17 marzo 2013

Torta candida alle mele e il primo fiore di primavera

Ho un discreto pollice verde 
Non mi sento a casa se non  mi vedo circondata dalle mie amate piante ,dai miei fiori.
Ma ho una passione,una folle passione.
I cactus e in generale le piante grasse.
Mi stupisce ogni volta la loro capacità di rigenerarsi,di trarre il meglio da ogni situazione.Di creare dalle loro stesse ceneri.
Avete mai provato a raccogliere una foglia di una pianta grassa e a piantarla?ne crescerà una pianta rigogliosa...da una singola foglia.
Come quella della foto che vi mostro.Un rametto trovato per strada,destinato a morte sicura.L'ho preso due anni fa,l'ho piantato e curato.
Oggi il primo fiore.
Il primo fiore di questa primavera che incombe.Una primavera che non senti nell'aria,la senti lontana.
Eppure c'è.Eppure la natura la percepisce e risponde.
Ho scelto proprio questo fiore timido,ancora chiuso ma che sfida il freddo di questi giorni per augurarvi una buona domenica e una buona,nuova invincibile primavera.
Fuori e dentro di voi!

Torta candida alle mele...prevale il bianco,la farina,la presenza dei soli albumi,lo yogurt.Un pò riciclosa (alzi la mano chi come me odia gli albumi che gironzolano per il frigo),un pò semplice...una torta che sa di casa.Dedicata alle ultime,fredde e buie domeniche di questo inverno!



Torta candida alle mele

3 albumi
250 gr zucchero
2 belle mele
300 gr farina
125 gr yogurt bianco
1 pizzico di sale
1 scorza di limone grattugiata + il succo
1 bustina di lievito per dolci
130 olio di mais

Affettate le mele e mettetele in un piatto con il succo di limone in maniera tale da non farle diventare nere.
Iniziate a montare le chiare dell'uovo con il pizzico di sale e 2 cucchiaia dello zucchero previsto.Montare per due\tre minuti e poi aggiungere lo zucchero rimanente.Quando le chiare saranno ben montate unite la scorza del limone grattugiata e lo yogurt.Mescolate, unite la farina setacciata con il lievito alternandola con l'olio di mais.Il composto deve risultare fluido.Se fosse troppo compatto aggiungete un pò di latte.
Sistemate tutto l'impasto in una tortiera imburrata e infarinata,sistemate sopra le mele a raggiera e infornate a 180 gradi per 35\40 minuti.



22 Comments

22 commenti:

  1. ti è uscita veramente bene e sicuramente dev'essere buonissima!!

    RispondiElimina
  2. ...da bambina trovai una piccola agave in riva al mare, più sul tramortito andante che altro, ma decisi di portarla a tutti i costi a casa e così si fece anche un viaggetto in macchina avvolta in un pezzo di stoffa...la piantai, dopo qualche anno diventò una "bestiona" enorme che ci regalò anche un immenso fiore....buona rigeneration a te! cri

    RispondiElimina
  3. Pensa avevo giusto tre albumi da riciclare...appunto avevo, li ho portati a mia madre, perchè dopo un fine settimana passato a fare dolcini e dolcetti ne avevo le zucchine colme.. ;-)!! ma sai che c'è se li avessi ancora qui mi metterei a fare la tua torta, tanto il forno guarda caso è giusto acceso...quelli dell'acea con me fanno le migliori vacanze!
    Sai giusto ieri pensavo alla primavera, fuori c'erano 5 gradi ed i prati, invece, sono già in fiore, buffo no?!
    Bacio e buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che li fai a fare tutti sti dolcetti che manco te li mangi?ahahaha...lo vedi sei stata precipitosa,potevi aspettare con gli albumi ^_^
      Ti abbraccio forte forte!
      Monica

      Elimina
  4. Hai ragione... le piante lo sentono.. anche nel nostro giardino.. le azalee son cariche di boccioli... le ortensie hanno già messo nuove foglie che esplodono sui rami a vista d'occhio... idem la gardenia e altre piante... ma noi quando la vedremo davvero???? :-).. bellissima la tua pianta grassa.... .-) e che buona la torta di mele.. gnamm gnamm un baciotto cara.. e buona serata

    RispondiElimina
  5. Buon pomeriggio Monica...sai che proprio oggi sono stata in campagna....che meravigliosa giornata,fredda ma con tutta la primavera dentro,qui è arrivata in tutto il suo splendore....ve la mostrerò a breve.
    Mi piace molto anche la tua torta e l'idea di impiegare gli albumi che odio anch'io messi in frigo ad aspettare di essere utilizzati in qualche modo.
    A presto
    Z&C

    RispondiElimina
  6. Mamma mia!!! Altro che primavera...qui è tutto il giorno che nevica e non abito in montagna!!!!!!!
    La torta con le mele, hai ragione, sa di casa...devo ricordarmi questa tua versione per la prossima volta che avrò degli albumi sparsi per il frigo..e dico sparsi non a caso visto che è quello che spesso mi succede ...sono mooooolto ordinata!!!!!!

