focaccia alle zucchine ,mozzarella e pesto

per la focaccia:

500 gr farina
2 cucchiai di strutto
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di sale
300 ml acqua
1 bustina di lievito di birra

per il ripieno:

4 zucchine
2 mozzarelle da 125 gr l'una
pesto quanto basta
1 spicchio di aglio
olio extravergine d'oliva((Olio extravergine d'oliva Condisano Dante)

per la salamoia della superficie:

1/2 bicchiere di olio((Olio d'Oliva Condisano Dante)
4 cucchiai di acqua
sale

Preparate l'impasto per la focaccia impastando tutti gli ingredienti su un piano infarinato.Fate lieviatre per due ore.Intanto tagliate a rondelle le zucchine.In una padella mettete a soffriggere lo spicchio d'aglio.Unite le zucchine e portatele a cottura,aggiungendo dell'acqua se necessario.Aggiustate di sale e pepe e fate raffreddare.
Riprendete l'impasto e stendetelo.tagliatelo a metà.Prendete una delle due metà e mettetela in una teglia da forno rivestita di carta forno.Unite le zucchine ,la nmozzarella tagliata a fet…

I Puff-Puff al cocco e la catastrofe

Dieci minuti e la catastrofe
Ho numerose amiche psicologhe,una pure psichiatra.
E quando giravo con il mio primo mega pancione me l'avevano detto:
"Monica cara,uno dei principi fondamentali:non lasciare mai i bimbi soli e inermi di fronte alla Tv".
Caspita,verissimo,lo dice pure tata Lucia,mica pizza e fichi.
Seleziona,decidi tu i programmi e il tempo.
Ed ecco che dopo la nascita della prima carota orde di Teletubbies si sono riversate in casa mia.
Per chi non avvezza al genere,questi sono i famigerati:



No,dico rendo l'idea?E i dialoghi?la palla di Lala,il monopatto Po,la borsa di Twinki Winki e il cappello di quel rospo di Dipsie.Er nanetto rosso era il preferito di mia figlia.C'ho messo due anni a capire che non era un nanetto,bensì una nanetta.
E insieme ai Teletubbies avevo scelto Charlie e Lola,il trenino Thomas (che tristezza) e i classici intramontabili come Topolino.Stop.Cronometro alla mano.Solo quelli e poi via verso altre frontiere.Tata Lucia sarebbe stata orgo…

Pasta al pesto di pomodori e noci e i vampiri emotivi

Oggi non volevo perdermi in chiacchiere.
Non è che posso sempre annoiare con i miei sproloqui nè tanto meno ho sempre qualcosa di carino o decente da dire,da raccontare.
Però poi,accendo il pc,inizio a bere il mio caffè,spulcio le notizie del giorno e l'occhio mi va su una piccola notiziola,una sorta di costume e società.
Il titolo?
I vampiri emotivi.
Uno psicologo Albert Bernstein ha definito i vampiri emotivi le persone che si nutrono dell'energia vitale del prossimo sino a lasciarli prosciugati.
Niente sangue nè fori sulla giugulare.
Una mira dritta e precisa al cuore e al cervello di ognuno di noi.
E allora ho cominciato a pensare,a riflettere.
Ne ho conosciuti?
Si.E anche tanti.Vi è mai capitato di sentirvi vuote,stanche senza più energia dopo aver incontrato Teobaldo o Cinciallegra?A me si.E non mi spiegavo il motivo.O magari in loro compagnia iniziavo a sentire una demotivazione sempre più forte,una tinta fosca che avvolgeva me e i miei progetti..
Il brutto è che questi vampiri a …

