Il cremino al limone e Carlotta e la parola brivido parte 3


  1. Carlotta Parte 1
  2. Carlotta Parte 2


 "......Voi ce l'avete una parola-brivido?
Una di quelle parole che al solo udirla vi sentite colare un rivolino agghiacciante di sudore nella schiena ,sentite un leggero tremore e un'incombente tachicardia?
Lara si sente così quando sente la parola ragno,Tappetta mia figlia quando sente la parola spinaci e io...
Si,ce l'ho anche io.
La mia è la più agghiacciante ,degna del miglior Shining e Poltergeist.
La mia  parola brivido è:
Suocera.
Mi si mozza il fiato,mi gira la testa al solo pronunciarla .Devastazioni apocalittiche,invasioni di cavallette e tutte le altre piaghe d'Egitto messe insieme non reggono il suo confronto.
Mia suocera si chiama Dolores.Dolores de panza.La mia di panza.
Perchè me li fa venire ogni volta che la vedo.
Spagnola ma bionda.
Spagnola ma ha gli occhi azzurri.
Spagnola ma è alta due volte me.No,esagero.facciamo come una e mezzo.
Bella è bella,certo.Ma ti guarda come se tu fossi l'ultimo degli scarafaggi.Come se io fossi anzi.perchè tanto ce l'ha sempre con me!
Non mi ha mai perdonato di aver sposato suo figlio e di averlo strappato dalle grinfie di Astrid.
Chi è Astrid?Una super top model tedesca,alta questa si due volte me,rossa di capelli e con una miriade di efelidi spruzzate a caso qua e là.Sua vicina di casa da una vita,sua eterna pretendente,pupilla prediletta di m mia suocera che sognava un gemellaggio Madrid-Bonn .
Dolores de panza fino a due ore prima del matrimonio non ha fatto altro che ripetere che il matrimonio è un vincolo eterno,che non si può sciogliere,e bisogna esser sicuri e bla bla bla.
Poi il sacerdote non ha fatto in tempo a pronunciare "Ora puoi baciare la sposa" che la signora in questione è diventata un'assoluta e fervida sostenitrice del divorzio....perchè  niente nella vita è per sempre.
Che dite?
Ho le manie di persecuzione o ho un pò ragione quando dico che forse non sono proprio la luce dei suoi occhi?
L'unica persona con la quale va d'accordo è mia madre.Insieme fanno un gran figurone.(mia mamma si chiama Rebecca,soprannominata la Stambecca, ho reso l'idea?')perchè anche la mia mamma è un gran pezzo di donna.Io ho ripreso da mio papà,senza dubbio.Mediamente ricordate?
Loro sono altro.
Molto spesso Dolores dice alla mia mamma:"Ah Rebecca come starei bene senza la presenza di Carlotta" e ride come una cretina.
Il problema che mia madre risponde:"Ahhhh anche io starei meglio senza Carlotta"
E mi guardano sganasciandosi dalle risate.
Io dico che le suocere andrebbero esportate come le patate o i ravanelli.
Import-export.
Esporto la Dolores e importo una di quelle belle suocere delle fiabe.Tonde tonde,rubiconde, che sfornano torte di mele ogni giorno e che vedono le nuore sempre troppo magre.
E visto che ci sono esporterei anche le mamme...ma questo merita un discorso a parte...."

Oggi vi posto la ricetta del cremino al limone in salsa alle fragole.
Un cremino,nè budino nè gelatina.Una consistenza particolare per un dolce al cucchiaio veramente buono.
La ricetta originale è tratta dal solito "Le ricette d'oro delle osterie italiane". Questa viene dalla Trattoria alle Rive,Pederobba (Tv.)


Cremino al limone

per il cremino:
500 ml latte
4 tuorli d'uovo
1 bacca di vaniglia
125 gr zucchero
250 gr farina
buccia di due o tre limoni
3 fogli di colla di pesce
400 gr panna

per la salsa alle fragole:
2 cestini di fragole
1 limone
zucchero quanto basta.

Far ammorbidire per una decina di minuti i fogli di gelatina in acqua fredda.
Far bollire il latte con i semini di vaniglia ricavati dalla bacca.Intanto montare i tuorli con lo zucchero.Quando saranno pronti unire la farina,un mestolo di latte caldo,montare di nuovo e unire tutto il latte e la scorza dei limoni grattugiata
Mescolare tutto,unire i fogli di colla di pesce e cuocere a fuoco medio per cinque minuti.
Far raffreddare.Montare la panna (decidete secondo il vostro gusto se zuccherarla o meno) e unirla al composto.mescolare bene e versare in uno stampo da plumcake rivestito da pellicola (o singoli stampini).far riposare almeno due o tre ore in frigo.
Per la salsa,lavare le fragole e frullarle con il limone e lo zucchero,passarle al colino .Servire il cremino con la salsa ottenuta.



18 commenti:

  1. Ciao Monica , ogni volta mi stusci con le tue ricette, grazie!

    RispondiElimina
  2. Un dolce perfetto per coccolarci davanti alla tv, magari guardando un bellissimo film ma anche perfetto per chiudere un pranzo o una cena. W il limone e le fragole. Baci.

    RispondiElimina
  3. Ovviamente il cremino è avvelenato! :-)
    Ufffffff che pesantezza certe donne. Semplicemente non riescono a farsene una ragione!
    E tu oramai te la sarai fatta bella la corazza!
    :-)

    RispondiElimina
  4. ahahahaah...il tuo racconto è micidiale...peccato è tt vero e se ti immagino tra le grinfie di tua suocera non ti vedo bene x niente!
    Ma si sa... la suocera è sempre la suocera..non la si cambia, non la si sceglie...ci si può solo abituare ad averla tra i piedi...x fortuna non sono tutte cosi...però.... :))!!