    Un abbraccio
    monica

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia quel fiore!! Anche a me piacciono molto le piante grasse!!
    Qui da noi in giardino si stanno risvegliando tante piante, ne ho davvero bisogno della primavera!
    Io ho a casa un'agave enorme che arriva da Venezia, ha fatto un sacco di traslochi ed affronterà pure il prossimo, ormai ci è abituata!
    Ottima torta, non ho mai fatto la torta di mele con soli albumi!!!
    Baci Monica! Roby

    RispondiElimina
  8. Questa ricetta me la segno, per il dopo Pasqua, quando speriamo di rimettermi in forma. :)
    Stupendo il fiore, forse abbiamo qualcosa da imparare dalle piante... resistere, affrontare, essere ... semplicemente, come fanno loro.
    Baci.

    RispondiElimina
  9. Che primavera strana. Le aiuole del mio giardino sono già piene di giacinti e narcisi e cominciano a fiorire le prime gemem dell'albicocco eppure... ci sono ancora 4 gradi.
    Buonissime TUTTE le torte di mele
    http://basilicopistacchioenonsolo.blogspot.it/

    RispondiElimina
  10. Bella che sei! Questo post è stupendo... la primavera non si vede ancora ma c'è e questo fiore è un simbolo bellissimo... lo leggo come positività, la positività che vince, sempre e nonostante tutto... come il sorriso e la forza che bisogna avere dentro... sempre e nonostante tutto :) Grazie per avercelo regalato! :) Le piante grasse mi piacciono tantissimo (soprattutto quelle piccine piccine, ne ho una serie) ma ho decisamente il pollice NERO ahahahahah :D Deliziosa torta di mele, segno la ricetta! Un abbraccio, buona settimana :)

    RispondiElimina
  11. Che bella e golosa questa torta di mele :) e poi lo sai che a leggere questo tuo post mi ci ritrovo alla perfezione? ho la fortuna di avere un terrazzone grande con tanti vasi ed amo alla follia le piante grasse, un giorno metterò le foto in un post. Come te mi meraviglio ogni volta in cui vedo sbocciare i fiori o crescere le foglie e le piante, è affascinante e magnifica la natura :) difatti stò o con le mani in pasta o nella terra :D

    RispondiElimina
  12. Monica, altro che primavera... da me nevica da stamattina e così le mie belle piantine che ho appena messo in giardino ne soffriranno... e quei poveri fiorellini che erano già spuntati che fine faranno sommersi di neve??? Sigh...
    Mi consolerò con la tua torta di mele, che rimane sempre la mia torta preferita!! :-)))
    Buona settimana e un abbraccio!

    RispondiElimina
  13. Le tue parole sono proprio un bocciolo meraviglioso, amica mia. Parlano al cuore, lì si riposano.. per sbocciare in luminosa vita! Grazie.. davvero. E questa torta è stupenda.. davvero melosa come piace a me! :D Un abbraccio e buon inizio di settimana!

    RispondiElimina
  14. Oh Patry, amica mia, con questo tuo post alzo la mano due volte!
    1. AMO alla follia le piante grasse! Se vai a leggere il mio profilo twitter o instagram è la seconda cosa che dico dopo l'amore per la scrittura! Adoro la loro forza mista alla delicatezza dei fiori che sbocciano, adoro il fatto che siano piene di spine, aggressive, ma che in realtà siano il loro modo di sopravvivere. In pratica...ne ho più di 30 specie nella mia piccola serrettina in giardino :)
    2. Riciclo degli albumi ON! Ieri ho fatto un gateau di patate dove ne ho messi ben 4 che mi erano avanzati da una creazione precedente di quintali di pasta frolla :)
    Siamo due gemelline...buon lunedì!

    RispondiElimina
  15. Ciao scopro il tuo blog attraverso l'iniziativa di kreattiva!è davvero interessante!tua nuova follower!
    passa da me, se ti va ;)
    http://marielbijoux.blogspot.it/
    ciao!

    RispondiElimina
  16. non mi piacciono molto i dolci alle mele ma questa è particolarmente invitante, ruberò la ricetta grazie!

    RispondiElimina
  17. La tua torta ha un aspetto a dir poco invitante... sei davvero brava!!

    RispondiElimina
  18. Bella e invitante la tua declinazione per la torta di mele. non è la solita, complimenti!
    amelie

    RispondiElimina
  19. Che bella faccia melosa questa torta!!! Bella, buona e light!!

    Allora....so che non accetti premi (avevi scritto qualcosa in proposito tempo fa), ma io...te lo do cmq, però è fatto in ribellione...sei libera di non seguire le regole se non vuoi
    Io ne ho infrante un po'...
    http://celiakeira.blogspot.it/2013/03/pochi-ma-inspiring-e-le-lasagne.html
    ciao
    bacio
    sara

    RispondiElimina
  20. Ciao Monica, cercavo un riciclo albumi, ne ho scongelati troppi, ieri ho fatto la torta che hai provato tu, oggi volevo farne un'altra e in rete su larepubblica ho trovato proprio questa! Ho le mele, lo yogurt e non manca nulla .. penso soltanto di abbassare un pò la quantità di zucchero .. ti faccio sapere! Buona domenica, serena

    RispondiElimina

Followers

Visualizzazioni :

Google+ Followers

Search This Blog

Popular Posts

Pages

Blog Archive

monicapennacchietti@l'emporio21. Powered by Blogger.

Buzzoole

buzzoole code

histats

Follow by Email

Se vuoi contattarmi:



Collaboro con:

Translate

Follow us

Instagram