I tarallini alla birra e la panterona da spiaggia

Una scommessa.Di quelle che non ti puoi tirare indietro.
"Prima di parlare prova.Ma tanto tu non ce la farai mai"
C'eravamo lasciate l'anno scorso con questa scommessa Ora dovete sapere che io ho un'amica pantera.Lo è sempre.Lo è in città,al telefono,al supermercato,mentre spolvera.Ma la cosa per la quale l'ho sempre presa per i fondelli è quando fa la pantera in spiaggia.Sia ben chiaro:le viene un gran bene,ce l'ha nel Dna. Ma in spiaggia le ho sempre detto di smontare le impalcature e rilassarsi. E' scomodo,dico io. Manco per niente,mi ribatte lei. Il trucco ti si scioglie,obietto. Usi quello resistente all'acqua,mi dice. La criniera di capelli non è trendy in spiaggia,le dico. Tu capisci di moda e bellezza quanto Rosy Bindi,mi fa lei. Poi la fantomatica frase"Prova prima di parlare".Io che evito di giudicare a priori,di sospettare,di tramare...beh la stavo giudicando. Mettiti nei miei panni. Ma l'anno scorso con il piede rotto ad agosto mi ven…

Pasta al pesto di pistacchi e rucola

Pasta al pesto di rucola e pistacchi (dal mensile Vero Cucina)

400 gr penne
2 grossi mazzi di rucola
1 spicchio di aglio
6 cucchiai di parmigiano
80 gr pistacchi sgusciati
olio extravergine d'oliva(olio extravergine d'oliva Condisano dante)
sale e pepe

Cuocere la pasta in acqua abbondante salata.mentre questa cuoce mettete la rucola spezzettata in un mixer,l'aglio,il parmigiano,una presa di sale e il pepe.Frullate,unendo circa 1 bicchiere di olio,fino ad ottenere una crema liscia e omogenea.Scolate la pasta conservando un mestolo di acqua di cottura,trasferitela nella ciotola con il pesto alla rucola,aggiungete l'acqua di cottura e mescolate bene.Servite la pasta.







La Crostata della mezz'ora e l'autocelebrazione

Comportati come se..
Come se non ci fossero più problemi,come se ci fossero solo fiori da annusare e caramelle da mangiare.E magari tonnellate di gelato da buttar giù senza ingrassare.
Come se la stanchezza fosse solo un'invenzione di qualche buontempone e le delusioni il frutto di chi non ha fantasia.
Comportati come se ogni giorno fosse semplicemente un dono da scartare .
Come se tu fossi un dono da scartare.
Come se gli altri fossero un dono e una continua scoperta.
Comportati come se scalare l'Everest fosse per te come percorrere una breve salita.
Canta come se tu fossi una cantante famosa.
Balla come se tu fossi un'ètoile della Scala.
Scrivi come se tu fossi Hemingway.
Ama come se tu non sapessi fare altro nella tua vita.
E comportati come se tu fossi questo e molto di più.
Un'eterna scoperta.
E comportati come se oggi fosse il giorno del tuo compleanno............
ma oggi è il mio compleanno.
AUGURIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII a me!
Quanti ne compio?
Venti.
Va beh ventuno…

Cubetti di cocco snack , la tartare di anguria e la paura

Tra il dire e il fare ci sono in mezzo un oceano di paure.
Quanta distanza c'è tra il progetto accarezzato tante volte nella nostra mente e la sua effettiva realizzazione?
Le paure sono delle mine piazzate qua e là in quella stessa distanza,in quel piccolo o grande percorso che ci separa dalla realizzazione.Basta metterci un piede sopra e SPATAPAM esplodono.E il risultato si allontana sempre di più!
E se magari provassimo giorno dopo giorno a sconfiggerne almeno una ?
Se volete gustatevi questo video,io l'adoro!


Caldo.Caldo africano.Caldo che vi ha fatto scoprire che, mannaggia i pescetti ,pure la bocca suda.E allora urge rinfrescarla.Però mica si può sempre bere,magari che so qualcosa di fresco e piccolo.No,un gelato no,ho appena finito di mangiare mezzo chilo di spaghetti alle cozze....cubetto di ghiaccio..no..mica so n'eschimese...cubetto di cocco snack!Ecco la soluzione1
Il cubetto di cocco snack è versatile assai dovete sapere.No,non è light,per carità.Però è comodo.Lui se …

La Brioche all'acqua e chiacchiere

Signò la pagella de mi fija è bellissima.Tutti otto.