    Tu sei una grande...e il cremino strabuono (a vederlo viene una voglia di mangiarlooo) :)!

    RispondiElimina
  5. Carissima... oh se la cara Carlotta ha ragione.. ogni tanto mi viene proprio da pensarlo ;D ahahah!! Dolores.. davvero...! Che mito sei.. leggo sempre avidamente quello che scrivi, mi rapisce :) Questi cremini al limone, poi, vogliamo parlarne? Solo il nome mi invita, dato che il limone mi piace tanto, essendo una fanatica della lemon curd :)) Mettimi insieme panna e limoni.. ed ecco che non resisto! :D Baciotto!

    RispondiElimina
  6. :-) mi hai fatto sorridere con questo racconto! Io devo confessarti che sono stata fortunata con mia suocera: è una santa, disponibile e con un grande cuore (solo un tantino un po' invadente qualche volta). E la cosa che mi piace di più è che con mia figlia non si prende la libertà di decidere: chiama me o mio marito anche per chiederci se può far fare una passeggiata alla piccolina. Insomma sono una delle poche fortunate ad avere una brava suocera
    http://basilicopistacchioenonsolo.blogspot.it/

    RispondiElimina
  7. Le parole ti si srotolano così, con una facilità Monica...ma come fai??? Hai una dote fantastica amica, è sempre bello leggere i tuoi racconti...certo che sta povera Carlotta...
    Io mi piglio il cremino và che dev'essere davvero buono!!
    Baci, Roberta

    RispondiElimina
  8. Ciao Monica, era da mercoledì che non passavo da te e stasera mi sono riletta tutti i post che mi sono persa più le Carlotte anche quelle già lette !!! Sei irresistibile!!! Il romanzo di Carlotta ... io lo so che nella tua testa è già un romanzo ... lo devi scrivere ... hai già un sacco di gente come me che passa da te ogni giorno non tanto per le ricette ... che sono comunque molto interessanti ... ma soprattutto per te, per quello che scrivi, per come lo scrivi e per come ognuna di noi un po' ci si ritrova ... scrivilo Monica questo romanzo ... è solo una serie di post ... io prenoto già una copia per me e altre da regalare alle mie amiche ... siamo tutte un po' Carlotte!!!

    RispondiElimina
  9. Io penso che sarei proprio la suocera perfetta... peccato che non mi prende nessuno e non riesca a fare neanche la moglie perfetta :P Buono il cremino, con tutta quella salsettina!!!

    RispondiElimina
  10. Accidenti sei messa proprio male!!!! Meno male che riesci a ironizzarci su... e che riesci comunque a preparare queste delizie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è solo un piccolo appunto da fare cara Giuliana.Questi sono i capitoli di un romanzo non la mia vita.Tutto qui.la protagonista è una ragazza che si chiama Carlotta,ipotetica,fantomatica giuro che non sono messa così male ahahah
      Ti abbraccio
      Monica

      Elimina
  11. Alla faccia loro ci mangiamo questo ottimo cremino! caspita se hai reso bene l'idea di come sono tua mamma e tua suocera! Devo dire che io per fortuna di questi problemi non ne ho, vado molto d'accordo con la mia, ma capisco che invece nel tuo caso sia esasperante avere una suocera così, io avrei retto ben poco sinceramente! Se ti serve una mano per farla casualmente ruzzolare per le scale o scivolare su una buccia di banana o dare una randellata....chiedi pure!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lunetta cara!ma non sono io!ahaha sto mettendo in rete i primi passi di un ipotetico romanzo ahaha.Mia suocera è una gran bella donna,sincera,affettuosa,mi adora e io adoro lei.Mia mamma purtroppo non c'è più da anni!Sto mettendo in rete pensieri sparsi per poi raccoglierli e lanciarmi!
      Poi ti assicuro:ogni tanto mi capita di litigarci con mia suocera,ma sono cinque minuti di fuoco e poi ci adoriamo più di prima!
      Ti abbraccio
      Monica

      Elimina
  12. Tesoroooooo ... ma ma ma ma tu sei pazza!! Sai cosa può succedere se tua suocera dovesse mai leggere questo post!! AAAAAAAHHHH ... altro che pro divorzio, questa si procura una bambolina voodoo con i capelli ricci!! ... scherzo cara! Mi hai fatto ridere come sempre! Un bacione grande

    RispondiElimina
  13. Cavolo...ma Carlotta non sei tu? E chi l'avrebbe mai detto... :)
    Tesoro io qui ci leggo una cosa che però non ti dirò adesso. Ma in un altro momento, in privato, in una delle nostre chattate d'amore su whatsapp ♥
    Ti voglio bene scrittrice del mio cuore!

    Ps: sono un po' triste perchè non passi più a commentarmi...non è che le mie cose non ti piacciono più e non sai come dirmelo? :(

    RispondiElimina
  14. io ho avuto una suocera così se non peggio!!!!adesso che sono suocera della ragazza di mio figlio cerco di stare al mio posto e poi le voglio un gran bene !!!!sono come la suocera che descrivi tu le preparo le torte per i suoi compleanni e le cucino i piatti che le piacciono di più perchè è un po magrolina!!!! trovo il tuo cremino al limone delizioso un bacione grande....

    RispondiElimina
  15. Ahahha mi hai fatta morire!!! Io invece sono fortunata, ho la suocera delle fiabe, un vero tesoro!!! Il cremino al limone mi fa impazzire, deve essere da favola :-) Bacioni

    RispondiElimina