Ahhhhhhhhhhhhhh come studia er piccoletto de mamma  sua non studia nessuno.
Ma c'ha quarant'anni e fa ancora la prima media.
Eh ma che vor dì ognuno c'ha li tempi sua.

Bello de nonna è tutto il padre.I voti suoi.
Ma se il padre è stato bocciato otto volte.
Magari sarà come la madre che era una secchiona,non crede?
Dalla madre mi nipote ha ripreso solo er sopracciglio destro tutto il resto è de mi fijo.
.
Mia figlia questa estate la mando a fare il giro del mondo in ottanta giorni.
Io la mia in un college inglese a perfezionare la lingua.
Io la mia in Cina.
Eh ma mica studiano il cinese.
ehhhhhhhhh,signò,ma non se sa mai,qui i programmi scolastici cambiano e noi ce portamo avanti.

Signori e signori è andata ora in onda la puntata del serial :"Una tranquilla mattinata di chiacchiere al ritiro delle pagelle"

Acqua.Semplicemente e solo acqua,la sostanza di questa brioche.fatta di niente,tranne una cucchiaiata di strutto (essenzia…

Couscous vegetariano e la famiglia vintage

Denuncio.
Stavolta li denuncio.
Lui,il tipo con l'aria da intelligentone.
Lei col vestito a pois e il fiocco.
E pure il cane.
E pure ai tre nanerottoli.
A quello ricco e straricco mi sa che non mi conviene.
Con chi ce l'ho?
Ce l'ho con Topolino.E con Minni.E con Pluto.
E con tutta la banda.
Il Topolino settimanale per me era un appuntamento irrinunciabile.Tutta la mia paghetta era destinata all'evento imperdibile del mercoledi.
Lo compravo ,lo portavo a casa e lo appoggiavo sul tavolo della cucina.
E li iniziava il rito.Lo faccio tutt'ora appena compro un libro.
Guardavo il giornalino,ne accarezzavo la copertina,ne assimilavo l'odore e i colori.L'emozione era talmente tanta che per la prima mezz'ora non riuscivo nemmeno ad aprirlo.Sapevo che di lì a poco mi sarei immersa in un mondo speciale.
Mi sarei sentita un'esploratrice,un'astronauta.Avrei fatto il tifo per Paperino,mio personaggio preferito.
Avrei riso di Rockerduck e della banda Bassotti..Avrei annusato…

I muffins al cacao e acqua calda e ho allagato i ragazzini

Metti un pomeriggio afoso.
Metti una scuola,una sala piccolissima e tanti genitori,nonne,parenti,zie.
Metti le maestre.
Metti tanti bimbi.
E tra loro metti sul proscenio quello felice di calcare le scene,
quella che si sente una novella Eleonora Duse (la mia)
quello che si infila le dita nel naso,
quello che sta studiando come buttare giù dal palco il proprio vicino.
Quello che deve fare la pipì,
quello che si domanda il perchè delle recite di fine anno
Quello che sta pensando alle macchinine lasciate a casa.
Quello che pensa machimel'hafattofaredivenireiostavotantobeneacasamia..
Loro cantano.
Loro ballano.
Loro recitano le loro poesie..
Sembra un normale pomeriggio di inizio estate e fine scuola.
E invece non lo è.
Perchè ad un certo punto i genitori,le nonne,le zie e i parenti e gli affini entro il terzo grado hanno dovuto tirar fuori:
-ciambelle a forma di paperella
-braccioli
-materassini gonfiabili
-occhialetti per andare sott'acqua
Perchè si è allagato tutto.
Io ho allagato tutto.
Ho allagato i…

Mini briochettes

Ho trovato questo video con tutti gli usi alternativi della Coca-Cola.
Dategli un'occhiata .
A me qualche dubbio sul continuare a berla o meno onestamente mi è sorto!
Ecco il link!
Gli utilizzi insoliti della Coca Cola


Oggi le briochettes.Piccole brioche fatte seguendo la ricetta di questa personcina Qui.Ho riadattato la sua ricetta,aggiunto qualcosina e trasformato una brioche in mini-briochettes pronte ad accogliere della panna montata o ancora più golosamente del gelato!

Mini briochettes

500 gr farina
2 uova
70 gr strutto
250 ml latte a temperatura ambiente
100 gr zucchero
125 ml yogurt al naturale
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito di birra
per decorare la superficie.
granella di zucchero
qualche cucchiaiata di latte

Su un piano infarinato mettere la farina a fontana e al centro posizionare gli altri ingredienti.Impastare per una decina di minuti fino ad ottenere un impasto omogeneo.Coprire e far lievitare fino al raddoppio.
Prendete una teglia da muffin.Posizionate all'interno i pirotti…

La Focaccia senza impasto e il maquillage

La mia amica estetista lo sa.
Molto amichevolmente non la sopporto.
A parte la deformazione professionale per cui ti saluta solo se passi la revisione,come le macchine:controlla lo stato di salute delle tue sopracciglia,ti fa fare la prova del sale per vedere se le braccia stanno cedendo,ti fa tirare fuori le unghie per vedere se lo smalto è sbeccato o meno.
Superata la revisione,allora si procede al saluto.
Lei sostiene che ogni donna dovrebbe dedicare al trucco dieci minuti.
Io le dico che gli smalti dovrebbe stenderli sulle unghie invece di sniffarseli.
Io a malapena impiego cinque minuti.A prescindere che dopo vent'anni di onorato maquillage sempre nella stessa maniera potrei farlo anche ad occhi chiusi.
Prendiamo una mattina d'inverno.Freddo,buio pesto,il piumone che ti sussurra di non lasciarlo...ma tu devi accompagnare le carote a scuola.Allora ti alzi ,vai in bagno e ti guardi allo specchio e....magia.Il tuo viso non lo riconosci,ti sembra un quadro di Picasso.Occhi al posto …

Torta al cocco e lime e il mistero di Olivia

C'è chi si interroga sul buco dell'ozono,chi sull'esistenza degli alieni,chi sullo spread,chi su cos'è nato prima se l'uovo o la gallina,io...io da una vita mi pongo un interrogativo:
Lei:


Miss Olivia.
Secca è secca.
Scorbutica pure.
Acida anzichè no.
La prova vivente che non è sempre vero che altezza è mezza bellezza.
C'ha il naso a forma di siluro.
Le braccia lunghe quanto la Salerno-Reggio Calabria andata e ritorno.
Le scarpe ,dico le scarpe le avete visto bene?
E i capelli?Dico i capelli...presentatemi tutti tranne il suo coiffeur,please ^_^
Eppure è sicura di sè.
Eppure due e dico due fustacchioni se la contendono a suon di pugni.Va beh è vero che uno è guercio e l'altro "leggermente" in sovrappeso,ma se pigliano  comunque a mazzate per lei.
Ecco,spiegatemi Olivia.
Trovatemi il come e il perchè.
E anche il quando magari.
perchè io la copio eh.
ma la copio di brutto.
Non fosse altro che per una caratteristica che la maggior parte di noi non ha:l'estrema sic…

Il Ritz confuso

Hai fatto i Ritz?
Ma no!
Mannaggia i pescetti.!
La ricetta trovata in una notte buia e tempestosa , in una nottata tranquilla in cui la lotta estenuante con una malefica(leggesi zanzara) mi aveva talmente stremato che urgeva necessario pic-nic di mezzanotte.Non è vero erano le tre,ma tanto che ce 'mporta? ^_^
E allora accendo il pc e via.E cosi come al solito mi perdo e giro e leggo e traduco dove non arrivo e gira che ti rigira arrivano i Ritz.Non è che io li ami particolarmente ma le due piccole emporiette e mister Emporio li adorano.
Fichissimo,penso.Se dovessero essere come l'originale mi faranno una statua,che so mi eleggeranno mamma dell'anno.
Voglio pure la coccardina,oh yes.Fa tanto film americano vero?
Ma si,indosserò anche un bel tailleur.Rosa confetto,ma con il toupè di Moira Orfei.
Acciderbolina,già mi immagino ahhhhhhhhh...
Si ahhhhhhhhhh un accidenti.
Basta sognare,occorre passare all'azione.
Mi chiudo in cucina perchè chi ha tempo non aspetti tempo.
Il problema è ch…

L'Angelica delle Simili e la libera circolazione

Ah no!Chiedimi il codice Iban,dov'è la chiave della cassaforte,il Pin del telefonino ma non mi chiedere la ricetta di questa meraviglia perchè è segreta.
Ecco.Voi ditemi questa frase e io comincio a passare dallo stato solido a quello gassoso.me comincia a fumà tutto,pure il malleolo sinistro.
Perchè se c'è una cosa che non sopporto è il tirarsela in cucina.
Cucinare è amore,è passione per se stesse ma soprattutto per gli altri.
Si cucina per amore,si condivide il proprio sapere per amore.
E trincerarsi dietro un secco No,quando si sono ricevuti fior di complimenti per un piatto,a me fa girare tutto.
Il cibo deve essere come le merci.
Libero scambio.
A maggior ragione se è una ricetta valida.
Quindi LIBERIAMOLE ste ricette!facciamole circolare il più possibile,con le dovute attribuzioni!
E per fortuna che ci siamo noi foodblogger che almeno nel nostro piccolo,medio,grande riusciamo a far circolare ste benedette ricette.
E una è questa che vi propongo oggi.
Io ho tre punti saldi in cucina.

Torta alla ricotta,mele e cannella e l'attimo

Qual'è il passaggio che mi sono persa?
Quale parola infilata tra due frasi,magari comuni,magari legate alla normale sopravvivenza quotidiana avrebbe dovuto fare la spia?
O un battito di ciglia,un sospiro particolare.
Perchè ci deve essere stato un momento.Un piccolo lasso di tempo intercorso tra la Barbie e lo smalto per le unghie viola
Perchè comunque a noi madri almeno le linee guida dovrebbero darcele,insegnarcele,che so un libretto d'istruzioni.
No perchè dico,ieri giocava con la Barbie e ascoltava lo Zecchino d'Oro,oggi mi dice "andiamo a fare shopping" e ascolta gli One Direction , Marrakash e Fedez
Perchè ieri mi diceva "come sei grande mamma" e oggi mi prende i vestiti dagli armadi.E le borse.M'ha sfilato quella di Minnie dicendo che ormai c'ho 'na certa.
Una certa età.
Perchè ieri mi diceva "io senza di te non vado da nessuna parte " e oggi mi dice io esco da sola.
Ma il momento intermedio tra ieri e oggi chi me l'ha rubato?
Poi…

Torta magica alla vaniglia,torta magica al cioccolato e le cellule

Da un punto di vista biologico cosa succede quando una cellula smette di muoversi?
Una cellula inerte,ferma è una cellula improduttiva.
E le altre?
beh caspita le altre dovranno pur fare il suo lavoro,dovranno compensare.
E invece no.Imiteranno la cellula impazzita,inizieranno a diventare inerti anche loro.
E l'organismo?
L'organismo muore.
Ma la biologia è una cosa straordinaria e questo processo degenerativo può essere invertito.
Come quando una ferita inizia a guarire.
E quando una cellula inizia a guarire crea energia e questa energia fa muovere anche le altre.Si crea tutto un rimescolamento,le cellule iniziano a ballare la samba.
Ma che dico samba...
Samba,rumba,bossanova e perchè no pure lo Zumba visto che ci siamo
E si urtano,si spingono,si guardano magari in cagnesco finchè...finchè capiterà una che dirà all'altra,in mezzo a tutto quel bordello:
"Ma io ti conosco.Io so chi sei,tu sei mia amica.Lavoriamo insieme."
E il processo di guarigione inizia.
SE tutte le cellule l…

Le ciambelline al vino e quant'è bona la Sora Assunta

....Lo vedi ecco Marino la sagra c'è dell'uva.......
nanananana
.....Semo ragazzi de 'sta Roma bella e le ragazze famo 'nnamorà.
nanananana
........E daje de tacco e daje de punta e quant'è bona la sora Assunta.
E andiamo col revival folkloristico a braccetto con Romolo e Remo,lupa compresa!
Ma il vino invece di metterlo nelle ciambelle te lo sei bevuto direte voi.
Ma de che ,dico io e qui mi fermo con lo slang romanesco
Questa specie di juke-box degno del miglior Lando Fiorini per introdurvi ad uno dei dolcini più tipici dei Castelli Romani,la mitica ciambellina al vino
Mitica perchè tanto sia se siete oriunde di questa zone o trapiantate come me,è la prima cosa che le mamme vi fanno fare quando in un pomeriggio buio e tempestoso avete deciso di rompere le zucchine alle vostre genitrici.
"A mà m'annoio"
"Leggi"
"Non mi va"
"Gioca con le Barbie"
"Non mi va"
"Gioca con le costruzioni"
"Non mi va"
E allora viè …

Tiramisu alle ciliegie e il filosofo rock

Il più rock'n'roll dei filosofi?
Nietzsche.
E sua una frase meravigliosa.
"La vita senza musica sarebbe un errore"
Ha ragione da vendere.Quanti momenti della vostra vita sono stati scanditi dalle note?
Il primo bacio,le prime delusioni d'amore,il filmino del matrimonio.Una canzone alla radio,una canticchiata,una appena accennata nella mente.
Rock,pop,soul,musica classica...
Io tendenzialmente adoro il rock e il jazz.Ma è anche vero che dipende dal momento che sto attraversando,dai pensieri che abitano la mia mente.
L'importante però è che ci sia una colonna sonora ad abitare le nostre vite.Perchè la musica è immediatezza.E' istinto allo stato puro.E' adrenalina pura.E' balsamo per l'anima.
Vi lascio con una delle canzoni più belle cantate da Nina Simone,una delle prime che ho imparato ad apprezzare.Mi calma,mi fa sorridere .Mi fa star bene!

Ciliegie da smaltire?proviamo un tiramisu particolare,adatto a questa stagione!

Tiramisu alle ciliegie

per la compos…

Il plumcake del mulino felice

Ho sempre adorato giugno.
Certo uno dei motivi è perchè il 21 di questo mese beh,è nata la sottoscritta.
E quest'anno sono quarantadue caspiterina.
Però mi guardo dentro e mi rendo conto che non li ho.
Va beh,fuori si ma mica l'ho inventata io la legge di gravità mbeh.
A un certo punto tutto inizia a pendere.
Verso il basso ,porca paletta.
Ma lo spirito e l'anima quelli hanno vent'anni forever!
Giugno mi è sempre piaciuto per la promessa dell'estate.Odori,colori,i banchi della frutta che diventano sempre più colorati e appetitosi,prove costume,bikini o intero?Vestitini colorati,odori appena accennati di abbronzanti,i parchi delle città che risuonano delle voci dei bimbi.
Bello sto mese.
Ma quest'anno?
Chi ha rubato le promesse dell'estate?Guardo dalla mia finestra e vedo grigio,la pioggia batte incessante,la gatta è dietro al vetro che osserva le goccioline scendere.
Ma arriverà.Invincibile come sempre la bella stagione.
Fuori e dentro di noi!
Oggi vi lascio con questa i…